Rugby

Trofei dilettanti rugby 34: vota qui il miglior giocatore di 2a serie

Trofei dilettanti rugby 34: vota qui il miglior giocatore di 2a serie


Midi Libre, il Comitato dipartimentale di rugby dell’Hérault e l’Agenzia lanciano i primi trofei di rugby amatoriale nell’Hérault. Vota dal 6 al 18 settembre, per eleggere i tuoi preferiti nella 15 categorie, luogo di oggi alle categorie: Miglior giocatore di 2e serie e miglior volontario.

Questo trofeo è sponsorizzato dalla FEDERATION DU BATIMENT.

Quentin Grazia.

Quentin Gracia (metà apertura / Murviel-Thézan)

Cinque penalità, quindici punti per un titolo di campione del Terroir, incassato a spese di Cruzy-Saint Chinian (11-15). Quentin Gracia, 22 anni, primo gol e marcatore, è stato uno dei fattori dell’ottima stagione di Murviel-Thézan l’anno scorso. Con un titolo di reparto e una sconfitta nella finale regionale contro Caraman. “Mi è piaciuta questa stagione anche se alla fine abbiamo dei rimpianti, ricorda Quentin. Non ci siamo ripresi da questa sconfitta nella finale di Occitania e dietro di essa abbiamo perso al primo turno del campionato francese.

Formatosi alla scuola di rugby di Arlequins, ha fatto tutto il suo corso fino agli anziani di Vendres-Lespignan-Sauvian. “Sono arrivato alla USMT nel 2018”, dice. Proveniente da una famiglia che “puzza” di rugby con una madre, Wanda, internazionale e un padre, Christophe, che ha giocato ad alti livelli, e ora lo allena, Quentin mostra tutto il suo talento, in 2a serie. Inoltre, non è una sorpresa se, in questa stagione, Quentin è stato contattato da Pézenas (federale 2). “Sarò in doppia licenza con Murviel-Thézan”, aggiunge l’esordiente, che potrebbe assaporare la sesta divisione francese. Una divisione in cui la sua versatilità gli sarà sicuramente utile. “Posso giocare ovunque dietro, ma preferisco l’apertura perché siamo il motore della squadra e gestiamo direttamente la strategia”, conclude il giovane apripista. Per la sua prima partita di Federal 2, a Pézenas, Gracia ha segnato 21 punti nella vittoria della sua squadra contro il Balma (26-20).


Tanguy Lorre.

Tanguy Lorre (Mezza mischia / Salagou)

È uno degli emblemi di Salagou, nonostante la sua giovane età. Formatosi nel club, passato nelle prime squadre cadette e juniores dell’RCO Salagou, è da senior che il tonico mediano di mischia imperversa da alcune stagioni. “Ho sempre giocato alla RCO, da quando ho iniziato a giocare a rugby a 6 anni”, dice. E anche se nel frattempo ha passato il judo box, è tornato allo stadio Beaumont in minimal, per non lasciarlo mai più. A 23 anni, ora può guardare il suo fratellino Gabin (20), brillare in difesa con l’AS Béziers in ProD2. Efficace in difesa, dotato anche di buona velocità, Tanguy è uno dei leader naturali del club con sede tra Lodève e Clermont-l’Hérault. Eppure la scorsa stagione nella 2a serie gli ha lasciato un assaggio di cose in sospeso. “L’anno scorso alcuni dirigenti hanno lasciato il club, ci siamo ritrovati con una squadra ringiovanita e ci è voluto del tempo per mostrare davvero il nostro potenziale”, analizza il numero 9. Qualificati ai play-off, i compagni di squadra di Samuel Cottier e Pierre Bellemere hanno sofferto legge di Briatexte e hanno visto la loro stagione finire troppo prematuramente. È qui che Tanguy ha concluso la sua storia con la RCO. Si arruola in Marina ed è costretto a trasferirsi. Una partenza definitiva da Salagou? “Se avrò l’opportunità di indossare questa maglia un giorno, sarà con piacere”.


Tony Calmel.

Tony Calmel.

Tony Calmel (Dietro / Cruzy Saint-Chinian)

Ha chiuso la stagione con una nota negativa, un’espulsione al 72′, quando ha avuto successo a piedi (14 punti) e la sua squadra ha resistito a Murviel-Thézan, negli ottavi dall’Occitanie. Alla fine sono stati l’USMT e Quentin Gracia, un altro candidato in questa categoria ad avere l’ultima parola, alla sirena, per vincere 20-19. Seconda sconfitta in due settimane contro il vicino Murviellois, dopo la frustrante sconfitta in finale del Terroir (15-11). “Quel giorno ho perso undici punti ai piedi, lancia Tony Calmel, con una punta di amarezza. Peccato, il gruppo ha meritato una ricompensa dopo un’ottima stagione. La Cruzy/Saint-Chinian Olympic Association è arrivata seconda nel girone della seconda serie, dietro l’intoccabile Millas. Presto sulla trentina, per una delle storie dell’AOCSC, al club da 13 anni, che può evolversi, sia in difesa che al centro. In questa stagione, lui e i suoi compagni di squadra giocheranno nella Régionale 3 e il club si è fuso con quello di Quarante, inattivo nelle ultime stagioni. Faranno parte del pezzo grosso della gallina, con l’obiettivo “ottenere qualcosa, dopo 2-3 buone stagioni in questi anni”, promette il terzino.

Leave a Comment