Rugby

MHR-UBB: “Ci vergogniamo all’intervallo”, le reazioni dopo il successo del Montpellier contro Bordeaux-Bègles

MHR-UBB: "Ci vergogniamo all'intervallo", le reazioni dopo il successo del Montpellier contro Bordeaux-Bègles


Contrasto tra Girondins delusi e Montpellier felice ma non trionfante, dopo la vittoria contro Bordeaux-Bègles (29-19), questo sabato 10 settembre per la seconda giornata della Top 14. Nonostante un secondo periodo difficile, l’MHR vince la sua prima partita casalinga di la stagione.

MHR

Philippe Saint-André (direttore sportivo della MHR): “Un primo tempo di alta qualità sull’intensità, il gioco senza palla. Nel secondo tempo abbiamo pescato dai 60e minuto. Siamo stati meno reattivi, abbiamo sofferto. Siamo ancora in fase di preparazione, lavoriamo molto durante la settimana. Il Bordeaux ha giocatori di qualità e noi, mettiamo meno intensità, avevamo meno palloni. Parliamo del bicchiere mezzo pieno. Vinciamo in casa dopo aver perso la scorsa stagione. C’è lavoro, cose da migliorare ma siamo contenti della vittoria. Stiamo digerendo il titolo. I ragazzi si sono divertiti. Ci sono ancora tante cose su cui lavorare, ma con una preparazione così breve per andare a La Rochelle e ricevere il Bordeaux avrei firmato per avere 5 punti. Ma dobbiamo andare avanti. Abbiamo vinto ma possiamo fare di meglio…”

Louis Carbonel (metà di apertura della MHR): “Siamo caduti un po’ sugli impatti nel secondo tempo. Avevamo dato molto nel primo tempo. Siamo ad inizio stagione, c’è meno freschezza fisica perché siamo ancora in preparazione. Dopo la partita contro La Rochelle , abbiamo messo le cose in ordine. Era importante essere coerenti con i piedi. La scorsa settimana ne ho saltati uno o due volevo fare meglio. Sapevo che lo stadio sarebbe stato pieno, non vedevo l’ora di scoprire questa atmosfera. Con Paolo (Garbisi), ci sentiamo bene, alterniamo bene il gioco, ci parliamo molto. Non abbiamo preoccupazioni. Quando mandiamo le partite ogni due in campo è interessante. Amo giocare con due aperture, tu avere due piedi in più. Per le difese avversarie è più difficile. Mi è sempre piaciuto giocare con qualcuno con cui sono complementare”.

Paul Willemse (seconda riga della MHR): “È bello tornare. Non ci si aspettava che suonassi così tanto (è entrato nel 5° minuto ndr). È bello tornare in campo e giocare a rugby. Sono stato un po’ perso per quattro mesi ma stasera mi sento bene. Siamo stati molto forti nel primo tempo. La scorsa settimana non abbiamo iniziato bene la partita. È qualcosa su cui abbiamo lavorato questa settimana. Tutti i giocatori hanno capito che è finita per festeggiare il titolo. Dobbiamo alzare i nostri standard ogni fine settimana. Siamo molto concentrati. Lo terremo con noi in questa stagione, alzeremo gli slider per progredire. Sappiamo che spesso è difficile la stagione successiva per i campioni. Nella ripresa abbiamo giocato un po’ troppo nel nostro campo. Questi sono problemi minori da risolvere. Abbiamo un mediano di mischia e un apripista che scoprono i nostri sistemi, devono adattarsi. Abbiamo fatto ancora due prove sui palloni trasportati, non va molto bene. Dobbiamo migliorare tutte queste piccole cose…”

“Ci vergogniamo all’intervallo”

Maxime Lucu (mediano di mischia UBB): “E’ complicato venire a vincere con i campioni di Francia. Non si può venire e sperare in qualcosa saltando così tanti contrasti. Ci vergogniamo all’intervallo, ci diciamo le cose. In campo è difficile reagire ma all’intervallo volevamo mostrare il vero volto del Bordeaux. Non capisco come si possa fare un primo periodo così. Abbiamo cercato di reagire nel secondo tempo. L’MHR è stato molto realistico”.

Mahamadou Diaby (terza riga UBB): “Il punteggio è più logico vista la nostra mancanza di controllo nel primo tempo o non siamo a livello. Per vincere il Montpellier avrebbe dovuto rallentare. Lì non siamo stati bravi. Avremmo voluto continuare sulla linea di Tolosa e convalidare con una vittoria”.

Leave a Comment