headlines

Barack e Michelle Obama svelano i loro ritratti alla Casa Bianca

Barack e Michelle Obama svelano i loro ritratti alla Casa Bianca


Con molto umorismo per lui, con serietà per lei, Barack e Michelle Obama hanno svelato i loro ritratti ufficiali alla Casa Bianca mercoledì, facendo rivivere una tradizione di cortesia politica spezzata da Donald Trump. I ritratti erano già stati svelati nel 2018, ma per il museo Smithsonian.

“Benvenuto a casa! Accogliendoli, Joe Biden ha ripristinato, un mandato dopo, l’usanza che tutti gli ex presidenti e le loro mogli siano accolti dai loro successori al 1600 di Pennsylvania Avenue per questa cerimonia.

Il presidente, con la moglie Jill Biden, ha ricordato a lungo i suoi otto anni di servizio come vicepresidente di Barack Obama, ricordando il cameratismo che li univa. “Contavamo su di te. E conto ancora su di te”, ha detto.

«Non ce l’avrebbe fatta senza di te», ha infilato anche per Michelle Obama, sottolineando i legami che si sono creati tra le due famiglie. “Eri con me quando mio figlio stava morendo”, ha ricordato il democratico 79enne a Barack Obama, che ha consegnato il tributo funebre a Beau Biden, morto di cancro. “Non ti renderai mai conto di quanto questo significasse per me e Jill”, ha detto Joe Biden.

Due stili opposti

La coppia ha poi svelato i dipinti, che ora adorneranno le pareti della Casa Bianca, e che sono stati realizzati con fotografie. Il ritratto fotorealistico di Barack Obama di Robert McCurdy lo mostra in piedi con le mani nelle tasche di un abito scuro, l’ombra di un sorriso sulle labbra, dipinto in modo ultra realistico su uno sfondo bianco. Su quella di Michelle Obama, di Sharon Sprung, l’ex First Lady posa su un divano nella “Red Room” della Casa Bianca, in abito da sera azzurro, lo sguardo dritto e una punta di divertimento nell’espressione.

Barack Obama, con la disinvoltura oratoria che lo caratterizza, ha incatenato qualche battuta sulla sua visita alla Casa Bianca e sul suo ritratto, deplorando che l’artista non nascondesse i suoi capelli bianchi e non riducesse le dimensioni delle sue orecchie.

Ha anche reso un forte omaggio al suo ex vicepresidente, “un vero amico. “Joe, l’America è molto fortunata ad averti come presidente”, ha detto tra gli applausi del pubblico, che includeva molti dei suoi ex aiutanti.

“Un posto per tutti in questo paese”

Michelle Obama, in un discorso molto più politico di quello del marito, ha insistito sul simbolo rappresentato da questi ritratti del primo presidente nero degli Stati Uniti, e della prima “First Lady” afroamericana.

“La bambina che ero, non doveva vivere in questa casa”, o avere il suo ritratto appeso accanto a quello di Jacqueline Kennedy, ha detto. “Quello che stiamo guardando (…) è ricordare che c’è un posto per tutti in questo Paese. »

Per alcuni istanti, vedendo Obama e Biden così complici e ascoltando i loro discorsi entusiastici, sembrava quasi che la presidenza Trump non fosse mai esistita.

Ma è difficile dimenticare che le divisioni partigiane, che questa cerimonia del ritratto ha inteso superare per decenni, si stanno solo aggravando oggi negli Stati Uniti. Donald Trump, che ha rotto con una serie di usi del protocollo di questo tipo, e che aveva moltiplicato gli attacchi contro Barack Obama, non ha mai voluto accoglierlo per rivelare il suo ritratto. L’amministrazione Biden finora non ha annunciato alcun piano per schierare lo sfarzo della Casa Bianca per l’ex presidente repubblicano.

Leave a Comment