sports

L’uscita di Thomas Tuchel è una ferita autoinflitta dopo la spesa scattergun del Chelsea

L'uscita di Thomas Tuchel è una ferita autoinflitta dopo la spesa scattergun del Chelsea


Thomas Tuchel durante i suoi ultimi giorni da allenatore del Chelsea (AFP tramite Getty Images)

Jurgen Klopp ha espulso cinque allenatori del Chelsea, più lo strano custode, durante la sua permanenza al Liverpool, ma erano solo quattro quando ha esaminato l’eredità di Thomas Tuchel. “Questa squadra del Chelsea è un regalo e sono abbastanza sicuro che Thomas la veda così”, ha detto nel gennaio 2021.

Poche settimane dopo, il Chelsea ha vinto ad Anfield; tre mesi dopo, hanno vinto la Champions League. Klopp avrebbe potuto eccellere come analista, ma Tuchel si dimostrò un alchimista, prendendo un gruppo che era nono quando Frank Lampard fu licenziato alla gloria continentale.

SEGUI IN DIRETTA: gli ultimi aggiornamenti sulle notizie quando il Chelsea ha licenziato Tuchel

Ora è Tuchel che è stato licenziato. Ha raggiunto una grande velocità, ma il suo regno si è sbrogliato allo stesso modo rapidamente. Il suo successore può ritenere la squadra che ha lasciato in eredità; per Tuchel, sembrava un pasticcio costoso. Tuchel ha prosperato con i giocatori di altri allenatori e ha fallito con i suoi, anche se in un piccolo campione. Il Chelsea ha speso circa 260 milioni di sterline quest’estate per peggiorare; probabilmente, per entrare in crisi entro sette partite.

Wesley Fofana ha giocato due partite per Tuchel, Pierre-Emerick Aubameyang una nella loro riunione, Denis Zakaria e Carney Chukwuemeka nessuna dopo l’arrivo. Raheem Sterling ne ha almeno sette, pensava di aver trascorso alcuni degli ultimi a centrocampo centrale. Forse, col tempo, le reclute di Tuchel avrebbero trovato dei ruoli e il suo acquisto avrebbe prodotto una squadra che sarebbe stata definitivamente sua, ma sembrava una spesa sparpagliata che portava ferite autoinflitte. Tuchel finì ferito a morte.

Più giocatori firmava, meno sembrava sapere cosa fare con tutti loro. Più caustiche sono diventate anche le critiche: Tuchel è passato da allenatore che galvanizzava i suoi giocatori a uno che li incolpava. Perse la coerenza, la chiarezza di pensiero, la struttura che rendeva il suo fianco così formidabile. Dagli 45 minuti su un aereo dalla Francia per escogitare una formazione per un gruppo di estranei ed è stato eccezionale; dagli un quarto di miliardo, una lista enorme di obiettivi ed era una ricetta per la confusione.

L’identità iniziale forgiata dal suo Chelsea era così forte che hanno faticato ad andare avanti. Avevano un eccezionale record difensivo con un tre dietro, ma non sono mai stati così convincenti con un quattro. Erano specialisti nel vincere partite con punteggi bassi ma, con l’eccezione di Mason Mount, il tempo di Tuchel è stato di vario grado per la maggior parte dei loro attaccanti. Non li ha mai resi potenti. Forse, riflettendoci, l’inizio della fine non è arrivato con il loro inizio di stagione travagliato, e nemmeno con le sanzioni inflitte a Roman Abramovich, ma la sua incapacità di far sembrare Romelu Lukaku e il suo Chelsea qualcosa di diverso da una mancata corrispondenza. Il Lukaku ceduto in prestito ora fa parte dell’enigma per il sostituto di Tuchel; il senso è che il Chelsea ha un mucchio di giocatori, piuttosto che una squadra.

Thomas Tuchel (a destra) ha giocato solo una partita con Pierre-Emerick Aubameyang al Chelsea (Chelsea FC tramite Getty Images)

Thomas Tuchel (a destra) ha giocato solo una partita con Pierre-Emerick Aubameyang al Chelsea (Chelsea FC tramite Getty Images)

Tuchel arrivò in Inghilterra con la reputazione di gestire male verso l’alto. La sua caduta a Stamford Bridge è derivata più da una cattiva gestione al ribasso. Alla fine, sembrava che si fidasse solo di una manciata di giocatori. Edouard Mendy è stato eliminato per la sua ultima partita, Kai Havertz per la sua penultima partita. Reece James ha trascorso parte di questa stagione come difensore centrale a causa dei suoi dubbi su Cesar Azpilicueta. Christian Pulisic e Hakim Ziyech raramente hanno comandato la fede di Tuchel, ma potrebbero essere sostituti o terzini. Ben Chilwell ha visto un giocatore da 60 milioni di sterline firmato nella sua posizione. Tuchel ha lottato per capire cosa fare con Conor Gallagher. Alcuni degli affari estivi del Chelsea erano dedicati ai giovani giocatori, ma l’innata preferenza di Tuchel era per i tipi tatticamente disciplinati che potevano seguire gli ordini. Il Chelsea era irreggimentato per l’efficienza, non liberato per intrattenere. Il loro record difensivo era sorprendentemente buono all’inizio del regno di Tuchel; sembravano sempre più cenciosi verso la fine quando persero il controllo, che era stato il loro più grande attributo.

Hanno perso anche Antonio Rudiger e due finali contro il Liverpool ai rigori, costandogli solidità in difesa e la lucentezza di un vincitore, e tutto potrebbe aver contribuito alla scomparsa di Tuchel. Il ritmo sembra notevole, anche per gli standard del Chelsea. Jose Mourinho è stato esonerato il 19 settembre 2007 e Gianluca Vialli il 12 settembre 2000, ma Todd Boehly ha agito ancora più velocemente di Abramovich o Ken Bates.

Il nuovo proprietario Todd Boehly ha supervisionato un'estate di spesa al Chelsea (John Walton/PA) (PA Wire)

Il nuovo proprietario Todd Boehly ha supervisionato un’estate di spesa al Chelsea (John Walton/PA) (PA Wire)

Che non è esattamente un complimento. Boehly sente uno schiacciante fallimento come direttore sportivo, un nuovo proprietario che ha rimosso i precedenti powerbroker, autorizzato il più grande esborso nella storia del calcio inglese, in qualche modo ha ancora compilato una squadra decisamente irregolare con quella che sembra una squadra più debole di un anno fa e ha licenziato l’allenatore prima ancora che alcuni dei suoi acquisti debuttassero.

Il Chelsea può suggerire di guardare al lungo termine ora. Forse lo sono davvero, anche se gli ultimi mesi non lo indicano a malapena. Ma Tuchel è entrato in un club con una tradizione di breve termine e si è specializzato nell’impatto immediato. Ha avuto un 2021 d’oro e un 2022 turbolento e travagliato. Entrambi si riflettono nella curiosa posizione del Chelsea ora.

Sono i campioni del mondo in carica del gioco del club e sembrano in completo fermento.

Leave a Comment