cycling

Ciclismo: tra Tour de France e Vuelta, il 2023 si preannuncia ricco…

Ciclismo: tra Tour de France e Vuelta, il 2023 si preannuncia ricco...


Frustrati, gli amanti del Tour de France si sono dovuti accontentare di un piccolo ricciolo nel 2022, sulla tappa Lourdes – Hautacam. Ma come a Béarn e più in particolare a Pau, l’evento non si allontana mai troppo, tutti aspettano un forte ritorno per il 2023…

Frustrati, gli amanti del Tour de France si sono dovuti accontentare di un piccolo ricciolo nel 2022, sulla tappa Lourdes – Hautacam. Ma come a Béarn e più in particolare a Pau, l’evento non si allontana mai troppo, tutti aspettano un forte ritorno per il 2023.

Tanto più che il Great Loop partirà dai Paesi Baschi spagnoli, da Bilbao a Bilbao, sabato 1 luglio. Poi sono stati svelati solo i primi elementi della trama, come è consuetudine. Sarà dunque Vitoria – San Sebastian il 2 luglio e partenza da Amorebieta-Etxano, proprio accanto a Bilbao, il 3 luglio per salpare per la Francia. Il sequel sarà presentato il 27 ottobre a Parigi.

Questo non vuol dire che le notizie locali non facciano il lavoro di ASO. All’inizio di questa settimana, Mediabask ha annunciato che “Bayonne avrà la sua tappa del Tour de France nel 2023”. Un arrivo questo celebre lunedì 3 luglio, dunque. Una volta nei Pirenei atlantici, inizia il “succo di cervelli”: dirigersi a est verso i Pirenei o risalire dritto attraverso la costa atlantica? Sapendo che è inconcepibile abbattere il massiccio e che l’organizzazione non traccia mai tappe troppo dure all’inizio del Tour…

Women’s Tour: il gran finale a Pau?

La risposta a questa domanda GPS farà senza dubbio gli affari di Béarn. Quest’estate, il presidente del Consiglio dipartimentale degli Alti Pirenei Michel Pelieu è stato categorico nel dichiarare che il Tour tornerà sulle sue strade nel 2023. Ciò che ci ha confermato oralmente. Tuttavia, tra i Paesi Baschi e Bigorre, anche i più azzerati in geografia si saranno accorti che troviamo Pau, il suo legame storico e la sua forza d’attacco alberghiera.

Pau hotels che, in concomitanza, ha bloccato le prenotazioni dal 4 al 6 luglio, o addirittura il 7 luglio per alcuni. Per il dettaglio dei passaggi, invece, nulla filtra. L’unica possibilità, come una moneta nell’aria, è quella di una combo arrivo/partenza. Prima un arrivo per velocisti, la conclusione di una giornata lanciata nel Sud delle Landes, poi una proiezione verso Bigorre attraverso il Tourmalet, assente anche nel 2022.

Infine, sempre al condizionale ma questa volta molto più vicino all’affermativa, il Tour de France femminile. Rilanciato nel 2022 da ASO, questa volta dovrebbe andare sui Pirenei. Michel Pélieu ha anche assicurato il suo arrivo nella regione e, secondo le nostre informazioni, Pau avrebbe tenuto la corda per ospitare il gran finale.

Il Tour a Soule nel 2023

Il prossimo anno sarà anche sinonimo del ritorno del Giro di Spagna nel dipartimento. La voce ha preso consistenza nelle colonne del Diario de Navarra. Il quotidiano spagnolo annuncia in particolare una tappa che partirà dalla Francia e che partirà per attaccare Issarbe poi il formidabile porto di Larrau prima di fare ritorno in Navarra per approdare nella località di Belagua, sul versante spagnolo del Pierre-Saint- Martino. Ancora nessun dettaglio sulla città di partenza, ma due scenari: una tappa breve e tosta che potrebbe propendere per Oloron, una più lunga che, ancora una volta, farebbe comodo a Pau. Nel frattempo gli implacabili non hanno aspettato l’ufficializzazione e la tappa è già presa così com’è dai ciclisti…


Su Strava, alcuni hanno già lanciato il Tour of Spain 2023 di Soule!

Strava

Leave a Comment