sports

Ecco i 13 membri della classe Basketball Hall of Fame 2022

Ecco i 13 membri della classe Basketball Hall of Fame 2022


Ecco i 13 membri della classe Basketball Hall of Fame del 2022 originariamente apparsi su NBC Sports Philadelphia

Tredici persone stanno per essere consacrate nell’immortalità del basket.

La classe 2022 per la Naismith Memorial Basketball Hall of Fame è stata annunciata ad aprile e i 13 nuovi membri saranno ufficialmente introdotti sabato durante una cerimonia.

La classe di quest’anno include campioni NBA, reali WNBA, grandi allenatori e altro ancora. Prima che ottengano il loro splendore sul palco, ecco uno sguardo alle carriere dei 13 membri che compongono la classe Basketball Hall of Fame del 2022.

Swin Cash

Swin Cash è stato un vincitore a tutti i livelli in tutto il mondo. Ha guadagnato due titoli NCAA a UConn, tre campionati WNBA e due medaglie d’oro olimpiche durante la sua illustre carriera.

Per quanto riguarda i riconoscimenti individuali, è stata nominata NCAA Final Four Most Outstanding Player dopo che UConn ha coronato una perfetta stagione 39-0 nel 2002. Nella WNBA, ha vinto due MVP All-Star Gameè stato nominato in quattro squadre All-Star ed è stato riconosciuto come un grande di tutti i tempi con un posto nella WNBA Top [email protected] della lega nel 2016.

Larry Costello

Larry Costello sarà riconosciuto postumo alla cerimonia di insediamento del 2022. Anche se sarà inserito come collaboratore, è stato sia un giocatore campione che un allenatore.

Durante la sua carriera da giocatore, Costello è stato sei volte All-Star e un campione con i Philadelphia 76ers nella stagione 1966-67. Si è dedicato all’allenatore dopo essersi ritirato come giocatore e ha vinto un altro titolo NBA alla guida dei Milwaukee Bucks nel 1971. Ha accumulato un record di 410-264 durante le sue nove stagioni con i Bucks e un breve periodo con i Chicago Bulls.

Hugh Evans

Hugh Evans ha trascorso 28 anni come arbitro NBA dal 1973 al 2001. In quel periodo, ha arbitrato oltre 1.900 partite della stagione regolare ed è stato in campo per 35 partite delle finali NBA.

Dopo aver completato la sua carriera di arbitro in campo, ha trascorso una manciata di anni come assistente supervisore degli ufficiali dell’NBA.

Manu Ginobili

Manu Ginobili è uno dei campioni più decorati della NBA del 21° secolo. È stato un membro chiave di quattro squadre vincitrici del titolo con i San Antonio Spurs, guadagnando due censure All-Star e due selezioni per la terza squadra All-NBA.

La grandezza di Ginobili si estendeva oltre San Antonio. Ha contribuito a portare l’Argentina alla sua unica medaglia d’oro olimpica nel basket maschile durante i Giochi di Atene del 2004. Quattro anni dopo, ha guadagnato una seconda medaglia olimpica quando l’Argentina ha guadagnato il bronzo a Pechino.

Tim Hardaway

Tim Hardaway ha giocato principalmente per i Golden State Warriors e i Miami Heat durante i suoi 15 anni di carriera nella NBA. Ha ottenuto cinque selezioni All-Star, è stato nominato in cinque squadre All-NBA e si classifica al 18 ° posto nella lista degli assist di tutti i tempi della lega con 7.095.

Come Ginobili, Hardaway possiede una medaglia d’oro olimpica. Ha guadagnato il suo con il Team USA ai Giochi di Sydney del 2000.

Da Harris

Del Harris ha trascorso oltre 50 anni come allenatore di basket a tutti i livelli. I suoi massimi successi includono un’apparizione alle finali NBA del 1981 con gli Houston Rockets e l’onore di Coach of the Year NBA del 1995 con i Los Angeles Lakers. Altri risultati includono il premio Jerry Colangelo 2010 per la leadership e il carattere, il premio Coach John Wooden “Keys to Excellence” 2014 e il premio John W. Bunn Lifetime Achievement Award 2019 della Basketball Hall of Fame.

