Arabia Saudita vs USMNT, in diretta! Punteggio, aggiornamenti, come guardare, video


Giusto o no, l’edizione di martedì di Arabia Saudita vs USMNT sarà esaminata tanto quanto qualsiasi amichevole nella recente storia della nazionale maschile degli Stati Uniti.

[ MORE: Projected starting XI vs Saudi Arabia ]

Gli uomini di Gregg Berhalter sembravano sciatti nel migliore dei casi e senza timone nel peggiore dei casi nella sconfitta per 2-0 di venerdì contro il Giappone a Dusseldorf e questo è incredibilmente allarmante con gli Yanks sull’orlo del loro ritorno in Coppa del Mondo, un momento in cui le squadre di solito mettono in dubbio la messa a punto piuttosto di, beh, a whooooooooool quantità.

[ MORE: What we learned from Japan vs USA | Player ratings ]

Ecco perché una grande prestazione contro un’Arabia Saudita solida e testarda, una squadra in teoria selezionata per le sue somiglianze con l’Iran, nemico della fase a gironi della Coppa del Mondo, può davvero fornire un sollievo onnipresente nel mondo del calcio statunitense. E mentre Berhalter potrebbe affermare che l’ascensore è necessario solo tra i fan, si prenderebbe in giro.

Ricorda: mentre l’intero US Soccer vuole che la squadra vada in profondità in Qatar, questo dovrebbe preparare il terreno per una vera sfida per il trofeo in casa tra 4,5 anni. Al momento, sembra sciocco. Un anno e mezzo fa, a tarda notte contro il Messico, non era così. Risolverlo sarebbe un buon primo passo e martedì è la prossima possibilità.

Ultime notizie USMNT

Giovanni Reyna lascia l’amichevole dell’USMNT contro l’Arabia Saudita con apparente infortunio Programma della Coppa del Mondo 2022: gironi, calendario, calendario, parentesi, … Report: Christian Pulisic “in trattative” per il trasferimento alla Juventus

Come guardare Arabia Saudita vs USMNT in diretta, aggiornamenti e ora di inizio

Data: martedì 27 settembre
Orario di inizio: 14:00 ET
Dove: Stadio Nuevo Condomina, Murcia, Spagna
Come guardare: FS1, Unimas, TUDN

Analisi in tempo reale dell’Arabia Saudita vs USMNT! – Di Joe Prince-Wright

  • Invia le tue domande per le nostre domande e risposte dal vivo (fai clic sul video sopra) subito dopo Arabia Saudita vs USMNT

  • Gio Reyna lascia la partita al 30′, sostituito da Paul Arriola

METÀ TEMPO: Arabia Saudita 0-0 USMNT – Non un gran tempo dagli USA, ancora. Qualche occasione in più con McKennie e Adams che vanno vicini e palle sopra le righe che creano problemi. Tuttavia, l’Arabia Saudita ha avuto alcune possibilità e sembra decente in contropiede. Per riassumere il display dell’USMNT in una parola: sciatto.

Le notizie che filtrano su Gio Reyna non sembrano positive, in quanto è stato confermato da US Soccer che la sostituzione non era prevista. Tutti i segnali indicano un qualche tipo di lesione. Incrociamo le dita, non è niente di grave e gli Stati Uniti sono stati solo molto, molto cauti data la sua recente storia di infortuni.

CHIUDERE! L’Arabia Saudita è quasi in vantaggio. Walker Zimmerman e Paul Arriola effettuano dei blocchi cruciali dopo che il sostituto Haitham Asiri è entrato in fondo alla destra e Hattan Bahebri non è riuscito a sistemare i suoi piedi nel momento chiave. Enorme sfogo.

SUB: Un segnale preoccupante per l’USMNT ogni volta che Gio Reyna esce all’inizio di una partita e si dirige verso il tunnel. Data la sua storia, questo è preoccupante. Paolo Arriola è attivo. 30 minuti passati.

I fan di USMNT non saranno contenti di ciò che hanno visto finora. Certo, è meglio della prestazione contro il Giappone, ma non potrebbe andare peggio, vero?

LARGO! Tyler Adams mette un tiro di poco a lato da 25 yarde. Uno sforzo decente dopo alcune pressioni sostenute dagli Stati Uniti.

Pulisic, che indossa la fascia da capitano, sembra davvero affilato. Qualche ondata entra da sinistra e sta spuntando dappertutto.

