golf

John Robins di Bad Golf: “Andrew ‘Beef’ Johnston ed io stiamo costruendo la mazza da golf perfetta”

John Robins di Bad Golf: "Andrew 'Beef' Johnston ed io stiamo costruendo la mazza da golf perfetta"


In sua esclusiva Il golfista di oggi colonna l’emittente, YouTuber e vincitore dell’Edinburgh Comedy Award, spiega come è nato il Beef’s Golf Club, com’è avere un giocatore di golf professionista come suo nuovo migliore amico e come puoi diventarne membro.

Beef's Golf Club è un nuovo podcast con Andrew Johnston e l'editorialista di TG John Robins.

Come ogni giocatore di golf saprà, avere una conversazione sul golf con qualcuno che non gioca può essere incredibilmente breve.

Persona A: “Com’è andato il golf oggi?”

Persona B: “Ho iniziato bene ma mi sono corto sul 6th e scheggiato nel bunker. Avrei dovuto prendere un 60º, ma l’ho imbottigliato e ho infilato il mio cuneo di sabbia attraverso il green, quindi ho finito con un triplo. Poi il 12th…”

Persona A: [Leaves room]

Persona B: “Andava bene”.

Come persona che parla per vivere sul palco, alla radio e nei podcast, sono limitato a quanto spesso riesco a parlare di golf. Provo dove posso, ma gli occhi si appannano, i telefoni vengono controllati a metà conversazione e le risate inevitabilmente si esauriscono. E [joke incoming] è solo nella club house!

Quindi puoi immaginare la mia gioia quando ho ricevuto una chiamata da uno scrittore sportivo e un tempo conduttore di Quel podcast di Peter Crouch Tom Fordyce. La conversazione è andata più o meno così.

“Ciao John, stiamo lanciando un nuovo podcast sul golf e mi chiedevo…”

“Sì.”

“Ma non ho…”

“È un sì.”

Andrew Beef Johnston cavalca un toro da rodeo durante una funzione di Today's Golfer.

E così è stato che nel giro di una settimana mi sono ritrovato a parlare di golf con qualcuno che non stava semplicemente tollerando i miei aneddoti, ma li incoraggiava attivamente. E quella persona non era altro che l’eroe barbuto di The 2016 Open, Andrew “Beef” Johnston!

Il manzo è un grande favorito tra i fan.

Esatto, è nato un nuovo podcast sul golf e ho il miglior posto in casa (e il mio parcheggio)!

CORRELATI: John Robins – “Il mio swing mi ha abbandonato… ed è tutta colpa mia!”

In Golf Club di manzo, Andrew Johnston e io parliamo di tutto ciò che riguarda il golf, mentre creiamo la mazza da golf perfetta con l’aiuto di voi, gli ascoltatori. Ci occupiamo di cose davvero importanti come quali birre vorresti nella clubhouse, se dovremmo vietare i ritratti inquietanti di ex capitani e quale dovrebbe essere la punizione per un fucile ad aria compressa difettoso quando sei uscito dal campo con le scarpe incrostato di mezza tonnellata di fango.

Le due facce del manzo: Johnston durante un servizio fotografico con Today's Golfer.

Finora abbiamo registrato cinque episodi, con il primo in uscita domani (martedì 13 settembre), quindi dai un’occhiata ai link in fondo a questa pagina. Come nerd del golf, è stato un sogno assoluto passare così tanto tempo a chiacchierare con Beef. È davvero uno dei ragazzi più simpatici che abbia mai incontrato e conoscere la reciproca vita di golf è stato davvero divertente.

CORRELATI: John Robins – “Come ho dimezzato il mio handicap in quattro mesi”

Siamo distanti anni luce l’uno dall’altro in termini di abilità ed esperienza (non ho mai nemmeno giocato con un caddie, per esempio, quindi scoprire quanto bevono davvero dopo un round è il più vicino possibile club house di Augusta). Ma anche se la nostra esperienza con il golf è un mondo a parte (non conoscerà mai l’emozione di trovare uno Srixon nuovo di zecca tra le palline del range e metterlo in buca), il nostro amore per il gioco non è diverso.