Lou Hudson

Lou Hudson riceverà un’induzione postuma nel 2022. Il sei volte NBA All-Star ha trascorso 11 stagioni nell’organizzazione degli Hawks prima di trascorrere le sue ultime due stagioni con i Los Angeles Lakers. Ha ottenuto sei nomination consecutive all’All-Star con gli Hawks dal 1968-69 al 1973-74.

Hudson ha concluso la sua carriera nell’NBA con una media di 20,2 punti, 4,4 rimbalzi e 2,7 assist a partita.

Bob Huggins

Bob Huggins è stato un allenatore di basket maschile della divisione I della NCAA per 37 stagioni in quattro istituzioni. Ha iniziato la sua carriera di capo allenatore all’Akron prima di dirigersi a Cincinnati, dove è rimasto per 16 stagioni. Ha trascorso un anno al Kansas State, ma ha rapidamente preso il timone del West Virginia, dove è stato dal 2007.

Huggins possiede un record di 844-374, dandogli l’ottavo numero di vittorie di tutti i tempi in vista della stagione 2022-23. Il suo curriculum da allenatore include anche 25 selezioni di tornei NCAA e due viaggi alle Final Four.

Giorgio Carlo

George Karl ha trascorso 27 stagioni come capo allenatore della NBA in sei franchigie: Cleveland Cavaliers, Golden State Warriors, Seattle SuperSonics, Milwaukee Bucks, Denver Nuggets e Sacramento Kings. Il suo apice in NBA è arrivato nella stagione 1995-96, quando ha aiutato a guidare i Sonics alle finali NBA per la prima volta in 17 anni.

Karl si trova al numero 6 nella lista delle vittorie di tutti i tempi tra gli allenatori NBA con 1.175.

Radivoj Korac

Radivoj Korac, una delle prime stelle del basket jugoslavo, sarà onorato postumo. Ha guidato il paese alla medaglia d’argento alle Olimpiadi del 1968 a Città del Messico, ma il suo risultato più sorprendente è arrivato in EuroLeague. Giocando per l’OKK Belgrado, ha stabilito il record di gol in partita singola del campionato durante la stagione 1964-65 segnando 99 punti contro l’Alvics BK.

Korac morì in un incidente stradale all’età di 30 anni nel 1969. La FIBA ​​ha onorato il suo omonimo con la Coppa Korać dal 1971-72 al 2001-02.

Theresa Shank-Grentz

Theresa Shank-Grentz è stata una delle prime giocatrici dominanti nel basket femminile collegiale.

Ha vinto tre titoli nazionali AIAW consecutivi all’Università dell’Immacolata ed è stata nominata All-American tre volte consecutive dal 1972 al 1974. Ha concluso la sua carriera con oltre 1.000 punti e il suo numero 12 si è ritirato all’Immacolata.

Marianne Stanley

Marianne Stanley ha allenato per 45 stagioni a livello collegiale e WNBA. Ha vinto 416 partite in cinque programmi NCAA, tra cui a campionato nazionale con Old Dominion nel 1985. Nella WNBA, ha vinto 2002 Coach of the Year con i Washington Mystics.

Di recente ha allenato con l’Indiana Fever all’inizio della stagione WNBA 2022.

Lindsay balena

Lindsay Whalen è un’altra campionessa di basket femminile che ha guadagnato hardware sulla WNBA e sui palcoscenici internazionali. In un arco di sette anni dal 2011 al 2017, ha vinto quattro titoli WNBA con il Minnesota Lynx e due medaglie d’oro olimpiche con il Team USA. Insieme a tre selezioni della prima squadra All-WNBA, si è unita a Cash nella Top 20 @ 20 della lega.

Whalen è al 4° posto nella lista degli assist di tutti i tempi della WNBA e al 19° in punti.

Leave a Comment