I paleontologi scoprono uno scheletro di adrosauro raro con pelle conservata in Canada


Per la gioia dei paleontologi, i fossili di dinosauri riaffiorano regolarmente in tutto il mondo. Ma alcune scoperte sono più eccezionali di altre. Nel Parco provinciale dei dinosauri in Canada, è stato appena trovato un raro fossile di adrosauro, un dinosauro erbivoro dal becco d’anatra, di 76 milioni di anni.

Situato nella provincia di Alberta, il Parco Provinciale dei Dinosauri è rinomato per la sua abbondanza di resti fossili. Secondo Caleb Brown, curatore del Royal Tyrrell Museum, negli ultimi decenni sono apparsi tra 400 e 500 scheletri o ossa di dinosauri, nonché molti altri resti di vertebrati.

È stato durante una missione di scouting condotta con gli studenti nel 2021 che è avvenuta la scoperta. Durante l’esplorazione del fianco di una collina, uno dei volontari, Teri Kaskie, ha visto un pezzo di fossile emergere dalla superficie. Dopo un’ispezione, ha scoperto che l’osso era molto più grande e meglio conservato di qualsiasi cosa avesse visto finora.

Quando il dottor Brian Pickles, professore di ecologia dell’Università di Reading che ha accompagnato il gruppo, è venuto a dare un’occhiata, era “completamente stupito“. “Non avevo mai visto niente del genere“, ha confidato al sito Scienza dal vivo. Ulteriori esami e primi scavi hanno rivelato che il frammento faceva effettivamente parte della coda di un adrosauro.

Un fossile dalle caratteristiche uniche

Gli scheletri di questa famiglia di dinosauri non sono rari in quest’area. Ma il fossile ritrovato di recente si è distinto per diverse caratteristiche eccezionali. In primo luogo, il suo stato di conservazione. Per il momento dalla roccia sono stati liberati solo parte della coda e un piede, ma la sua posizione suggerisce che lo scheletro potrebbe essere completo o quasi.

Poi la sua età. Sulla base delle dimensioni della coda e del piede, i paleontologi ritengono che l’esemplare sia alto circa quattro metri e quindi probabilmente un giovane. “Sebbene i dinosauri dal becco d’anatra siano ben rappresentati nella documentazione sui fossili, gli animali più giovani sono molto meno comuni“, ha sottolineato il dottor Pickles a La nazionale.

Ciò significa che la scoperta potrebbe aiutare i paleontologi a capire come sono cresciuti e sviluppati gli adrosauri.Infine, e ancora più inaspettatamente, porzioni di pelle fossilizzata sono apparse su alcune aree dello scheletro, il che suggerisce che si potrebbe trovare più pelle sul resto dell’adrosauro.

Gli specialisti Brian Pickles e Caleb Brown davanti alla collina che contiene il fossile. In basso, il diagramma dà un’idea della presunta posizione del fossile. © Melissa Dergousoff Università di Reading, diagramma di Caleb Brown

Trovare un fossile di dinosauro con molta pelle è “abbastanza raro“, ha confermato lo specialista a CBC prima di decifrare l’importanza di una tale particolarità: “quando trovi la pelle, o meglio gli organi interni, puoi iniziare a vedere come erano questi animali quando vivevano e respiravano“.

Durante il Cretaceo, tra 66 e 145 milioni di anni fa, la regione era attraversata da una complessa rete di fiumi che attraversava il paesaggio. Lo testimonia la presenza di numerosi fossili di specie acquatiche. Il dottor Pickles suggerisce quindi che il corpo dell’adrosauro si sarebbe trovato impigliato in una miscela di arenaria e fango che ne avrebbe consentito una buona conservazione.

Penso che sia stato coperto abbastanza rapidamente, altrimenti non sarebbe stato così ben conservato“, disse Scienza dal vivo. “Puoi ancora vedere alcune delle sue vertebre e tendini e mentre ti avvicini puoi vedere le sue squame. La pelle scura e squamosa ha una consistenza simile a quella di un pallone da basket. È qualcosa di molto speciale“.

Diversi mesi di sforzi prima di raccogliere l’intero fossile

È solo ripulendo l’intero fossile che i paleontologi saranno in grado di valutarne veramente le condizioni e studiarne l’anatomia. Il compito però si preannuncia lungo quanto complesso date le dimensioni dell’esemplare e la sua posizione alla base del colle. Secondo il Royal Tyrrell Museum, che sta partecipando al progetto, la raccolta dell’intero scheletro potrebbe richiedere diversi mesi o addirittura stagioni.

Finora abbiamo rimosso 112 tonnellate di roccia, ciò che chiamiamo sovraccarico, per raggiungere i fossili“, ha dettagliato lo scienziato. “Pensiamo il [squelette] tutto è lì ma non avremo alcuna certezza fino a quando non avremo terminato lo scavo“, ha confermato. Secondo la legislazione del governo dell’Alberta, tutti i fossili scoperti sono di proprietà della provincia e non possono essere venduti.

Una volta completamente ripulito, l’adrosauro dovrebbe quindi entrare in un laboratorio del Royal Tyrrell Museum situato a Drumheller, dove sarà preparato per lo studio. Le osservazioni permetteranno in particolare di valutare l’esatto grado di completezza dello scheletro, la sua conservazione e forse di determinarne la specie. Infine, entrerà a far parte della collezione permanente del museo.

Leggi anche:

Jakapil, un nuovo piccolo ma robusto dinosauro rinvenuto in Argentina

Jakapil, un nuovo piccolo ma robusto dinosauro rinvenuto in Argentina

La siccità rivela tracce di dinosauri nel letto del fiume Texas

La siccità rivela tracce di dinosauri nel letto del fiume Texas

Jurassic Park: 7 errori nella famosa saga dei dinosauri

Jurassic Park: 7 errori nella famosa saga dei dinosauri

Leave a Comment