Top 14. Cosa ricordare dal primo giorno


Campione in carica di Francia, il Montpellier ha perso sabato nello scontro contro i campioni d’Europa dello Stade Rochelais. “Abbiamo un nuovo status, che dobbiamo assumere e digerire, con leader diversi”, ha affermato il manager dell’MHR Philippe Saint-André. Ma conosciamo la complessità della Top 14 e sappiamo che saremo la squadra da battere. Sta a noi essere all’altezza dell’occasione. »

Un discorso mobilitante. Ma il recente passato dimostra che i vincitori del Brennus sono raramente alla festa quando devono viaggiare per la ripresa del campionato. Questo anche se i Rochelais, battuti in casa della Deflandre nella prima giornata della stagione 2021-22 dal Tolosa, hanno motivo di qualificare questa osservazione. Dal 2012 il campione ha dovuto viaggiare 8 volte. Per un record di cinque sconfitte e solo tre vittorie.

2 Nessun bonus, ma prove

Relativamente raro, nessuna squadra ha preso un bonus offensivo durante questa prima giornata della Top 14 segnata da due piccoli successi all’esterno (Lione a Brive e Tolosa a Bordeaux). Tuttavia, ciò non significa che non sia stata prolifica in modo offensivo.

34 mete sono state segnate nelle prime sette partite, una media di 4,8 a partita, con un picco di 8 gol durante Tolone – Bayonne. Cifre superiori a quelle registrate durante la 1° giornata della scorsa stagione durante la quale sono state elencate solo 22 prove.

3 Alldritt già acuto

In un momento in cui Fabien Galthié è preoccupato di gestire al meglio il tempo di gioco dei suoi nazionali, Grégory Alldritt non calcola. “Non vedo nessuno che non darebbe il 100% per arrivare a una Coppa del Mondo”, ha detto sabato sera la terza fila internazionale dopo la vittoria della sua squadra sui campioni di Francia del Montpellier.

Gregorio Maledizione.


Gregorio Maledizione.

XAVIER LEOTY/SUD OVEST

Parole precedute da azioni. Lo Stade Rochelais numero 8 ha effettuato 26 corse con la palla, guadagnato 98 metri e battuto 4 difensori. Standard molto elevati.

4 Tambwe fa le presentazioni due volte

Non molte persone conoscevano Madosh Tambwe prima dell’incontro tra UBB e Stade Toulousain. I più informati sapevano al massimo che questo esterno congolese, cresciuto in Sud Africa, era arrivato dalla provincia dei Bulls di Pretoria. Ebbene, oggettivamente, non sappiamo molto di più sui dettagli della sua vita in questo lunedì. Ma abbiamo imparato una cosa, questo giocatore è una “bomba” per usare i termini usati da Maxime Lucu.

Madosh Tambwe


Madosh Tambwe

PERROCHEAU ROMANO/AFP

Autore di due mete contro il Tolosa, Madosh Tambwe è l’unico giocatore ad aver segnato due mete in questa prima giornata. “È un giocatore elettrico, in grado di andare molto velocemente, fa le cose con poco”, ha esultato il manager dell’UBB Christophe Urios. È un traguardo, un marcatore. Dopo, non è ancora integrato, è necessario dargli un po’ di tempo. Non ha affatto la cultura del gioco del Bordeaux. »

5 Giallo sulla via del ritorno

I round di campionato sono spesso sinonimo di tentativi ed errori, aggiustamenti e indisciplina. Questo non faceva eccezione a questa regola. 12 cartellini gialli e un rosso (durante UBB – Tolosa) sono stati distribuiti in queste prime sette partite. È molto. Molto di più in ogni caso rispetto alla ripresa della stagione precedente durante la quale erano stati sorteggiati 6 gialli e un rosso dal corpo arbitrale.

Leave a Comment