Andrew 'Beef' Johnston e Viktor Hovland si divertono a Dubai.

Finora il golf club da sogno che stiamo creando è nelle sue fasi iniziali, ma ha due campi, The Fillet, che è un campo da campionato (e una potenziale sede della Ryder Cup, se me lo chiedi) e The Mince, un campo municipale dove così tanto è GUR che in realtà ti paghiamo per giocarci!

CORRELATI: Manzo – “Non avrei mai pensato di ispirare le persone a giocare a golf”

Ma mi ha fatto pensare a cosa cerco in una mazza da golf. E le risposte che abbiamo ricevuto dalle persone sui social media sollevano un tema comune: dovrebbe essere accogliente e inclusivo (beh, era secondo a “birra gratis”, ma dobbiamo coprire i nostri costi).

Penso davvero di percepire un’ondata di opinioni tra i golfisti sul fatto che preferirebbero di gran lunga essere fatti sentire a casa su un campo da golf, piuttosto che sapere che tutti hanno la maglietta infilata o indossano il giusto tipo di scarpe nelle stanze giuste.

Ho già parlato in precedenza di come il golf dovrà cambiare il suo atteggiamento per attirare la prossima generazione e trattenere le persone che ci hanno provato in vari blocchi. Una delle cose più sconcertanti di cui abbiamo discusso è il motivo per cui c’è così tanto trambusto nell’indossare i cappellini all’interno QUANDO OGNI GOLFER PROFESSIONISTA CHE VEDETE INDOSSANDO UN CAPPELLINO!

CORRELATI: I migliori cappellini da golf

Se rimproveri un giovane golfista per aver indossato un berretto nella clubhouse, è facile capire perché potrebbe non solo essere rimandato a tornare, ma anche completamente sconcertato. Bene, questa è una cosa che di certo non accadrà al Beef’s Golf Club.

Andrew 'Beef Johnston ha suonato al fianco di Phil Mickelson agli US Open nel 2018.

Non posso negare che l’handicapper medio che è in me è alla disperata ricerca di questo abbinamento per tutte le lezioni gratuite, Pro V1 e Pro-Am invitano a wangle, ma, con Beef che si sta ancora riprendendo da un fastidioso infortunio al pollice, tutto questo dovrà aspettare fino a quando non tornerà a giocare nel DP World Tour. Per ora, la perdita del Tour è il guadagno dell’audio.

Chiunque abbia visto qualcosa che Beef ha fatto su YouTube, visto interviste con lui o avuto il privilegio di incontrarlo ai tornei saprà che è la persona più semplice che si possa desiderare. È come se il tuo amico che ride nel modo giusto si limitasse a giocare con +5 e uscire con Tiger Woods e Mark Wahlberg.

Andrew 'Beef' Johnston ha vinto l'Open di Spagna nel DP World Tour nel 2016.

Quindi aspettati di sentirci regolarmente! Puoi inviarci i tuoi suggerimenti per la mazza da golf dei tuoi sogni, i comandamenti della clubhouse che vorresti vedere scritti nella pietra o qualsiasi domanda tu abbia per Beef sulla vita da professionista del tour a [email protected], oppure seguici su Twitter e Instagram. Potremmo anche inviarti una o due palline gratis!

Inoltre dovresti cercare una collaborazione molto speciale tra il Beef’s Golf Club e Il golfista di oggi più avanti nel mese – dopotutto, il miglior golf club deve avere la migliore rivista di golf della Gran Bretagna sui suoi tavoli.

ASCOLTA ORA: Puoi ascoltare e iscriverti al Beef’s Golf Club su Apple, Spotify e Google.

LEGGI SUCCESSIVO: La maggior parte dei driver indulgenti

Leave a Comment