football

questi 15 giovani che possono far esplodere lo schermo

questi 15 giovani che possono far esplodere lo schermo


Cosa c’è dopo questo annuncio

Warren Zaire-Emery (16 anni/Paris Saint-Germain/Francia)

Partito per il Giappone con la prima squadra del Paris Saint-Germain, Warren Zaire-Emery è considerato il più grande talento del centro di allenamento dell’Ile-de-France. C’è da dire che il giocatore classe 2006 colpisce per la sua maturità quando ha solo 16 anni. Vincitore la scorsa estate di Euro U17 con una generazione tricolore d’oro, si è già dimostrato interessante in Youth League (1 partita, 1 gol). Per quanto riguarda la Ligue 1, invece, non ha ancora giocato molto (2 partite, 9 minuti) ma il fitto calendario e il resto della stagione dovrebbero permettergli di mostrarsi di più con i parigini.

Désiré Doué (17 anni/Stade Rennais/Francia)

Altra rivelazione di Euro U17 che l’ha vinta con Warren Zaire-Emery, Désiré Doué porta bene il suo cognome e potrebbe prestarsi anche il suo nome quando i grandi club saranno interessati a lui. Entrato in rotazione nella squadra di Bruno Genesio e schierato durante le prime 6 giornate di campionato (1 mandato, 5 presenze), ha già segnato contro lo Stade Brestois. Il trequartista molto versatile ama lanciarsi e colpire la palla con i piedi. I difensori della Ligue 1 hanno già individuato il fenomeno.

Johann Lepenant (19 anni/Olympique Lyonnais/Francia)

Arrivato dal Caen quest’estate, Johann Lepenant non è un giocatore che sorprenderà i fan della Ligue 2 visto che ha già mostrato grandi cose con i Normanni. Volendo fare il passo in più, è andato nelle terre del Rodano e sta già impressionando il suo mondo. Capace di fare da tedoforo e da sentinella, ha tenuto per il momento piuttosto bene quest’ultima posizione con 4 presenze in 5 partite giocate. Il nativo di Granville dovrà fare i conti con una forte concorrenza ma il suo inizio all’avventura suggerisce grande talento.

Rareș Ilie (19 anni/OGC Nizza/Romania)

Considerato uno dei grandi potenziali del calcio rumeno, Rareș Ilie sta uscendo da una grande stagione con il Rapid Bucharest anche se ha dovuto giocare in manutenzione. Internazionale U19 con la Romania, ha catturato l’attenzione di Lucien Favre e sta già mostrando buone disposizioni. Intelligente nel gioco e tecnicamente a suo agio, ha già 5 match all’attivo con il Nizza e cercherà di confermare durante la stagione di poter essere una vera opzione per gli Aiglon.

Bafodé Diakité (21 anni/Lille/Francia)

Ha scambiato il viola con il rosso e gli sta bene. Lasciato il Tolosa per il Lille contro 3 milioni di euro, Bafodé Diakité non è estraneo al buon inizio di stagione dei Dogues. Posizionato come terzino destro dove ha preso il posto di Akim Zedadka, questo difensore centrale allenato è la controparte ideale di Ismaily. Solido nella sua corsia, permette al brasiliano di arrampicare regolarmente e di sfoggiare tutta la sua tecnica. A 21 anni, Bafodé Diakité sta riscoprendo la Ligue 1 dopo la sua avventura nel Tolosa (27 partite tra il 2018 e il 2020).

Alan Virginius (19 anni/Lille/Francia)

Altra fonte di attenzione dalla parte dei Mastini, l’esterno arrivato dal Sochaux scopre la Ligue 1 con due presenze in contropiede. Dovendo uscire dalla panchina in questa stagione, il destro ha fatto irruzione sullo schermo durante l’ultimo Euro U19 dove è stato uno dei conduttori della formazione francese. Se l’apprendimento delle alte sfere può richiedere tempo, ha già giocato 50 partite di Ligue 2 con il Sochaux per 10 gol e 4 offerte. Statistiche già lusinghiere.

Muhammed-Cham Saracevic (21 anni/Clermont/Austria)

Chiaramente il giocatore che ti fa venire voglia di vedere giocare Clermont senza possibili esagerazioni. Tornato al club dopo un brillante prestito al Lustenau (15 gol e 14 offerte in 31 partite austriache P2), il trequartista è già fondamentale nel sistema dell’Auvergnats. Già autore di 3 gol in 6 partite contro Reims, Lorient e Tolosa, ha saputo distinguersi in incontri importanti in vista di un eventuale mantenimento. Nazionale austriaco U21, potrebbe interessare rapidamente l’allenatore Ralf Rangnick se continua a mostrare un così buon livello con il Clermont.

