Trofei rugby amatoriale 34: vota qui il miglior staff sportivo


Midi Libre, il Comitato dipartimentale di rugby dell’Hérault e l’Agenzia lanciano i primi trofei di rugby amatoriale nell’Hérault. Vota dal 6 al 18 settembre, per eleggere i tuoi preferiti nella 15 categorie, luogo di oggi nelle categorie: Miglior staff sportivo e Miglior scuola di rugby.

Questo trofeo è sponsorizzato da: FRAYSSINET

Olivier Dussaut e Thomas Janik

Olivier Dussaut e Thomas Janik (RO Agde)

Entrambi gli ex giocatori del RO Agde, Olivier Dussaut e Thomas Janik, hanno portato la loro squadra al titolo supremo la scorsa stagione contro L’Isle-Jourdain (15-3). Una stagione storica che ha visto dominare testa e spalle gli Agathois, una gallina con dei pezzi grossi come Gruissan o Castelnaudary. Iniziato con Jean-Baptiste Dambielle come allenatore di tre quarti, questo particolare esercizio 2021-2022 si è concluso con Thomas Janik, in quel ruolo. Nonostante i cambiamenti, lo zoccolo duro del gruppo Agde, che ormai da diversi anni si evolve insieme, è rimasto unito, ben sostenuto dal doppietto Dussaut-Janik. Un titolo nazionale e la pagina più bella scritta nella sua carriera sportiva, ma anche per il club, che per la prima volta sfiora le vette dalla sua incoronazione negli Juniors Philiponneau o da quella di campione di Francia di Federal B, il campionato di riserve. In questa stagione Olivier Dussaut è al timone di Thau Rugby, con Roger e Suné, mentre Janik è ora associato a Jean-Michel Millet alla ROA.

Olivier Sebastien e Olivier Cornic.

Olivier Sebastien e Olivier Cornic.

Olivier Sébastien e Olivier Cornic (Cadettes AS Béziers)

Un titolo di campione di Francia non è mai insignificante in una carriera, sia per un giocatore che per un allenatore. La gioia di toccare un pezzo di legno è indescrivibile. Nella continuità delle stagioni precedenti, due Olivier erano a capo della sezione cadetti a Béziers. Olivier Sébastien e Olivier Cornic hanno potuto fare affidamento la scorsa stagione su un piccolo gruppo di 23 giocatori per la stagione. Non necessariamente l’ideale per una lunga stagione. Soprattutto quando si sono aggiunti i tanti infortuni fin dall’inizio. “Abbiamo completato la fase di qualificazione (10 partite) alle 17 o alle 18 del referto, spiegano gli allenatori. Abbiamo dovuto fidarci dei principianti e rivedere il posizionamento di alcuni giocatori in altre posizioni. “Per la prima partita di campionato, la scorsa stagione, una trasferta a Millau, non è andato tutto bene, con una pesante sconfitta per 49-3. Ma a forza di lavoro e di altruismo dei due tecnici, aiutati da Michelle Pallares nella “preparazione” fisica oltre che dai giocatori, le “Poulettes” di Béziers si sono prese la rivincita in finale, vincendo 17-14, per alzare il tiro scudo.

Bruno Ruiz e Brian Liebenberg.

Bruno Ruiz e Brian Liebenberg.

Bruno Ruiz e Brian Liebenberg (RC Sete)

Che stagione per i Sétois! Guidato da uno staff a quattro stelle, tra Brian Liebenberg (allenatore tre quarti), Alexandre Ruiz (allenatore attaccante), che ha dato alcune mani d’aiuto, parallelamente alla sua missione principale all’MHR. E Bruno Ruiz, il padre di quest’ultimo, manager del club “Ile Singulière”. “E’ la mia stagione migliore, dice il tecnico, ancora con le stelle negli occhi. La cosa bella è che ho potuto vivere questa avventura con mio figlio e mio nipote”. Un’annata 2021-2022 di altissima qualità con grande successo per una sola sconfitta, nella finale nazionale d’onore, contro il Sévignacq (19-6). “Lascia un assaggio di lavoro incompiuto”, commenta Ruiz. Con David Carayon, Nicolas Stanzione e Adrian Kerbiguet, che la scorsa stagione si è occupato della squadra di riserva, i due staff hanno lavorato “mano nella mano” condividendo i vari compiti di allenamento. In questa stagione, dopo l’addio di Brian Liebenberg, sarà l’esordio del club, “Mouss” Amakrane, che occuperà la carica di allenatore di tre quarti, pur mantenendo il suo status di giocatore.

Leave a Comment