Jessica Korda mantiene le cose in prospettiva con la fine della stagione in vista | LPGA


È stato un programma di viaggio piuttosto intenso per Jessica Korda, con la 29enne americana che ha visitato la Repubblica Ceca, la Spagna e il Canada nelle ultime settimane. Ha anche fatto il viaggio a New York City per vedere il fratello minore e il numero 52 della classifica ATP, Sebastian, competere agli US Open all’Arthur Ashe Stadium di Flushing Meadows. Ma il pit stop più significativo per Korda è stato il tempo trascorso ad Atlanta con l’amica e collega professionista del Tour, Jane Park, la cui figlia Grace stava festeggiando il suo secondo compleanno. Grace ha subito danni cerebrali a causa di convulsioni provocate da un virus l’anno scorso e Korda ha detto che l’evento di lunedì sera è stato un vero senso di comunità poiché anche molti altri giocatori dell’LPGA Tour hanno fatto il viaggio.

“Non vedevo Jane da così tanto tempo e ovviamente Grace è cresciuta così tanto. È sicuramente la più grande bambina di due anni che abbia mai visto”, ha detto Korda. “L’unica cosa che li definisce davvero è la resilienza. L’amore e il sistema di supporto che hanno intorno a loro è incredibile. È solo una vita così diversa. Vedere Jane sorridere e Pete sorridere è stato fantastico e interagire con Grace è stato fenomenale. Cercando sempre di aumentare la consapevolezza su di loro e per loro e cercare di aiutarli in ogni modo possibile”.

Korda si è poi recata a Cincinnati, Ohio e al Kenwood Country Club per l’inaugurale Kroger Queen City Championship presentato da P&G, una nuova tappa del calendario del LPGA Tour e quella che il marito di Jessica, Johnny, è rimasto deluso dal fatto che fosse un fan dei Cincinnati Bengals. Kenwood è stato bagnato dalla pioggia all’inizio della settimana ed è stato chiuso per giocare lunedì e martedì, ma Korda è stata in grado di vedere i nove difensori mercoledì durante la pro-am a nove buche accorciata e le è piaciuto quello che ha visto nonostante le condizioni umide .

“Il fatto che avessi 4 ferro nella prima buca è stato un vero shock su un par-4″, ha detto. “Per me, è stato più solo cercare di vedere il campo da golf, e quindi le condizioni sono ovviamente di seconda mano. So che hanno rifatto il campo da golf tre anni fa e alcuni dei green erano in realtà piuttosto solidi, cosa di cui sono rimasto davvero sorpreso. Con quanta acqua abbiamo sul campo da golf reale, non vedere la tua pallina da golf girare di nuovo sul green è stato molto interessante, perché mi aspettavo un forte ritorno di fiamma e oggi non l’abbiamo visto affatto”.

La stagione 2022 è stata piena di alti e bassi per Korda con il sei volte vincitore dell’LPGA Tour che ha registrato cinque top 10, incluso un secondo da solista al campionato Chevron, combattendo anche vari infortuni durante l’anno. Ma ha capito come avere successo nonostante le difficoltà, e Korda ha detto che fa del suo meglio per mantenere le cose in prospettiva, soprattutto considerando ciò che ha visto Park passare nell’ultimo anno e cambiare.

“È stato un po’ così negli ultimi due anni, solo cercando di gestire i miei infortuni. È qualcosa che ho dovuto fare per tutta la mia carriera, quindi prendo ogni giorno per quello che è e ci riesco. È solo golf. Gli infortuni vanno e vengono e io lo supererò, lo scoprirò. È così che ho sempre fatto. Ma questo genere di cose è più importante”, ha detto Korda. “Non credo che sarò mai in grado di immaginare cosa (Jane) sta passando giorno per giorno. Passi dall’essere una giocatrice di golf a una mamma, a una mamma che gioca a golf, all’avere la tua vita sconvolta.

“Il modo in cui lei e Pete sono stati in grado di gestire la loro vita, sono così resilienti. Trovano la felicità in ogni giorno, che so che è dura, ed è difficile vederli passare attraverso questo. Ma questo tour è una famiglia, e proprio come mi hanno accolto quando ero un principiante. Fai amicizie qui fuori per tutta la vita.

Leave a Comment