sports

L’ex RB Mike Hart scompone la sua filosofia di reclutamento

L'ex RB Mike Hart scompone la sua filosofia di reclutamento


Il reclutamento è un argomento relativo diviso.

Alcuni credono che dovresti reclutare stelle e contare il maggior numero possibile di migliori 100 giocatori per competere con artisti del calibro di Alabama, Georgia e Ohio State.

Altri, come l’allenatore di running back del Michigan Mike Hartnon vederlo come un cookie cutter, processo in bianco e nero.

Il running back della matricola CJ Stokes è in lizza per il terzo posto di running back. Stokes era un basso tre stelle del liceo con un foglio di offerte decente, inclusa la Penn State.

Tuttavia, tra le scuole che hanno perseguito attivamente il suo impegno a seguito di un’offerta, il Michigan era un programma notte e giorno rispetto alle sue altre opzioni, che includevano Missouri, Vanderbilt e Virginia Tech.

Nonostante la mancanza di riflettori sul reclutamento, Stokes ha trovato un’opportunità ad Ann Arbor grazie alla valutazione di Hart.

“Alla fine della giornata, non reclutare stelle, se questo ha senso. Recluto buoni giocatori. Cerco di reclutare buoni giocatori e (CJ Stokes) era un ragazzo sotto reclutato, aveva un ottimo film, veloce, ottimo tempo in pista, ha corso la palla forte, ha attraversato le persone e ha dimostrato di poter prendere la palla”, ha detto Hart quando gli è stato chiesto delle sue impressioni sull’ex tre stelle che si è fatto strada nel 3-deep come matricola. “Alla fine della giornata, si tratta di chi è come persona. Ha una mente forte, è sicuro di sé e non ha paura della concorrenza; un ragazzo che sai avrà successo a lungo termine e vuole farlo essere grande. Devi avere bambini che vogliono essere grandi. Ad alcuni piace essere reclutati, e quelli sono i ragazzi che devi chiamare ogni giorno. È un ragazzo che sapeva chi era e solo quella motivazione personale. “

Il processo di valutazione di Hart esamina molte cose, ma niente di più del carattere della recluta e di come si adatterà o meno al programma.

L’assistente del Michigan del secondo anno ha spiegato ulteriormente la sua filosofia.

“Blake Corum, Donovan Edwards — quelli sono ragazzi che si presentano, lavorano ogni giorno e tu non hai niente di cui preoccuparti. Andranno a lezione e si prenderanno cura di queste cose. Quelle cose sono più Per me come allenatore è importante che i ragazzi ottengano cinque stelle perché vanno in una grande scuola. Potrebbero non essere così bravi”, ha detto Hart ai media mercoledì pomeriggio. “Questa è la mia filosofia di reclutamento, personalmente. Se recluti un ragazzo ad alta manutenzione, quando arriva qui, sarà ad alta manutenzione. Per non dire che alcuni di loro non sono eccezionali, ma ci sono molti giocatori qui fuori che sono davvero bravi giocatori, e (Stokes) è uno di loro. Voglio ragazzi che vogliono essere qui e che amano la palla. Non devi costringerli a venire ad allenarsi o costringerli a venire a lezione . Ci sono abbastanza ragazzi là fuori che possono farlo.”

All’epoca, la maglia di Hart era la più venduta nell’M Den.

Un ex grande Wolverine che ha battuto molti record di corsa come tailback sotto Lloyd Carr e accanto al quarterback Chad Henne, Hart sta reclutando in un periodo che non potrebbe essere più diverso da quando Carr lo ha reclutato.

Il suo approccio di vecchia scuola al reclutamento risuona dai suoi giorni di gioco?

“No, penso che tu impari. Ho iniziato ad allenare nel MAC e non potevo reclutare cinque stelle, giusto? Ci sono buoni giocatori. Ci sono bravi ragazzi. E quindi la mia cosa più importante è, voglio dire, chi sono come persona, vuoi ragazzi così, secondo me, perché poi devi lavorare con me. E ci sono bambini, ancora una volta, non si adattano, e non lo intendo in senso negativo. Voglio dire , ci vuole un ragazzo speciale per venire in Michigan, è quello che dico a ogni corsa del Michigan”, ha aggiunto Hart. “Ci sono 110.000, il buono, il cattivo, Twitter, Instagram, tutte queste cose. E devi essere speciale. Devi essere mentalmente forte. E sono solo quelle cose in cui credo che fanno un grande running back, che la tua personalità deve essere diversa per giocare a correre qui. Tutti non possono farlo. Quelli sono i bambini. Li vedi entrare e trasferirsi tra un anno perché non sono mentalmente forti. “

Se tutti non possono farlo, chi può? Chi lo farà?

Hart ha usato Edwards, un secondo anno che è stato il giocatore dell’anno delle superiori a West Bloomfield nel 2020, come esempio di recluta talentuosa e mentalmente in forma per avere successo in UM.

E finora, tutto bene per Edwards, uno split starter accanto a Corum al secondo anno.

“Avremo delle buone spalle qui. Sarà una competizione ogni anno sul campo. Voglio dire, guarda Donovan Edwards l’anno scorso, giusto? Un ragazzo a cinque stelle, la più grande recluta nel running back in Michigan in un molto, molto tempo. Non ha giocato molto”, ha detto Hart. “Quindi se quel ragazzo fosse stato mentalmente debole, si sarebbe trasferito. E quindi abbiamo bisogno di ragazzi che credono in quello che sono, chissà quanto sono bravi e vogliono restare qui. E sai come dice questo proverbio, giusto? E quindi tipo, questo è proprio quello che sono, questo è ciò che Lloyd mi ha insegnato, questo è ciò che Bo ha insegnato a tutti, giusto? È quello che siamo. E credo che sia fantastico. Devi voler essere fantastico. Devi conoscerti sei fantastico. Devi voler competere”.

Gareggiano, lo faranno.

I Wolverines hanno una stanza piena di running back in cima mentre Stokes e Tavierre Dunlap continuano a lottare per il terzo posto nella classifica di profondità.

Il Michigan ha due impegni di running back nel 2023 a quattro stelle, Benjamin Hall e Cole Cabana.

Leave a Comment