Sue Bird gioca l’ultima partita WNBA, Aces supera Storm per raggiungere le finali


SEATTLE (AP) — Stavolta lacrime, in campo e sugli spalti. La conclusione della situazione ha finalmente colpito Sue Bird e le migliaia di persone che si sono presentate sperando di vedere la sua carriera continuare per almeno altri 40 minuti.

Chelsea Grey è stato semplicemente troppo bravo, mandando i Las Vegas Aces alle finali WNBA e nel frattempo ha posto fine all’illustre carriera di Bird.

La Grey ha segnato 15 dei suoi 31 punti nel quarto quarto e gli Aces sono passati alle finali WNBA con una vittoria per 97-92 sul Seattle Storm in Gara 4 della loro serie di semifinali martedì sera.

Gli Aces hanno vinto la serie al meglio delle cinque 3-1, tutte le partite tese, piene di pressione e piene di tiri spettacolari. Gli Aces hanno finito per fare di più, in particolare Gray, che ha realizzato cinque dei sei tiri lungo il tratto e ha segnato 12 degli ultimi 20 punti per gli Aces.

“Non credo che nessuno sul pianeta Terra possa proteggerla”, ha detto l’allenatore di Seattle Noelle Quinn. “Era priva di sensi.”

Sarà la terza apparizione in finale nella storia del franchise per Las Vegas. Gli Aces hanno perso contro Seattle nel 2020 nella bolla WNBA giocata in Florida e la franchigia ha raggiunto le finali nel 2008 mentre era ancora a San Antonio, perdendo contro Detroit.

“È un po’ come la ragazza che ha battuto Serena (Williams). È agrodolce”, ha detto l’allenatore degli Aces Becky Hammon. “So che me stesso, il nostro staff, il team e l’organizzazione abbiamo così tanto rispetto per Sue. Ha avuto una carriera da favola, quella che i bambini sognano. Lei deve viverlo”.

Breanna Stewart ha pareggiato il record dei playoff WNBA con 42 punti, solo il quinto giocatore a segnare 40 o più in una partita post-stagione, e Jewell Loyd ne ha aggiunti 29. Ma Seattle non è riuscita a trovare un terzo marcatore e gli Aces hanno avuto una risposta per ogni carica fatta da Seattle dopo che Las Vegas è balzata in vantaggio all’inizio del secondo tempo.

Gli Aces saranno sotto i riflettori nelle finali. In questa notte, le conseguenze del risultato riguardavano Bird e la conclusione dei suoi due decenni come pilastro del franchise di Storm e della WNBA.

Bird è rimasto in campo dopo la sirena finale, ricevendo abbracci dall’intero roster degli Aces. Si asciugò le lacrime mentre la folla applaudiva e piangeva insieme a lei e cantava “Grazie, Sue”.

“È stato un onore giocare per questo franchise, giocare per questi fan. Non so cos’altro dire”, ha detto Bird.

Il giocatore più anziano del campionato all’età di 41 anni, Bird ha iniziato l’anno pensando che sarebbe stato così, ma ha portato la decisione alla decisione a metà della stagione regolare.

Las Vegas ha rovinato la festa nel finale di stagione regolare casalingo di Seattle quando Bird è stata premiata dalla franchigia e dalla lega per le sue 21 stagioni con la squadra e 19 da giocatore, saltando due stagioni per infortunio.

Ed è stato Aces che ha finalmente eliminato Bird and the Storm dopo quattro partite stressanti piene di grandi prestazioni.

Bird chiude la sua carriera come una delle giocatrici più decorate di tutti i tempi: quattro titoli WNBA, cinque medaglie d’oro olimpiche, due titoli collegiali all’UConn, il leader di tutti i tempi WNBA negli assist e nelle partite giocate e il riconoscimento come uno dei grandi giocatori durante una generazione d’oro per il campionato.

Prenderà anche in pensione la definizione di essere un leader di piano e, in definitiva, un vincitore.

Ma non è stata in grado di aggiungere un quinto titolo a quel curriculum finale.

La grigia è stata la più grande spina per Seattle con la sua frizione che sparava spesso in ritardo nel cronometro. Seattle ha tirato anche a 67-tutto, solo per vedere Gray ha segnato un 3 quando il cronometro dei 24 minuti è scaduto.

Grey ha segnato secchi consecutivi più tardi nel quarto per mantenere gli Aces in vantaggio, ma il suo errore e il layup di guida di Gabby Williams hanno portato Seattle addirittura a 82 a 2:40 dalla fine. Dopo una revisione ufficiale, A’ja Wilson è stato valutato fallo sul gioco per aver colpito la Williams in faccia e il suo tiro libero ha dato allo Storm un punto di vantaggio.

Quella era l’ultima pista di Seattle. Il gioco da tre punti di Wilson ha riportato gli Aces in vantaggio 85-83 e Gray non avrebbe mancato, il suo saltatore a 30 secondi dalla fine ha dato agli Aces un vantaggio di 92-87. Wilson ha chiuso con 23 punti e 13 rimbalzi.

Scopri di più dai playoff WNBA

I tempi supplementari di Young di Las Vegas, dove gli Aces superano Storm per 2-1… Il Connecticut Sun sta finalmente tornando a casa, cerca di accendere il fuoco su Sky Aces dalla mentalità offensiva, Storm che fa affidamento sulla difesa nella semifinale WNBA

Sue Bird gioca l’ultima partita della WNBA, Aces supera Storm per raggiungere le finali originariamente apparso su NBCSports.com

Leave a Comment