golf

Gordo: i professionisti della classe operaia del golf giocano sotto pressione costante per durare | Jeff Gordon

Gordo: i professionisti della classe operaia del golf giocano sotto pressione costante per durare |  Jeff Gordon


Molti dei grandi giocatori di golf di tutti i tempi sono in città per l’Ascension Charity Classic, tra cui Ernie Els, Bernhard Langer, Padraig Harrington e Colin Montgomerie.

Il circuito PGA Tour Champions mette in mostra i golfisti di età pari o superiore a 50 anni che hanno ottenuto successi decennale al culmine di questo sport. Il campo del Norwood Hills Country Club è pieno di nomi familiari.

Ma uscendo dal fine settimana del Labor Day, apprezziamo quei professionisti della classe operaia che ogni settimana si danno da fare cercando di andare avanti.

St. Louisan Jay Williamson è un giocatore di golf operaio che ha sfidato le probabilità. Ha sfondato per godersi una corsa di successo nel PGA Tour, nel Korn Ferry Tour e nel Champions Tour.

Non ha giocato a golf al college come molti altri professionisti, ma si è fatto strada dai mini tour per guadagnare oltre $ 6,3 milioni di premi in denaro.

Le persone stanno anche leggendo…

“Penso che il motivo per cui l’ho fatto sia perché non mi sarei lasciato scoraggiare, ed ero tenace come chiunque altro”, ha detto.

Williamson, 55 anni, giocherà questo fine settimana a Norwood Hills con un’esenzione. Così farà Tim O’Neal, che sta ancora lottando per raggiungere i massimi livelli.

O’Neal, 50 anni, ha partecipato al Korn Ferry Tour, al PGA Tour Latinoamérica e alla Advocates Professional Golf Association, un’organizzazione senza scopo di lucro impegnata a portare più diversità nel golf.

Rimarrà in città per suonare nell’Ascension APGA Classic a Glen Echo, quindi inizierà a lavorare sulla sua offerta per fare il tour dei Champions.

“Mi sono già iscritto al Champions Tour Q School”, ha detto O’Neal. “Quindi tra qualche settimana andrò a piantare a St. Louis e poi, si spera, sarò in grado di ottenere qualche altra esenzione prima di dover andare alla Q School. Ma in caso contrario, mi sto davvero preparando per la Q School e sto solo cercando di ottenere uno status e di prepararmi per il prossimo anno”.

“Forse sono troppo stupido per smettere; Non lo so,” disse O’Neal con una risatina. “Prima di tutto, mi piace semplicemente giocare”.

Per apprezzare le lunghe probabilità che i giocatori di golf devono affrontare, iniziamo dall’inizio. A livello di professionisti del golf, i concorrenti sottoscrivono il premio in denaro del mini tour pagando quote di iscrizione elevate. È un modo difficile per guadagnarsi da vivere.

“L’ho visto in un modo diverso”, ha detto Williamson. “Non avevo niente da perdere. Non ero uno di quei ragazzi davvero bravi uscendo dal college con una lunga e leggendaria carriera amatoriale. Ero diverso. Sono ancora diverso qui fuori. Sono una specie di casalingo, immagino.

Le strade secondarie del golf si estendono su più continenti.

“Ho suonato in tutta l’Australia, in Asia, sono stato praticamente ovunque”, ha detto O’Neal. “Quindi mi sono divertito. Il golf mi ha portato in posti carini. Ho avuto modo di vedere un sacco di cose belle”.

I giocatori sperano che quei percorsi riconducano a Q School, Korn Ferry Tour, PGA Tour e PGA Tour Champions.

Williamson ha timbrato il suo biglietto per il PGA Tour alla Q School, un torneo do-or-die che si colloca tra gli eventi sportivi mentalmente più impegnativi. Ha preso otto tentativi alla Q School e ha guadagnato la sua tessera PGA Tour cinque volte.

“Più invecchiavo, più il mio stipendio cresceva con i bambini e tutto il resto, più diventava difficile”, ha detto Williamson.

Una volta nel PGA Tour, i giocatori devono finire tra i primi 125 vincitori in denaro per evitare la retrocessione al Korn Ferry Tour. In quel tour di secondo livello, i giocatori possono farsi strada fino al PGA Tour o scendere al mondo dei mini-tour.

C’è un po’ più di opportunità nel PGA Tour in questi giorni con i disertori che si trasferiscono a LIV Golf. Ma la competizione rimane spietata e ogni anno arriva un’altra ondata di eccellenti giocatori di golf.

“I ragazzi che escono dal college in questi giorni sono così bravi che è uno scherzo”, ha detto Williamson.

“Ci sono così tanti grandi giocatori in tutto il mondo”, ha detto O’Neal. “Sono stato in Europa, ho frequentato la Q School laggiù. Ci sono grandi giocatori ovunque”.

O’Neal, che ha giocato a golf alla Jackson State, ha fatto due offerte alla Q School ed è caduto di un colpo entrambe le volte. Nel corso degli anni, è apparso in nove eventi del PGA Tour, inclusi gli US Open 2015.

Dal 2005 al 2007, O’Neal ha realizzato 78 partenze di Korn Ferry. Dal 2013 al 2016 ha giocato al PGA Tour Latinoamérica e ha vinto tre volte.

Dal 2010 ha anche suonato nell’APGA, che ha fatto passi da gigante con il suo montepremi, la qualità del corso e l’esposizione mediatica. Ma la vincita del primo posto alla vetrina dell’APGA Farmers Insurance Invitational è stata di $ 30.000 e Rory McIlroy ha appena incassato $ 18 milioni per aver vinto il Tour Championship.

Quindi O’Neal sta cercando la sua possibilità per il tour dei Champions, una ricerca che impressiona Williamson.

“Arrivi a un certo punto della tua carriera in cui è molto difficile”, ha detto Williamson. “Inizi ad avere figli, hai una famiglia, è così facile distrarsi. Do a Tim tutto il merito del mondo per essere ancora là fuori a provare a 50 anni.

Per quanto riguarda la sua carriera, Williamson ha dichiarato: “Ero molto orgoglioso del modo in cui sono riuscito a mantenermi. Non potrei mai ottenere una vittoria. Sono stato vicino un paio di volte. Non ero abbastanza bravo da superare la gobba. Ho dato tutto quello che avevo per molto tempo.

“Potrei farlo oggi? Non credo. Penso che in realtà sia troppo competitivo, è troppo difficile farlo davvero”.


Leave a Comment