headlines

Edimburgo si prepara ad accogliere il defunto monarca

Edimburgo si prepara ad accogliere il defunto monarca


La bara di Elisabetta II, morta giovedì nella sua residenza scozzese di Balmoral, sarà trasportata domenica 11 settembre attraverso la Scozia per raggiungere Edimburgo, dove il pubblico potrà rendere un primo omaggio al monarca, prima del suo solenne ritorno a Londra martedì per i funerali di stato il 19 settembre.

Il carro funebre reale lascerà Balmoral, la residenza dove il monarca amava trascorrere l’estate, alle 10:00 ora locale (11:00 ora di Parigi), arrivando a Edimburgo, la capitale scozzese, verso le 16:00 ora locale (17:00 ora di Parigi). ) dopo un viaggio di quasi 300 chilometri.

Leggi anche: Articolo riservato ai nostri iscritti Morte di Elisabetta II: Balmoral, l’ultima dimora di una regina rurale

Una grande folla è attesa sul percorso del convoglio funebre, per salutare un’ultima volta colui che regnò settant’anni e sette mesi, presenza familiare e rassicurante, ma sempre misteriosa, avendo attraversato, imperturbabili, tempi e crisi. Alla folla è stato chiesto di non lanciare fiori mentre il convoglio passava. Il carro funebre si fermerà prima a Ballater, il villaggio molto vicino al castello, poi ad Aberdeen e Dundee prima di raggiungere Edimburgo. La bara trascorrerà la notte nella sala del trono di Holyroodhouse, la residenza reale ufficiale in Scozia.

Funerali di Stato a Westminster

Sabato, Buckingham Palace ha confermato che i funerali di stato si sarebbero svolti il ​​19 settembre presso l’Abbazia di Westminster, a Londra, una mecca per matrimoni reali, incoronazioni e sepolture per quasi un millennio. Fu lì che quella che era ancora la sola Principessa Elisabetta si sposò nel novembre 1947, all’età di 21 anni, Philip Mountbatten. Questo è anche il luogo in cui è stata incoronata il 2 giugno 1953. Per la cerimonia sono attesi leader da tutto il mondo, incluso il presidente degli Stati Uniti Joe Biden.

Leggi anche: Articolo riservato ai nostri iscritti Elisabetta II attraverso 21 articoli essenziali tratti dagli archivi del “Mondo”

Decine di migliaia di persone dovrebbero anche porgergli l’ultimo saluto al Palazzo di Westminster, dove la sua bara sarà esposta dal 14 al 19 settembre, prima del funerale che inizierà alle 12:00 ora di Parigi il 19, un pubblico vacanza nel Regno Unito.

Suo nipote William, ora principe di Galles ed erede al trono, ha reso omaggio sabato. “Lei è stata al mio fianco nei miei momenti più felici. Ed è stata al mio fianco nei giorni più tristi della mia vita. Sapevo che questo giorno sarebbe arrivato, ma ci vorrà del tempo per abituarsi alla realtà della vita senza la nonna”.ha detto in una nota.

“Mia nonna diceva che il dolore era il prezzo da pagare per l’amore. Tutta la tristezza che proveremo nelle settimane a venire testimonierà l’amore che abbiamo per la nostra straordinaria regina. Onorerò la sua memoria sostenendo mio padre, il re, in ogni modo possibile. »

« Tutti e 4 Uno »

Il principe ha poi creato la sorpresa andando con la moglie Kate, ma anche il fratello Harry e la moglie Meghan a meditare davanti ai fiori posti in omaggio a Elisabetta II davanti al Castello di Windsor. Le due coppie sono notoriamente fredde, Harry e Meghan ora si sono stabiliti in California. Non si vedevano insieme in pubblico da più di due anni e la loro passeggiata è stata accolta da un applauso.

« Tutti e 4 Uno »titolava il tabloid Il Sole per la sua edizione domenicale, con un’immagine del quartetto in prima pagina, anche in prima pagina di tutti i siti di media britannici sabato sera. I figli di Carlo III hanno così quasi eclissato il padre, proclamato re al mattino secondo un centenario cerimoniale, trasmesso per la prima volta in televisione, dopo essere diventato re automaticamente giovedì all’annuncio della morte di Elisabetta II.

Leggi anche: Articolo riservato ai nostri iscritti Carlo III si proclamò re: da Windsor alla Città, giornata ricca di simboli per celebrare la comunione nazionale

Sembrando sempre più fragile negli ultimi mesi, la regina ha dedicato la sua vita alla monarchia. Martedì stava ancora lavorando, ricevendo in udienza il primo ministro dimissionario Boris Johnson e il nuovo primo ministro, Liz Truss, a cui aveva chiesto di creare un nuovo governo. Il monarca, troppo debole per viaggiare, era comunque rimasto a Balmoral per queste udienze.

Il mondo con AFP

Leave a Comment