Non c’è molto da fare in questo momento poiché l’USMNT lotta per arrivare regolarmente all’ultimo terzo.

Bella palla sopra le righe e McKennie controlla bene ma il suo tiro è dritto verso il portiere. Comunque, molto meglio dall’USMNT.

Alcuni passi decenti in avanti dall’USMNT. Poiché Pepi e McKennie sono stati entrambi segnalati in fuorigioco. Passaggi veloci e spostati dagli Stati Uniti perché è più così.

CALCIO D’INIZIO: Siamo in corso! Subito l’Arabia Saudita calcia dal limite dell’area e Turner spinge via. Partenza decisa dall’Arabia Saudita, a cui mancano diversi giocatori chiave a causa di un infortunio.

Gli inni risuonano intorno allo stadio di Murcia davanti a una folla molto piccola che sembra essere meno di 1.000. L’USMNT può rispondere a quella pesante sconfitta contro il Giappone? Stiamo per scoprirlo.

Tic-tac! Il calcio d’inizio è quasi arrivato e questa è l’ultima possibilità per i giocatori di impressionare Gregg Berhalter in vista della Coppa del Mondo. Sarà un altro display nervoso e disseminato di errori delle Stelle e Strisce? O artisti del calibro di Pulisic, Adams e McKennie resisteranno e guideranno davvero questa giovane squadra verso una vittoria tanto necessaria e, forse ancora più importante, un’esibizione positiva?

Mentre ci avviciniamo al calcio d’inizio, la reazione generale alle notizie sulla squadra si concentra su Aaron Long e Walker Zimmerman che iniziano ancora una volta insieme al centro difensore. Questo probabilmente mostra che Erik Palmer-Brown e Mark McKenzie sono molto indietro nell’ordine gerarchico in quella posizione e la coppia infortunata di Cameron Carter-Vickers e Chris Richards sono molto più avanti di loro. Inoltre, guardare Pulisic e Reyna sulle ali potrebbe essere divertente, soprattutto se gli è permesso di scivolare all’interno a piacimento.

Le notizie sulla squadra sono arrivate dalla soleggiata Spagna meridionale, poiché il bellissimo Estadio Nuevo Condomina fa da cornice all’ultima partita dell’USMNT prima dell’inizio della Coppa del Mondo.

Per l’USMNT, Matt Turner parte ancora una volta in porta con Zimmerman e Long al centro difensore. DeAndre Yedlin entra come terzino destro, con Sergino Dest che passa al terzino sinistro. Ricardo Pepi entra al posto di Jesus Ferreira in testa, Christian Pulisic sostituisce Brenden Aaronson fuori e Kellyn Acosta al posto di Luca de la Torre a centrocampo.

Gregg Berhalter è andato molto più forte con questa formazione titolare di quanto pensassimo potesse. È questo che mostra la pressione su di lui per ottenere un risultato positivo? Forse.

Di seguito è riportata la formazione titolare dell’Arabia Saudita, poiché l’intero roster proviene dal campionato nazionale e per tutti i fan dell’USMNT che li sottovalutano, l’Arabia Saudita ha terminato sopra il Giappone nelle qualificazioni alla Coppa del Mondo.

Arabia Saudita contro record testa a testa USMNT

Questo sarà il settimo incontro tra Yanks e Green Falcons, ma il primo dal 1999 contro una squadra nazionale che rappresenta le questioni politiche per gli Stati Uniti. L’Arabia Saudita ha vinto due delle prime quattro, ma gli Yanks hanno vinto in casa in un’amichevole del 1995 e nella Confederations Cup del 1999 . Tutte le menzioni sul campo di cui sopra non significano assolutamente nulla per martedì, ma sono divertenti da notare in un’anteprima pre-partita (emoji con la faccia sorridente a testa in giù).

Le notizie sull’Arabia Saudita

Questa è una squadra molto esperta dell’Arabia Saudita, che è andata 13V-4P-1L nelle qualificazioni ai Mondiali e ha esperienza in Un sacco di 1-0, comprese le recenti sconfitte amichevoli con la Spagna contro Colombia e Venezuela. La squadra si sentirà a casa anche a Murcia, dove ha giocato quelle partite e dove ha avuto un groviglio senza reti con l’Ecuador quattro giorni prima di questa svolta. L’Ecuador ha battuto i sauditi 11-5 e ha avuto il 60 percento della palla, ma tutto ciò ti darà una discussione che ti sei meritato meglio di un punto solitario che viene da una partita reale. Se vuoi vedere i tuoi Yanks abbattere una squadra solida, martedì è una buona occasione.

