Nazionale 1: RC Narbonnais all’inferno di Pierre-Rajon


Sabato 10 settembre (18:30), il Racing Club Narbonnais si recherà a Bourgoin-Jallieu per la seconda giornata del campionato. In questa occasione, gli Audois calpesteranno un prato mitico e ancorato all’arredamento del rugby francese, lo stadio Pierre-Rajon.

Uno stadio leggendario del rugby francese

Nel 1922, tre dei fondatori del Club Sportif Bourgoin-Jallieu, Georges Ochs, Robert Faure e Pierre Rajon, costruirono lo “Sports Park”. 52 anni dopo (1974), questo stadio è stato rinominato in omaggio a una di queste tre figure chiave. Nasce lo stadio Pierre-Rajon. È su questo terreno che il CSBJ ha vissuto i suoi grandi momenti. Questo recinto ha conosciuto in particolare un record di vittorie, un’impressionante invincibilità in casa dalla primavera del 2002 al marzo 2006… 49 partite.

Il mediano di mischia, Pierrick Nova, è uno di quei giocatori che ha già giocato in questo stadio con la maglia “nera”: “È davvero lo stadio vecchio stile. È un club con una storia, un pubblico appassionato. Il fatto che ci siano queste tribune a livello del suolo porta un entusiasmo particolare. C’è una bella atmosfera, un entusiasmo speciale, è bello giocare lì “. Anche l’allenatore degli attaccanti dell’Aude, Brice Mach, ricorda questa fase: “E’ sempre una mentalità particolare, un carattere atipico come ci piace nel rugby. Le basi sono rispettate in questo stadio e si sforzano di farle rispettare. Ci stavamo tutti preparando perché fosse un inferno per Pierre-Rajon”.

Leggi anche:
Nazionale 1: colpiti due giocatori… Aggiornamento sull’infermeria dell’RC Narbonnais dopo la prima giornata

“La piscina, la piscina”, è conosciuta e riconosciuta

Il famoso e così famoso stand nord chiamato “pool stand” prende questo soprannome da una canzone molto speciale. Ad essa appoggiata la piscina comunale, si ripete in coro un ritornello che ha lo scopo di invogliare i Berjallien a tuffarsi nell’area di porta e quindi a spingere gli avversari. “La piscina, la piscina”viene cantato anche in mischia nei 22 metri per stimolare il CSBJ, come per portare gli avversari in… piscina.

Inoltre, il 17 maggio 2003, Guy Novès, allora allenatore dello Stade Toulousain, si scontrò fisicamente con l’annunciatore dello stadio Pierre-Rajon. La ragione ? Troppo “traboccante” l’incoraggiamento da parte di Christian Ruel, che quel giorno mantenne questa posizione.

Sabato sulla panchina del Racing, Brice Mach non vuole vivere questo momento: “Ho sentito questa canzone memorabile quando stavo suonando con Montauban. Entra nel cervello, rimane. Questa piscina, è conosciuta e riconosciuta. Per noi attaccanti, l’obiettivo è non ascoltarla Faremo di tutto per non sentirla canzone“.

Leggi anche:
Nazionale 1: RC Narbonnais costruito nella vittoria

22-48, vittoria memorabile di Narbonne per Pierre-Rajon

Il “vecchio calderone di Rajon” deve ricordare l’arrivo di RC Narbonnais negli ultimi anni. Prima della finale nazionale del 2021 persa contro Bourg-en-Bresse (26-16) e della partita Federal 1 di ottobre 2019 (18-18), è il 28 aprile 2017 che resta nei ricordi dei compagni di squadra di Pierrick Nova. Sostituendo quel giorno, il mediano di mischia lo ricorda come se fosse ieri: “Lo stadio era quasi pieno, i tifosi non avevano lasciato la loro squadra, erano rimasti fino alla fine della partita. Il pubblico era stato molto fair-play, era venuto anche a congratularsi con noi, molto di classe. Avevano appena” prendono 50 in casa, ma hanno seguito la loro squadra fino alla fine, è un bel ricordo, mettere 48 punti al Bourgoin, non ci sono molti giocatori o squadre che possono dirlo, quindi segna.

Questa partita è ancora ancorata nella storia del Racing poiché è la seconda vittoria in trasferta più grande del club e la prima in trasferta in Pro D2 (22-48). È stata la partita di mantenimento durante questa stagione 2016-2017.

Questo sabato intorno alle 18:30, ci saranno più di 5.500 tifosi sugli spalti, Brice Mach vuole che i suoi giocatori prendano parte all’evento: “sono momenti straordinari da vivere, in una carriera giocata al Rajon, è motivo di orgoglio, soprattutto uscirne illeso (ride), aggiungo un po’“. Titolare in mischia per questo incontro, Pierrick Nova si aspetta un grande momento: “Sarà la loro prima partita della stagione a Rajon, lo stadio sarà probabilmente pieno di una grande atmosfera. Quando hai tutti contro di te e 10.000 persone che vogliono la tua pelle, è una grande sfida da raccogliere ed è molto motivante .” L’RC Narbonnais è avvisato.

Leggi anche:
RC Narbonnais – Fette d’arancia: in coperta le giovanili

Leave a Comment