Soddisfazione delle squadre per il lavoro di Brembo – Formula 1

Soddisfazione delle squadre per il lavoro di Brembo
Written by admin

In un avvio di campionato caratterizzato dalla profonda rivoluzione tecnica su più fronti, incluso l’impianto frenante, si registra la bontà dell’operato di una delle aziende protagoniste del Circus, passato però  in secondo piano. L’intero parco partenti ha espresso infatti la propria soddisfazione per il lavoro svolto da Brembo in reazione alle novità regolamentari ed è proprio la mancanza dell’azienda bergamasca dai temi di discussione più frequenti che testimonia l’assenza di critiche ai suoi prodotti.

Tale successo arriva nel contesto di una rivoluzione regolamentare che ha posto gli impianti frenanti a maggiori stress termici e meccanici rispetto al passato. Da un lato l’aumento di circa 50 kg del peso delle vetture ha incrementato l’energia termica da dissipare in frenata, mentre dall’altro i maggiori vincoli al raffreddamento dell’impianto, quale la carenatura dei cerchioni e la sigillatura dei cestelli che impediscono all’aria calda di essere evacuata all’esterno della vettura, hanno ulteriormente acuito le difficoltà di gestione delle temperature di componenti quali pinze e dischi. Le squadre hanno però manifestato il proprio gradimento per i nuovi prodotti realizzati dall’azienda italiana. Inoltre, a dispetto delle problematiche di surriscaldamento sofferte da alcuni team nelle prime gare di campionato, Brembo non è stata chiamata in causa quale responsabile di tali criticità né le sono stati richiesti correttivi. Nella progettazione delle proprie pinze infatti, Brembo riceve le stime dei coefficienti di raffreddamento ottenuti dalle simulazioni fluidodinamiche delle squadre, potenzialmente fonti di errore nel quantificare l’apporto d’aria necessario a stabilizzare le temperature interne. Sette squadre su dieci in griglia inoltre non utilizzano dischi Brembo, impedendo così una progettazione organica dell’intero impianto, e tra queste rientrano anche coloro che più di tutte hanno sofferto di surriscaldamento nelle prime gare stagionali.

La soddisfazione delle squadre verso il lavoro svolto da Brembo traspare anche dalla gelosia con cui i team nel 2022 cercano di coprire le proprie pinze ai box per nasconderne le forme alla concorrenza. Ciascuna scuderia progetta infatti le proprie pinze in cooperazione con Brembo per trovare il compromesso ottimale tra peso e rigidezza, generando una discreta differenziazione tra le soluzioni presenti in griglia. Il gradimento del paddock verso l’operato di Brembo emerge quindi su più fronti, una nota positiva da evidenziare in un contesto in cui finora è invece passata inosservata.

FP | Carlo Platella

RIPRODUZIONE RISERVATA

#Soddisfazione #delle #squadre #lavoro #Brembo #Formula

Leave a Comment