Trame chiave

Siamo molto onesti con Berhalter, che ha una squadra giovane e ha supervisionato alcuni trionfi memorabili e decisamente fantastici in CONCACAF: ci sono infortuni in questo momento – Christian Pulisic è stato riposato per un colpo venerdì – e l’allenatore non ha accesso a Timothy Weah , Cameron Carter-Vickers e Chris Richards.

Ma il suo giudizio è stato messo in discussione con il capitano del Fulham Tim Ream, il centravanti dell’Union Berlin Jordan Pefok e il difensore del Benfica John Brooks sano e pronto a contribuire ma seduto a casa. Berhalter ha messo in dubbio i loro inserimenti nel sistema e ha anche detto qualcosa di nebuloso sul fatto che la squadra non esprimesse la sua “personalità” rispetto al Giappone e che suona piuttosto male quando il sistema sembra terribile.

Notizie sulla squadra USMNT, infortuni, formazione

Questa è facilmente la formazione più interessante da un po’ di tempo per l’USMNT dopo che Berhalter ha dato un’occhiata da titolare ad alcuni dei suoi capisaldi e ha ottenuto un miscuglio di risultati, nessuno dei quali è stato eccezionale a parte il portiere Matt Turner (e anche lui non era al suo meglio in possesso su un campo dichiaratamente scadente a Dusseldorf) e Brenden Aaronson se siamo giudiziosi in nome dell’ottimismo. Ma in realtà, tutti i primi tre erano fantasmi. Molto dipende dagli otto uomini dietro di loro, però, e si possono lanciare sguardi indulgenti ad Aaronson e Giovanni Reyna. Jesus Ferreira non è incluso dopo aver perso un’occasione che sarebbe e potrebbe essere chiamato un sitter se non avesse dovuto saltare per capirlo (scherziamo, ma è umorismo oscuro).

Aaron Long era molto povero e Walker Zimmerman insolitamente povero accanto a lui, mentre il giovane Sam Vines ha avuto un primo tempo difficile prima che Berhalter modificasse il suo utilizzo da terzino sinistro a terzino sinistro con enfasi sulla parte dell’ala. Weston McKennie e Tyler Adams sono spesso il cuore pulsante di questa squadra, ma entrambi sembravano un mix di cavaliere e college junior. Ciò non accadrà spesso e molto raramente accadrà allo stesso tempo.

Ecco cosa guardare dalle scelte di formazione di Berhalter, presumendo che non cambi la sua formazione.

  • Se Matt Turner inizia – e poi rimane in salute e relativamente privo di errori all’Arsenal – dimentica chiunque altro inizi la gara di apertura della Coppa del Mondo in Qatar. Se è Ethan Horvath o il presunto numero 3 Sean Johnson, beh, tutto è possibile.

  • Vedremo Tyler Adams e Weston McKennie, ma sarà Luca de la Torre a completare il trio di centrocampo? Kellyn Acosta o Johnny Cardoso arriveranno per spostare McKennie in un ruolo diverso? Malik Tillman avrà la sua possibilità di iniziare? O Giovanni Reyna si giocherà in posizione (per favore?)?

  • Ricardo Pepi: Il modo in cui Josh Sargent è stato inserito nei primi tre nel secondo tempo, sembra che la star dell’FC Dallas Ferreira e l’ex Pepi fossero destinati a scambiarsi le prime armi.

  • Christian Pulisic partirà sulla fascia. Come appare, sia nella forma che nel linguaggio del corpo?

  • Sergino Dest e Sam Vines sono stati i terzini contro il Giappone, con Reggie Cannon che è uscito dalla panchina. Saranno Joe Scally e DeAndre Yedlin a iniziare? Dest cambierà in terzino sinistro? Antonee Robinson e Dest sono i favoriti per la partenza in Qatar, ma è in discussione il posto di quest’ultimo in questo momento?

  • Gran parte del calcio statunitense, noi inclusi, considerava questa pausa come un gruppo di difensori centrali che si proponevano di giocare accanto a Walker Zimmerman in Qatar. Sarà Zimmerman più uno martedì o qualcos’altro?

Arabia Saudita vs USMNT, in diretta! Punteggio, aggiornamenti, come guardare, video originariamente apparsi su NBCSports.com

Leave a Comment