Piede PSG – PSG: Neymar vs Mbappé, Sergio Ramos ferma il delirio


Tornato al suo miglior livello, Sergio Ramos ha colto l’occasione per parlare e affrontare il caso Neymar e Mbappé. Si muove decisamente.

Dopo una prima stagione molto deludente con la maglia del PSG, Sergio Ramos riconquista la sua superba. Il difensore centrale ha finalmente incatenato le partite e ha preso il ritmo della competizione. Il suo posto negli 11 di partenza è indiscutibile e questo è un bene, nessuno lo contesta. Sarebbe potuto essere così se Luis Campos avesse portato a Milano Skriniar in estate, ma lo slovacco è rimasto all’Inter, lasciando la difesa parigina senza molta concorrenza. Nulla però su cui riposare sugli allori per lo spagnolo, che nonostante i suoi 36 anni è uno dei giocatori più in forma del Paris SG, come dimostrano gli oltre 10 chilometri percorsi durante la partita contro la Juventus di martedì scorso.

Zero pietà in campo per Sergio Ramos

Che danno una certa legittimità sul campo a un giocatore che ha un peso reale negli spogliatoi. Il nazionale, che spera di incatenare le partite per trovare un posto anche nella forza lavoro de La Roja per i Mondiali, ammette di comportarsi come un boss nel girone del PSG, dove le tensioni possono essere tante. Interrogato dal media sudamericano TNT Sport, Sergio Ramos è stato interrogato sulle tensioni che potrebbero regnare, come di recente tra Neymar e Mbappé. Rispondendo in modo più generale, lo spagnolo ha chiarito che era necessario alzarsi presto per dividere il gruppo, almeno durante gli incontri. Sempre burbero, Sergio Ramos ha spiegato che darebbe tutto per la sua maglia, a prescindere dalle differenze che potrebbero opporsi ai giocatori. ” Quando il gioco finisce, ti stringi la mano, è tutto finito. Durante la partita si ucciderebbe per i compagni, ma non è niente di personale con nessuno “, ha sottolineato il difensore, che non è tipo da fare regali, e continua a farne il suo marchio di fabbrica in Ligue 1 e C1, con il suo recente litigio con Leandro Paredes durante lo scorso PSG-Juventus.

Dirige il duo Neymar-Mbappé


Un compagno di squadra così è forse quello che gli mancava al PSG la scorsa stagione in Champions League, in particolare per affermarsi contro il Real Madrid durante l’eliminazione al Bernabeu. Nel frattempo, il Paris può contare su un Sergio Ramos scatenato e determinato per alzare ancora una volta la Coppa con le orecchie grandi. “ Volevo sentire di nuovo l’inno della Champions League, sentirmi di nuovo bene, sentirmi bene in campo. Credo che questa sia la strada da percorrere, per mostrare il mio miglior livello e continuare a lavorare. Sono felice. La verità è che ho finito molto bene la scorsa stagione, mi sentivo bene, lontano dall’idea degli infortuni. Non vedo l’ora di giocare a calcio, per mostrare il mio miglior livello “, ha consegnato lo spagnolo, che approfitta del suo ritorno alla ribalta per effettuare altri interventi. Infatti, dopo la confusione tra Mbappé e Neymar ad inizio campionato, lo spagnolo è stato uno dei più attivi nel tranquillizzare i due giocatori e nel dire loro che insieme possono portare il PSG molto in alto. Non così pazzo, Sergio Ramos.

Leave a Comment