Rugby

Top 14. Tolone conta sui suoi “assassini” e sui suoi “affamati” per dare un colpo a Tolosa

Vainqueur d


Vincitore dell’ingresso a Mayol, il Tolone si sarebbe visto giocare un brutto scherzo allo Stade Toulousain durante il 2° giorno della Top 14. (©Icona Sport)

Tolosa-Tolonequesto è IL confronto di questo 2e I 14 giorni migliori, e questo poster di gala chiuderà un weekend di rugby ad alta quota. Una partita necessariamente speciale che affrontiamo con grande voglia nella classifica del Var, dopo un doppio ingresso lo scorso fine settimana (40-25).

Tolone “avanza di un livello”

Dopo essere uscito vittorioso da una complicata partita contro il Bayonne, il Rugby Club Toulonnais avrebbe dovuto “salire di livello questa settimana”, come sottolineato da Pietro Mignoni, se vuole realizzare un’impresa questa domenica, 11 settembre, a Ernest-Wallon. “Ho sentito i giocatori mobilitarsi. Abbiamo una buona sensazione, però, l’allenamento non è sempre la verità del gioco. Conosciamo molto bene Tolosa. Tutti i giocatori dovranno essere ben collegati. Anche il suo campanello laterale Beka Gigashvili. “Siamo tutti motivati. Andiamo avanti ogni settimana, questa non fa eccezione. Siamo pronti per andare a vincere questo fine settimana”.

Gli assassini “

All’inizio del campionato, Bayonne ha fatto soffrire il Tolone. I baschi, infatti, passano in vantaggio all’intervallo, 14-18. Il punteggio è addirittura peggiorato contro l’RCT, 14-25 poco dopo l’uscita dagli spogliatoi. Tuttavia, la panchina del Var quindi rimettere in gioco il Rouge et Noir. Gli “assassini” di Tolone avranno la loro carta da giocare a Tolosa. ” I nostri sostituti, “assassini” come ci piace chiamarli, e gli “affamati”, i nostri giocatori fuori dal girone, sono quelli che fanno andare avanti la squadra. Quelli che tirano su il gruppo. Questi nomi non sono solo semplici parole, ricordano azioni “, sottolinea l’allenatore del Tolone.

Tommaso Sale, Tolone posteriore riposizionato al centro, è stato uno degli “assassini” contro Bayonne. “Siamo entrati in campo con la voglia di fare bene e aiutare la squadra. Dovevamo mettere le mani sulla palla ed essere più presenti fisicamente per marcarli”. Ma come adottare l’atteggiamento di un killer con la delusione di vedersi in panchina? “Fa parte del lavoro. Questa è la vita quotidiana di un atleta professionista. Lavoriamo tutti l’uno per l’altro nei giorni feriali, nei fine settimana bisogna saper rispettare la scelta degli allenatori. Poi quando ci chiamano, dai il massimo. Tutto questo, per ottenere ciò a cui tutti qui aspirano, essere un titolare.

Due squadre bifronte

Come l’RCT, lo Stade Toulousain, svezzato dai palloni, era ampiamente indietro nell’intervallo contro il Bordeaux, 22-9. Autore di un notevole secondo atto, il Tolosa ha invertito la tendenza alla vittoria, 25-26. “Questo dimostra semplicemente il pericolo rappresentato da Tolosa”, afferma sobriamente Pierre Mignoni.

Quando gli è stato chiesto se è preoccupato per il trasferimento a Pink City così presto nella stagione, l’ex mediano di mischia è diretto. ” Non mi interessa. (Ride). Non facciamo la domanda. Il campionato è omogeneo. Dobbiamo essere pronti dalla prima partita. L’abbiamo visto la scorsa settimana”. Attenzione, però, al Tolone: ​​nelle ultime 4 trasferte a Tolosa ha raccolto in media… 33 punti. Punge, ovviamente!

Baptiste PIQUEL (a Tolone)

Video: attualmente su Actu

Questo articolo ti è stato utile? Tieni presente che puoi seguire Actu Rugby nello spazio My Actu. In un click, dopo la registrazione, troverai tutte le novità delle tue città e dei tuoi brand preferiti.

Leave a Comment