sports

Con lo smontaggio di Cubs terminato, quanto velocemente Jed Hoyer può assemblare un vincitore?

Con lo smontaggio di Cubs terminato, quanto velocemente Jed Hoyer può assemblare un vincitore?


Dopo lo smontaggio, quanto velocemente Hoyer può assemblare un vincitore? originariamente apparso su NBC Sports Chicago

Tanto per quella sensazione del 2014 che la fine di questa stagione di ricostruzione dei Cubs avrebbe dovuto proseguire nel prossimo anno.

In un giovedì pomeriggio altrimenti bellissimo al Wrigley Field, ha assunto l’atmosfera del 2013, senza nemmeno contare la sconfitta contro una squadra schifosa.

La partecipazione annunciata di 23.910 è stata la più bassa dei Cubs per una partita casalinga senza restrizioni di presenza legate alla pandemia dal 4 settembre 2013, in una partita del mercoledì pomeriggio contro i Marlins.

Questo è sempre stato il grande rischio nell’intraprendere un altro lavoro con i carri armati un decennio dopo l’ultimo – beh, questo e l’intrinseca mancanza di sicurezza che funzionerà dopo aver abdicato per intere stagioni in uno sforzo di ricostruzione pluriennale (vedi: Chicago White Sox).

I fan sono tornati l’ultima volta in grande stile una volta che il baseball competitivo è tornato in un modo ancora più grande. Quindi forse lo faranno di nuovo, purché la cosa di ricostruzione funzioni di nuovo.

Ma non può aiutare i Cubs del grande mercato e che fanno pagare più dollari – che affermano di fare affidamento su quella grande partecipazione per una grossa fetta di entrate annuali – continuare a picchiare i fan con questi gomiti intenzionalmente spogliati e ricostruiti per affrontare ogni decennio o giù di lì.

Sono in linea con 95 sconfitte dopo aver perso 91 partite l’anno scorso, e se non ottengono la offseason così giusta – e grande – come hanno fatto nel 2014-15, potrebbe essere almeno un altro anno di dolore prima che il girarsi.

Ma con l’annuncio del mese scorso che Jason Heyward sarà rilasciato, con Willson Contreras diretto al libero arbitrio e con Kyle Hendricks che si dirige verso l’ultimo anno garantito del suo contratto, il lavoro sporco lasciato da Theo Epstein – far saltare in aria l’ultimo nucleo – è quasi finito .

Quindi, congratulazioni, Jed Hoyer. È tutto tuo ora. Nessun residuo per nessuno da indicare come i ragazzi di Theo la prossima volta che la squadra raggiunge i playoff.

Niente scuse, neanche.

Qualunque cosa venga dopo è la tua squadra. La tua eredità.

Come disse una volta il vecchio al fratellino dopo aver scoperto dopo il lavoro un giorno che l’aspirante star del negozio di auto aveva trasformato l’interno di un pick-up Ford superiore del 1952 in circa 117 pezzi sparsi nel cortile sul retro, “Chiunque può smontarlo, figlio.”

Vent’anni dopo, mio ​​fratello aveva ancora quel camion.

“Dai un’occhiata al ’52”, disse durante una visita quell’anno, raggiungendo il motore e facendo partire il motore.

“È più vicino di quanto sembri”, ha detto. “Lo farò fare quest’estate.”

Questa volta c’erano forse 19 pezzi della carrozzeria e della cabina, incluso il sedile, sparsi per il suo garage (e l’accensione ovviamente non collegata).

Questa è una storia vera. Se ne fa ancora cagare davanti alle birre nel suo garage.

Il che non vuol dire che il progetto Not-A-Rebuild, Build-A-Champ di Hoyer richiederà 20 anni (anche se ricordiamo quanto tempo ci volle l’ultimo dopo il 1908).

Inoltre, non sarà più il suo progetto se lo farà.

Ma ora arriva il vero lavoro – e non intendiamo tutte quelle decisioni ben documentate di 40 uomini nei prossimi due mesi che coinvolgono lanciatori Doppia A e outfielder Tripla A.

Per rubare la linea all’amico della colonna Patrick Mooney di The Athletic durante una conversazione troppo lunga qualche tempo fa su tutte quelle domande sul roster, “Un giorno parleremo ai nostri nipoti della grande crisi di 40 uomini dei Cubs del 2022. “

Quindi vediamo come appare quando è tutto rimontato. Guarda quali pezzi funzionano ancora. Quali pezzi si adattano come dovrebbero. Se inizierà senza sollevare di nuovo il cofano.

Questa è la parte intrigante da guardare – forse anche la parte divertente per alcuni – soprattutto se comporta uno sforzo genuino per ingaggiare giocatori di grande impatto e in prima linea in free agency, come il titolare avversario di venerdì, Carlos Rodón. O uno dei grandi shortstop, come Xander Boegarts o Trea Turner.

E poi vediamo come il prossimo gruppo di giovani Cubs si avvicinerà a Oneil Cruz, Ke’Bryan Hayes, Hunter Greene e Jonathan India nei prossimi anni nella divisione – non importa i talenti NL di nuova generazione come Michael Harris e Spencer Strider fuori dal campo divisione.

Hayden Wesneski sembrava davvero bravo in un debutto di cinque inning martedì (anche se contro una squadra piuttosto pessima). Justin Steele sembra una parte a lungo termine e di grande impatto della rotazione, supponendo che i problemi di infortunio siano per lo più dietro di lui. Nico Hoerner sembra il vero affare e Ian Happ sembra aver svoltato una grande svolta nella sua carriera quest’anno, rendendo la questione dell’estensione la più grande con lui (se non entrambe).

La giuria è ancora fuori dalla maggior parte dei giovani ragazzi – alcuni dei “nomi” ragazzi nel sistema ancora lontani quanto la palla A.

Il che rende tutte quelle promesse della proprietà e del front office su un inverno aggressivo di spesa fondamentale per assicurare almeno il miglioramento di un prodotto con meno clienti interessati in questi giorni (che non conta nemmeno le trasmissioni MOPE difficili da guardare).

Chissà come sarà entro la primavera?

Quello che sappiamo è che il vecchio è sempre stato più saggio di qualsiasi burlone.

E almeno il fratellino aveva una linea temporale.

Clicca qui per iscriverti gratuitamente al Podcast Cubs Talk.

Scarica

Scarica MyTeams oggi!

Leave a Comment