sports

Roger Federer si è preparato per “l’ultimo ballo” con Rafael Nadal alla Laver Cup

Roger Federer si è preparato per "l'ultimo ballo" con Rafael Nadal alla Laver Cup


Roger Federer si è preparato per “l’ultimo ballo” con Rafael Nadal alla Laver Cup – TWITTER

Il palcoscenico è pronto, e gli oggetti di scena sono pronti, per l’ultimo atto di venerdì sera della stravaganza di Roger Federer. Andy Murray ha parlato per tutto il tennis quando ha detto “Penso che sarà emozionante”.

Con un tutto esaurito di oltre 15.000 fan che si sono radunati giovedì all’Arena O2 per assistere agli allenamenti di Federer, la Laver Cup di questo fine settimana è già stata aggiornata da evento marginale a status di blockbuster.

Viene infatti da chiedersi quale partita londinese attirerà più interesse mondiale quest’anno: la finale di Wimbledon o l’addio del doppio di Federer, che ora trova conferma nel suo organico.

Nadal sarà come partner di Federer, come previsto, mentre il duo americano di Frances Tiafoe e Jack Sock compongono l’opposizione. Alla domanda sulla sfida di giovedì, Tiafoe ha scherzato: “Sono solo entusiasta di interpretare due promettenti”.

Roger Federer si è preparato per

Roger Federer si è preparato per “l’ultimo ballo” con Rafael Nadal alla Laver Cup – SHUTTERSTOCK

Roger Federer si è preparato per

Roger Federer si è preparato per “l’ultimo ballo” con Rafael Nadal alla Laver Cup – AFP

Anche Nadal sembrava nervoso, essendo arrivato il più tardi possibile a causa delle delicate condizioni della moglie Maria Francisca Perello, incinta.

“Sarà difficile gestire tutto”, ha detto Nadal, “soprattutto per Roger, senza dubbio. Anche per me. Uno dei giocatori più importanti, se non il più importante della mia carriera tennistica, se ne va, no?

Tra la squadra del mondo – che è ansiosa di non essere scelta per i cattivi del pezzo venerdì – una frase continua a riaffiorare. Quando si ritrovano istintivamente a fare riferimento all'”ultimo ballo” di Federer, fanno eco alla corsa di Michael Jordan ai Campionati NBA del 1998, che ha lasciato in eredità un documentario di successo su Netflix con lo stesso nome.

Il confronto – come tutto il resto questo weekend – è agrodolce. Mentre riflette accuratamente la posizione di Federer nel pantheon sportivo per eccellenza (Jordan, Tiger Woods, Michael Schumacher, Usain Bolt, conosci il trapano), attira anche l’attenzione sulla principale debolezza del prossimo fine settimana. L’inevitabile verità per cui non c’è niente di significativo per cui giocare.

Roger Federer si è preparato per

Roger Federer si è preparato per “l’ultimo ballo” con Rafael Nadal alla Laver Cup – AFP

In un mondo ideale, Federer avrebbe voluto combattere per la sua vita sportiva in un torneo importante, proprio come ha fatto Serena Williams quando ha salvato cinque match point in un tumultuoso finale contro Alja Tomljanovic ai recenti US Open. Invece, sta spingendo il suo ginocchio rovinato attraverso quella che è effettivamente un’esibizione di doppio.

Eppure, almeno il lungo addio di Federer ha fornito alla quinta edizione della Laver Cup uno scopo che finora gli era mancato. E l’ambiente a bassa posta in gioco della O2 Arena offre l’ambiente perfetto per un uomo il cui corpo di 41 anni è finalmente crollato. Il fatto che Federer abbia fondato lui stesso questo evento, nel 2017, suggerisce che può aggiungere “vedere il futuro” alla sua lunga lista di successi.

Nel backstage, il team social della Laver Cup si crogiola alla presenza dei cosiddetti Big Four, che si uniscono per la prima volta alla squadra europea. Anche prima dell’inizio del torneo, li abbiamo già visti condividere un campo per un doppio knockout, ammucchiarsi nella Torre di Londra per un’elegante cena privata e discutere di architettura locale durante una passeggiata lungo la South Bank.

“Cosa gli è successo?” chiede Murray in un breve video, guardando la punta appuntita di The Shard. “Ecco com’è. È come un vetro rotto”, risponde Federer. Anche ora che questi multimilionari hanno raggiunto i 30 anni, si sente ancora come papà. Come a sottolineare il punto, Novak Djokovic, l’eterno fratello minore, poi canta allegramente da bordo campo: “Andy, ti sta dando lezioni su Londra!”

Murray è in ottima compagnia qui. Un decennio fa, si stava guadagnando un posto tra i big delle major, raggiungendo almeno le semifinali nove volte nell’arco di dieci slam. Ora, è stato lasciato indietro nello specchietto retrovisore dagli altri tre, mentre hanno accumulato lo sconcertante conteggio combinato di 63 titoli importanti.

Ma Federer considera ancora chiaramente Murray un degno membro della banda. Quindi è che gli è stato concesso lo slot di supporto venerdì sera, giocando in singolo alle 19:00 contro l’australiano Alex de Minaur prima dell’inizio dell’evento principale della serata.

Parlando con i giornalisti giovedì, Murray ha elogiato Federer per la sceneggiatura tipicamente meticolosa della sua uscita. “Il modo in cui Roger è andato su di esso”, ha detto Murray, “sembra che un sacco di cose vadano bene. Anche questo è qualcosa da cui tutti possiamo imparare.

“Ci sono molte emozioni in giro con tutti i giocatori”, ha aggiunto Murray. “Immagino che per Roger sarà incredibilmente difficile, ma per molti giocatori sarà dura. Specialmente [because] siamo tutti orgogliosi ed entusiasti di far parte di questa squadra e di essere qui per la sua ultima partita. È giusto che questo sia il modo in cui finirà la sua carriera”.

Leave a Comment