sports

Il Chelsea licenzia l’allenatore Thomas Tuchel in un terribile inizio di stagione

Il Chelsea licenzia l'allenatore Thomas Tuchel in un terribile inizio di stagione


L’allenatore del Chelsea Thomas Tuchel dopo la sconfitta della squadra in Champions League contro la Dinamo Zagabria. Era la sua ultima partita in classifica al club. (Foto AP/Darko Bandic)

Il Chelsea ha licenziato l’allenatore Thomas Tuchel mercoledì, un mese dopo l’inizio della stagione 2022-23 e un giorno dopo un’insulsa sconfitta in Champions League contro la Dinamo Zagabria, club croato.

Il club londinese ha annunciato di aver “separato la compagnia” dall’allenatore tedesco, in carica dal gennaio del 2021.

In una dichiarazione, il Chelsea ha definito la decisione presa dai suoi nuovi proprietari, guidati dal miliardario americano Todd Boehly.

“Dato che il nuovo gruppo di proprietà ha raggiunto i 100 giorni da quando ha rilevato il club e mentre continua il suo duro lavoro per portare avanti il ​​club, i nuovi proprietari ritengono che sia il momento giusto per fare questa transizione”, si legge nella nota.

Ha aggiunto che lo staff tecnico di Tuchel si sarebbe temporaneamente incaricato degli allenamenti e delle partite della prima squadra, a partire da un derby locale al Fulham sabato.

Tuchel: vincitore della Champions League fuori dopo meno di due anni

Il mandato di Tuchel era iniziato in modo promettente. Ha sostituito Frank Lampard a metà stagione, ha guidato il Chelsea dal nono posto in Premier League fino ai primi quattro e ha condotto una corsa a sorpresa al titolo di Champions League 2021. Poi, nella sua prima stagione completa in carica, ha avuto i Blues in cima alla classifica della Premier League a dicembre.

Ma il Chelsea è affondato rapidamente da lì, fuori dalla corsa al titolo, finendo infine un lontano terzo. I risultati sono scesi ulteriormente al di sotto delle aspettative all’inizio della stagione 2022-23. Il Chelsea ha perso a Leeds e Southampton in Premier League, e poi 1-0 a Zagabria nella sua prima fase a gironi di Champions League.

Tuchel era fuori meno di 24 ore dopo.

Un nuovo inizio per una squadra del Chelsea giovane e in evoluzione

I nuovi proprietari del Chelsea, che quest’anno hanno acquistato il club dall’oligarca russo Roman Abramovich, quest’estate hanno speso oltre $ 300 milioni per nuovi giocatori, più di qualsiasi altro club al mondo.

Da un lato, Tuchel non ha avuto il tempo di lavorare con la maggior parte di loro: i difensori Wesley Fofana e Marc Cucurella, il centrocampista Denis Zakaria e l’attaccante Pierre-Emerick Aubameyang sono arrivati ​​tutti in ritardo nella finestra di mercato.

Ma anche i residui delle stagioni precedenti, e persino le giovani star piene di apparenti promesse, sembravano essere stantie nel sistema irreggimentato di Tuchel. Mason Mount e Kai Havertz, ad esempio, sembravano sdentati durante il primo mese della stagione.

Un nuovo manager avrà il compito di far rivivere il loro sviluppo e, forse, di utilizzare meglio la star americana di 23 anni Christian Pulisic. Ma il nuovo manager difficilmente avrà tempo. Una pausa internazionale interromperà l’allenamento alla fine di questo mese. Il Chelsea giocherà quindi due partite a settimana fino alla Coppa del Mondo di novembre-dicembre, quando molti dei suoi giocatori trascorreranno diverse settimane al torneo in Qatar.

Candidati a subentrare come allenatore del Chelsea

Nella sua dichiarazione, il Chelsea non ha offerto una tempistica per la ricerca per sostituire Tuchel, a parte il fatto che si sarebbe mossa “rapidamente per nominare un nuovo allenatore”.

Il Telegraph e altri hanno riferito che il Chelsea si era avvicinato all’allenatore del Brighton Graham Potter e che Potter aveva avuto il permesso di parlare con i Blues.

Potter, la cui squadra del Brighton ha iniziato la stagione 2022-23 con 13 punti in sei partite, è il favorito delle scommesse per ottenere il lavoro. Altri candidati, secondo i rapporti, includono l’ex allenatore del Tottenham e del PSG Mauricio Pochettino e l’ex allenatore del Real Madrid Zinedine Zidane.

Implicazioni del licenziamento di Tuchel per Christian Pulisic

Pulisic era tra i giocatori che avevano ristagnato. Verso la fine del mandato di Lampard, dopo “sentendo costantemente che dovevo mettermi alla prova ancora e ancora”, come ha detto Pulisic in un libro di prossima pubblicazione, “sentì che finalmente lo avevo convinto del mio valore per la squadra”. L’arrivo di Tuchel, che in precedenza aveva allenato Pulisic e Borussia Dortmund, interrompe ogni progresso.

Pulisic ha giocato in modo irregolare sotto Tuchel. È scivolato più in basso nella classifica di profondità dell’allenatore quando il Chelsea ha ingaggiato l’attaccante inglese Raheem Sterling questa estate. Pulisic ha iniziato solo una delle prime sette partite competitive del Chelsea in questa stagione. Spesso usciva dalla panchina e talvolta giocava fuori posizione. Tuchel lo ha usato, non per la prima volta, come terzino destro nella sconfitta per 2-1 a Southampton.

Pulisic, ha detto una fonte a Yahoo Sports, voleva lasciare il Chelsea il mese scorso mentre si avvicinava la scadenza del trasferimento. Ma il club voleva tenerlo. Una settimana dopo, invece, si separò da Tuchel.

Un nuovo allenatore potrebbe portare uno stile che si adatta meglio a Pulisic e la volontà di interpretarlo più regolarmente. Ma Pulisic deve ancora affrontare una forte concorrenza – da Sterling, Havertz, Mount, Aubameyang, Hakim Ziyech e forse altri – per pochi minuti. Non è stato efficace in quelli che ha giocato in questa stagione. La guida di un nuovo allenatore può o non può cambiarlo.

Leave a Comment