Sospetto di furia di tiro a Memphis concesso difensore d’ufficio


MEMPHIS, Tennessee (AP) — Un uomo del Tennessee accusato di aver ucciso quattro persone e ferito altre tre in una sparatoria in live streaming che ha paralizzato Memphis e portato a una caccia all’uomo in tutta la città è stato concesso a un difensore pubblico durante l’apparizione in tribunale venerdì mattina e rimarrà incarcerato con l’accusa di omicidio di primo grado.

Ezekiel Kelly, 19 anni, ha detto a un giudice che non poteva permettersi un avvocato per le accuse nell’attacco di mercoledì che ha causato panico e paura in tutta la città.

Sono previsti costi aggiuntivi. Il procuratore distrettuale Steve Mulroy ha affermato fuori dal tribunale che il legame non è garantito a causa della natura violenta dei presunti crimini.

La furia durata ore ha avuto la polizia che ha avvertito i residenti di ripararsi sul posto, chiudendo uno stadio di baseball e campus universitari e sospendendo i servizi di autobus pubblici poiché i residenti spaventati si chiedevano dove l’uomo avrebbe potuto colpire dopo. Kelly è stata arrestata mercoledì in ritardo dopo aver schiantato un’auto rubata mentre fuggiva dalla polizia.

La violenza si è svolta solo pochi mesi dopo che Kelly è stata rilasciata anticipatamente da una condanna a tre anni di prigione per un paio di sparatorie nel 2020.

Lo spargimento di sangue si è svolto mentre la città stava ancora vacillando per la brutale uccisione della jogger Eliza Fletcher che era stata rapita durante la sua corsa mattutina meno di una settimana prima.

“Questa è stata una settimana orribile per la città di Memphis”, ha detto il direttore della polizia Cerelyn “CJ” Davis.

Le autorità non hanno offerto alcuna spiegazione giovedì di un possibile motivo. Né hanno detto come Kelly sia riuscita a ottenere la pistola o le pistole usate negli attacchi.

L’ufficio del difensore pubblico della contea di Shelby non ha risposto a una chiamata in cerca di commenti sul caso di Kelly.

Memphis è stata anche scossa da altri omicidi di alto profilo nelle ultime settimane, tra cui l’uccisione di un pastore durante un furto d’auto alla luce del giorno nel suo vialetto e l’uccisione di un attivista durante una discussione per soldi.

Il sindaco Jim Strickland ha detto ai giornalisti giovedì di essere indignato per il fatto che Kelly fosse stata rilasciata anticipatamente dalla prigione a marzo dopo essersi dichiarata colpevole l’anno scorso per accuse di aggressione aggravata.

“Questo non è un modo per noi di vivere, e non è accettabile”, ha detto Strickland, che in seguito è salito sul podio chiedendo responsabilità. Ha aggiunto: “Se il signor Kelly avesse scontato la sua condanna a tre anni, sarebbe ancora in prigione oggi e quattro dei nostri concittadini sarebbero ancora vivi”.

Nel febbraio 2020, Kelly, allora 17enne, è stata accusata da adulta di tentato omicidio di primo grado e altri crimini in due sparatorie commesse a poche ore di distanza l’una dall’altra. Entrambe le vittime sono sopravvissute ma non hanno collaborato con i pubblici ministeri, secondo i registri del tribunale, e Kelly si è dichiarata colpevole di accuse ridotte di aggressione aggravata nell’aprile 2021.

Kelly è stato condannato a tre anni di prigione, ma è stato rilasciato a marzo dopo aver scontato poco più di due anni dietro le sbarre, compreso il merito che ha ricevuto per il tempo in cui è stato incarcerato prima della sua richiesta.

I documenti del tribunale per i minorenni esaminati dall’Associated Press hanno mostrato che entrambe le sparatorie hanno avuto luogo quando fuori era buio e quando entrambe le vittime stavano aiutando altre persone a muoversi. In entrambe le occasioni i colpi di arma da fuoco provenivano da un’auto con più di una persona all’interno, secondo i registri.

L’uomo colpito al petto ha testimoniato di essere stato colpito mentre cercava di mettersi al riparo e i colpi sono durati cinque minuti. Ha identificato positivamente Kelly in tribunale, secondo i registri.

“Data l’età dell’imputato, i precedenti contatti con la Corte e la natura degli atti illeciti, la Corte non ritiene che vi sia un tempo specifico per riabilitare il minore mediante l’uso di procedure, servizi e strutture a disposizione della Corte in questo stato”, un disse l’ordinanza del tribunale.

Mesi prima del suo rilascio, a Kelly è stata negata la libertà condizionale nel settembre 2021.

Prima di quella decisione, ha detto in un’udienza del consiglio per la libertà vigilata che aveva lasciato la scuola superiore durante l’undicesimo anno perché aveva un problema di gestione della rabbia. In una valutazione dei rischi e dei bisogni dei detenuti, un funzionario dell’udienza per la libertà vigilata ha affermato di aver ottenuto un punteggio alto per “violento”, secondo una registrazione dell’udienza.

“Stavo andando alla gestione della rabbia”, ha detto Kelly, allora 18enne, in udienza. “All’epoca non sapevo come affrontarlo perché ero un adolescente”.

Ha detto che era stato “affiliato” – nel senso, con una banda – ma non lo era più, dicendo: “invecchiando, mi sono separato da quel tipo di gruppi”. Ha detto di aver lavorato in precedenza in un fast-food e in un club di poesia.

A quel tempo, la sua fidanzata scrisse una lettera ai funzionari della libertà vigilata, dicendo che la coppia aveva parlato di Kelly che andava a scuola di commercio e iniziava una nuova vita.

Nel raccomandare la libertà condizionale, l’auditore in parte ha citato “la gravità del tuo reato, essendo che qualcuno è stato colpito – so che hai detto che non c’eri – ma hai la condanna”.

___

Lo scrittore dell’Associated Press Jonathan Mattise di Nashville, nel Tennessee, ha contribuito a questo rapporto.

Leave a Comment