headlines

La morte di Elisabetta II potrebbe portare a una recessione nel Regno Unito

La morte di Elisabetta II potrebbe portare a una recessione nel Regno Unito


YUICHI YAMAZAKI / AFP Il processo di lutto degli inglesi potrebbe avere un impatto sull’intera economia britannica, il che preoccupa gli esperti.

YUICHI YAMAZAKI / AFP

Il processo di lutto degli inglesi potrebbe avere un impatto sull’intera economia britannica, il che preoccupa gli esperti.

UK – ” La regina è morta, viva la recessione “. Un adagio inquietante, ma che sembra essere condiviso da diversi esperti d’oltremanica. Il funerale della regina Elisabetta II organizzato in un giorno festivo dopo diversi giorni di lutto nazionale potrebbe quindi danneggiare l’economia britannica nel suo insieme.

Comincia a farsi largo il timore di una recessione causata dalle conseguenze della morte della regina, come ha sottolineato questo lunedì 12 settembre il quotidiano inglese I tempi. Secondo diversi esperti citati dal quotidiano, la sequenza di dieci giorni di lutto nazionale, a cui si aggiunge un giorno festivo lunedì 19 settembre in occasione dei funerali della defunta regina, potrebbe avere gravi conseguenze economiche.

Con le imprese e le scuole chiuse quel giorno, per non parlare dei servizi postali, il paese sarà al rallentatore e la salute economica del paese potrebbe davvero subire un duro colpo, soprattutto perché gli ultimi dati del Regno Unito non fanno ben sperare per il futuro. Il giornale rileva inoltre che: un ulteriore calo nel terzo trimestre significherebbe che l’economia (britannica) ha soddisfatto i criteri per una recessione tecnica ».

Una teoria sostenuta da Philip Shaw, capo economista della banca Investec, che ricorda che “un ferie extra tende a ridurre il PIL a causa del gran numero di meno lavoratori quel giorno. E se già gli economisti inglesi si aspettassero una recessione, in un contesto di inflazione e crisi energetica. Non l’avevano previsto così presto.

Morale nei calzini

Tuttavia, questa festa stabilita per rispettare i funerali del sovrano fino ai 70 anni di regno non poteva avere che un effetto relativo. In effetti, tenere questa giornata “fuori” per gli inglesi non è necessariamente ciò che preoccupa di più gli esperti. D’altra parte, questa festa, unita al comportamento imprevedibile di milioni di consumatori in lutto, provoca molta più paura.

« L’impatto della vacanza stessa può essere relativamente limitato, nota Philip Shawquello che non sappiamo è come la morte della regina influirà sull’umore nazionale e se porterà a un calo della fiducia e della spesa ».

Andrew Sentance, economista ed ex membro del comitato di politica monetaria della Banca d’Inghilterra, aggiunge che questa aggiunta di fattori potrebbe avere “un impatto abbastanza significativo sull’attività economica nel breve termine”, un fenomeno già osservato nel Regno Unito, durante la morte della principessa Diana, sottolinea l’esperto al riguardo.

Soprattutto da quando il recente giubileo di platino di Elisabetta II era già stato travolgente. Inoltre, nel mese di giugno, in questa occasione è stato decretato un ulteriore giorno festivo. D’altra parte, il calo del PIL previsto e stimato a giugno 2022 a causa dei 70 anni di regno di Elisabetta II era stato molto più contenuto del previsto (0,6% contro 1,3% secondo le previsioni).

Tuttavia, la preoccupazione è oggi molto più presente, soprattutto perché molti ristoranti, bar e sale da concerto stanno registrando un drastico aumento delle cancellazioni a causa dell’atmosfera cupa creata nel paese dalla scomparsa del monarca.

Vedi anche su L’HuffPost:

Leave a Comment