Rugby

Top 14 – USAP: le promesse di Ewan Bertheau

Top 14 - USAP: le promesse di Ewan Bertheau


Promosso capitano per la sua prima partita nella Top 14, la terza linea del Girondin ha portato a termine la sua missione. Ewan Bertheau offre prospettive interessanti alla sua squadra. Finalmente una buona notizia per l’USAP.

dovevi osare! Affidare il ruolo di line leader a un giovane aspirante 21enne, per il quale è stato il primo incarico nella Top 14, è stata una scommessa un po’ folle. Tentato, e vincente, dallo staff dell’USAP, a La Rochelle, uno dei tenori del campionato peraltro. Ewan Bertheau (21), per la sua prima apparizione con la maglia catalana, ha soddisfatto le aspettative dei suoi allenatori. Le prime due prestazioni della formazione catalana in questa stagione sono state al di sotto delle aspettative di David Marty e dei suoi assistenti per il gioco degli attaccanti, Guillaume Vilaceca e Perry Freshwater.

Leggi anche:
Rugby Union – Top 14: 120 anni di storia dietro l’USAP contro il Tolone

Fallendo, il tocco dell’USAP aveva contribuito ai fallimenti di Pau (16-14) e contro il Brive (6-17). Troppi palloni lasciati per strada, troppe munizioni sprecate hanno fatto temere il peggio prima di trasferirsi nella terra di La Rochelle, diventata da qualche stagione molto inospitale. Abbiamo dovuto reagire. L’opzione Bertheau era un’alternativa. Il ritiro di Damien Chouly, gli infortuni di Will Witty e Kélian Galletier, due reclute che dovrebbero rafforzare il settore aereo del Perpignan, hanno lasciato poca scelta agli allenatori catalani. “Sono felice per Ewanassicura Vilacéca. Ho passato tre anni con me all’Espoirs. Guardare un giovane che hai aiutato a crescere è gratificante. Ewan è un gran lavoratore. È diligente, serio. Per tutta la settimana ha lavorato bene, ha preso appunti, ha guadagnato slancio e nelle partite era presente. È una grande soddisfazione”.

Bertheau: “saper cogliere l’occasione”

Anche David Marty non ha nascosto la sua felicità nel vedere Bertheau a suo vantaggio. “Ewan, l’ho reclutato io, doveva interpretare Crabos all’UBBdice l’allenatore USAP. Aveva attirato la mia attenzione durante le interpoule* e l’avevo portato all’USAP. Tutta la settimana, con Guillaume (Forchetta), hanno preparato la strategia per la partita di La Rochelle. La costruzione della tastiera è come quella di un fiammifero. Devi iniziare con cautela, acquisire sicurezza prima di provare cose più difficili”.

Risultato, due primi tiri sui blocchi di fronte, giusto per assicurarsi le prime catture, rassicurano un allineamento afflitto dal dubbio dall’inizio della Top 14. Alla fine, una sola palla è andata persa su tiro di USAP. Missione compiuta per lanciatori e saltatori catalani. “Volevamo avere un’altra opzionecontinua Marty. Sapevamo che Ewan era uno di loro. Alla fine è una soddisfazione”. Non sorprende Guillaume Vilaceca. “Sapevamo che Ewan era interessato al campo del tocco da quando è entrato a far parte del Perpignan. La nostra unica domanda era se fosse in grado di riprodurre nella Top 14 ciò che ha ottenuto in Pro D2…” La risposta è si. Offre un’opzione aggiuntiva nel settore della tastiera, esacerbando la concorrenza. Resta da vedere se l’esperienza di Ewan Bertheau si rinnoverà rapidamente? “Vedremorisponde Marty. Ewan conta come uno. Lui è un’opzione… E la stagione sarà lunga”. “Questa Top 14 è una vera maratonaaggiunge Vilaceca. È importante poter iniettare nuovo sangue. Il suo profilo aereo lo autorizza a fare domanda per questo esercizio. È certo che non lo chiederemo a Posolo (Sito web) saltare… Quando hai un punto forte, devi lavorarci sopra. Può cancellare un deficit fisico e accentuare la sua presenza in una determinata posizione”.

Leggi anche:
Top 14 – USAP: una maglia speciale e storica contro il Tolone per celebrare i 120 anni del club

Non tutto era negativo a La Rochelle. La schiusa di Ewan Bertheau è una soddisfazione su cui lo staff USAP vuole riposarsi. Quanto all’interessato, che lo scorso anno aveva giocato due partite di Challenge Cup, aveva avuto queste parole, premonitrici, prima di affrontare i gallesi di Newport: “Quando si presenta la possibilità di giocare a un professionista, devi coglierla. Potresti non ottenere 36…” Bertheau era pronto.

* Le interpoules sono una competizione che riunisce ogni anno l’élite della nazionale U16 e U18.

Leave a Comment