Xi chiede una ripresa della spinta tecnologica in Cina dopo l’escalation dei freni negli Stati Uniti


(Bloomberg) – Xi Jinping ha rinnovato gli appelli alla Cina per intensificare lo sviluppo della tecnologia fondamentale per la sicurezza nazionale, lanciando un forte promemoria proprio mentre l’escalation delle sanzioni statunitensi minaccia gli sforzi di Pechino di diventare autosufficiente nei semiconduttori.

I più letti da Bloomberg

Invocando il cosiddetto “sistema dell’intera nazione” che ha spinto i programmi spaziali e nucleari della Cina, Xi ha esortato gli alti funzionari a mettere in comune le loro risorse e concentrarsi sulle scoperte fondamentali per il futuro del Paese. Il governo dovrebbe svolgere un ruolo più attivo nell’orchestrare questo processo, ha detto a un vertice del Partito a cui hanno partecipato alti responsabili politici, tra cui il premier Li Keqiang.

Sebbene scarso nei dettagli, l’intervento personale di Xi suggerisce che Pechino stia diventando sempre più preoccupata per gli sforzi intensificati di Washington per contenere gli sforzi della Cina per avanzare nei campi dall’intelligenza artificiale e dalle biotecnologie all’arena globale dei semiconduttori da 600 miliardi di dollari.

Gli Stati Uniti, dopo aver preso di mira per anni società specifiche come Huawei Technologies Co., stanno adottando una serie di restrizioni più ampie sull’intera economia cinese. L’amministrazione Biden ha implementato nuovi controlli sulla vendita di chip di intelligenza artificiale ai clienti cinesi, un duro colpo per lo sviluppo di tecnologie all’avanguardia, e sta valutando un ordine esecutivo che ridurrebbe gli investimenti nel Paese.

“La strategia di concorrenza degli Stati Uniti tende in modo più palese al contenimento della Cina bloccando l’accesso alle risorse necessarie per sviluppare semiconduttori avanzati”, ha affermato Kendra Schaefer, partner della società di consulenza con sede a Pechino Trivium China. “I massimi leader stanno cercando di fare della fantascienza non solo uno sforzo per il governo, gli innovatori e i ricercatori, ma uno sforzo per l’intera società non dissimile dalla corsa allo spazio dell’era sovietica”.

Per saperne di più: Biden pesa le azioni per frenare gli investimenti statunitensi nella tecnologia cinese

Un’escalation degli sforzi statunitensi non farebbe che alimentare la crescente frustrazione a Pechino con un fallimento durato anni nello sviluppo di semiconduttori in grado di sostituire i circuiti statunitensi.

La Cina ha lanciato una raffica di sonde anti-innesto nelle principali figure del settore dei chip negli ultimi mesi. Gli alti funzionari sono arrabbiati per il modo in cui decine di miliardi di dollari incanalati nel settore negli ultimi dieci anni non hanno prodotto il tipo di scoperte emerse da precedenti sforzi scientifici a livello nazionale, ha riferito Bloomberg News. Invece, la percezione è che Washington sia riuscita a rafforzare Pechino ea contenere con successo le sue ambizioni tecnologiche.

Chiedendo l’intervento del governo, Xi sta perseguendo un playbook che negli ultimi anni ha dato la priorità al ruolo delle istituzioni statali rispetto a giganti privati ​​come Alibaba Group Holding Ltd. o Tencent Holdings Ltd. nello stimolare il progresso tecnologico.

“I vantaggi competitivi dovrebbero essere raggiunti in determinati settori per ottenere opportunità di iniziativa strategica”, l’emittente statale Central China Television ha citato Xi dicendo a un comitato di alto livello del Partito Comunista che presiede. “Riunire le risorse per portare a termine grandi imprese”.

Xi dovrebbe mantenere il suo incarico supremo nel Partito al congresso bidecennale il prossimo mese, nonostante un rallentamento dell’economia, tensioni geopolitiche e frustrazioni per la sua strategia Covid a tolleranza zero. Ciò gli garantisce il mandato di perseguire obiettivi radicali, tra cui un’ampia gamma di programmi tecnologici sostenuti dal governo, che spesso coinvolgono miliardi di dollari in finanziamenti statali diretti.

“Resta da vedere quanti progressi possono fare. A differenza delle risorse, è difficile che l'”innovazione” sia diretta dallo stato”, ha affermato Vey-Sern Ling, analista di Union Bancaire Privee.

Il vasto progetto cinese per la supremazia tecnologica sugli Stati Uniti: QuickTake

Introdotto per la prima volta sotto Mao Zedong per aiutare l’allora nascente Cina comunista a industrializzare, l’approccio “l’intera nazione” è stato fondamentale per aiutare Pechino a raggiungere una serie di massime priorità nazionali, dallo sviluppo della sua prima bomba atomica nei primi anni ’60 al raggiungimento del successo sportivo olimpico. Successivamente è stato in gran parte accantonato poiché i funzionari si sono spostati per concentrarsi sulla crescita economica. Ma a seguito di una serie di sanzioni statunitensi che hanno messo in luce le vulnerabilità delle capacità dei chip della Cina, Xi sta riattivando ancora una volta il meccanismo per ottenere scoperte nello sviluppo e nella produzione di chip avanzati.

Secondo quanto riportato da Bloomberg News, circa un trilione di dollari di finanziamenti governativi sono stati stanziati nell’ambito dell’iniziativa tecnologica, parte dei quali sarà utilizzata dai governi centrali e locali per investire congiuntamente in una serie di progetti di chip di terza generazione. I migliori produttori di chip e istituti di ricerca hanno presentato proposte ai ministeri della scienza e dell’informatica, tutti in lizza per un posto nel programma nazionale e una quota del finanziamento.

Oltre all’autosufficienza tecnologica, Xi ha anche sottolineato l’importanza di conservare l’energia, stimolare i progressi dell’assistenza sanitaria e lo sviluppo rurale, priorità politiche familiari per il leader cinese. Ciò include un uso più efficiente delle risorse dall’acqua e dai cereali ai minerali e alle materie prime, ha riferito l’agenzia di stampa ufficiale Xinhua, citando Xi. Ha chiesto una riduzione delle emissioni di carbonio nella produzione di beni e servizi e si è opposto al “consumo stravagante e al consumo eccessivo”.

Tra le altre cose, la Cina dovrebbe istituire un meccanismo di determinazione dei prezzi che rifletta la scarsità di risorse e il costo del danno ecologico, ha affermato Xi.

Per saperne di più: la Cina cerca progressi nella produzione di chip che possono cambiare il gioco

I più letti da Bloomberg Businessweek

©2022 Bloomberg LP

Leave a Comment