Anthony Rouault (21 anni/Tolosa/Francia)

Promosso con il Tolosa, il giovane difensore francese stringe un solido legame con il danese Rasmus Nicolaisen. Giocando le prime 6 partite della stagione, questo puro prodotto del centro di allenamento di Pitchounes sta già mostrando grandi prestazioni con la maglia viola. Solido nei duelli, a suo agio con la palla tra i piedi e con ancora ampi margini di miglioramento, avrà un ruolo importante nel mantenere il club del Tolosa in Ligue 1.

Wilson Odobert (17 anni/Troyes/Francia)

Allenato al Paris Saint-Germain da cui è arrivato libero quest’estate, Wilson Odobert è la bella sorpresa di inizio stagione per il club dello Champagne. Agitando sulla corsia destra, l’esterno si è subito mostrato al livello dei requisiti della Ligue 1 ed è stato in grado di trovare la rete durante le due vittorie di ESTAC contro Angers e Monaco. Dovendo alternarsi tra la panchina e gli undici titolari, Wilson Odobert ha optato per Troyes per poter giocare più velocemente in Ligue 1 e questa decisione sembra essere buona viste le ultime settimane del nativo di Meaux.

Karamoko Dembélé (19 anni / Brest / Inghilterra)

Fenomeno precoce in Scozia dalla parte del Celtic, l’esterno inglese non ha mai avuto una vera chance in prima squadra con i Bhoys. Ecco perché quest’estate è uscito libero e Brest ha colto al volo l’occasione. Veloce e acuta nel dribbling, Karamoko Dembélé paga però per un fisico troppo fragile e si vede. Brest si prende il tempo di lanciarlo (3 partite e 30 minuti giocati) e il suo successo è tutt’altro che garantito. Tuttavia, la scommessa è allettante e Karamoko Dembélé cercherà di rilanciare con i Pirates.

Khalil Fayad (18 anni/Montpellier/Francia)

Subito dopo l’ingaggio da professionista, il centrocampista 18enne è considerato uno dei grandi talenti del club dell’Hérault. Che sia in ambiente a tre o da trequartista, il franco-marocchino dal profilo molto tecnico sta gradualmente lasciando il segno e si è anche offerto il lusso di distribuire un caviale per Enzo Tchato durante la sconfitta per 5-2 contro il PSG. Apparendo in altre due partite, Khalil Fayad ha già acquisito il fatto che doveva essere contato su questa stagione dalla parte del Paillade.

Isaak Touré (19 anni/Marsiglia/Francia)

Torre di controllo dall’altezza delle sue dimensioni di 2m04, Isaak Touré si distingue anche per una velocità impressionante, soprattutto date le sue dimensioni. Ex giocatore di Le Havre e semifinalista di Euro U19 con la Francia, dovrà trovare il suo posto in una squadra molto competitiva come quella dell’OM. Giocando solo un minuto in questa stagione, ha fatto una buona preparazione e potrebbe avere la sua occasione per tutta la stagione a seconda di infortuni e squalifiche.

Maghnes Akliouche (20 anni/Monaco/Francia)

Lo avevamo già visto emozionante e interessante l’anno scorso con 9 apparizioni per 1 offerta. Giovane talento dalla formazione asemista capace di fare da esterno come trequartista, Maghnes Akliouche ha un registro molto interessante, soprattutto dopo l’addio di Sofiane Diop. Se ha giocato poco (2 presenze) per il momento, questo giocatore forte è in grado di portare il suo tocco per tutta la stagione e prendere minuti. Il potenziale che ha già mostrato sembra interessante ma gli manca ancora il tempo per giocare.

Martin Adeline (18 anni/Reims/Francia)

Presente a Euro U19 dove è stato uno dei migliori francesi, Martin Adeline presenta un profilo che ricorda un certo Yoann Gourcuff. Tecnico, intelligente e completo, questo centrocampista capace di evolversi un gradino più in alto deve ora confermarsi al piano superiore. Ex giocatore del centro di allenamento del Paris Saint-Germain, Martin Adeline si è finora unito al gruppo con 3 presenze per un tempo di gioco di 63 minuti. Oscar Garcia si prende il tempo per lucidare il suo diamante.

Folarin Balogun (21 anni/Reims/Inghilterra)

Prestito dall’Arsenal per rafforzarsi, Folarin Balogun dimostra perché i Gunners credono molto in lui. In già 6 partite di Ligue 1, ha segnato 5 gol e 2 segnature in tutte le partite (Marsiglia, Clermont, Strasburgo, Angers e Lens) tranne contro l’Olympique Lyonnais. Un esordio in fanfara per l’uomo che forma un duo attraente con la giapponese Junya Ito. Reims non ha un’opzione di acquisto e non c’è dubbio che l’Arsenal si stia già fregando le mani contro un inizio del genere per la sua pepita.

Leave a Comment