football

Christophe Galtier (PSG) e viaggio in “sand yacht”, la battuta che va storta

Christophe Galtier (PSG) e viaggio in "sand yacht", la battuta che va storta


In quest’estate, quando la “sobrietà energetica” è diventata una delle principali preoccupazioni e quando i leader politici temono la carenza di elettricità per questo inverno, ci sono battute che possono avere difficoltà a farcela. Christophe Galtier l’ha sperimentato lunedì.

Tutto è iniziato con un tweet pubblicato domenica da Alain Krakovitch, direttore del TGV-Intercités, sui parigini che viaggiavano in aereo per Nantes il giorno prima, quando la città è a circa due ore di treno: “ PSG, rinnovo nuovamente la nostra proposta di offerta #TGV adattata alle vostre specifiche esigenze, per i nostri comuni interessi: sicurezza, velocità, servizi ed eco-mobilità. »

“Signor Galtier, ci ha abituato a risposte più pertinenti e responsabili”

Amélie Oudéa-Castéra, Ministro dello Sport e dei Giochi Olimpici e Paralimpici

Interrogato su questo messaggio e sulle preoccupazioni ambientali del club della capitale, l’allenatore del PSG ha sorriso e si è fermato, mentre il suo attaccante Kylian Mbappé, presente al suo fianco, è scoppiato a ridere. Dopo pochi secondi Galtier ha finito per mollare la presa: “ Sospettavo che avremmo avuto questa domanda. Ad essere molto onesto con te, questo (Lunedi) mattina, abbiamo parlato con la compagnia che organizza i nostri viaggi, stiamo cercando di vedere se non possiamo viaggiare con lo yacht di sabbia. Ecco. »

L’ironia mostrata dal tecnico ha suscitato forti reazioni sui social network, e non solo da parte di utenti internet anonimi. Il ministro dello Sport e dei Giochi Olimpici e Paralimpici Amélie Oudéa-Castéra ha lanciato lunedì sera: “ Signor Galtier, ci ha abituato a risposte più pertinenti e più responsabili – ne stiamo parlando? »

“Prende l’argomento molto sul serio, come tutti al club”

Una fonte del club al PSG

Questo martedì, il sindaco di Parigi e inevitabilmente influente sostenitrice del PSG, Anne Hidalgo, ha reagito a sua volta con forza, con tono simile, twittando con una certa rabbia: “ No, ma non va bene rispondere a queste cose???? Svegliatevi ragazzi??? Eccola Parigi. »

François Ruffin chiede di “riportare le élite con i piedi per terra”

Secondo RMC, i circoli più alti del PSG erano infastiditi dalla battuta dell’allenatore. “Voleva fare una piroetta su questa questione extrasportivaspiega una fonte interna al club. Non è l’allenatore che si occupa della gestione delle trasferte ma prende l’argomento molto sul serio, come tutti al club. » Un club che ha voluto ricordare di aver preso l’autobus per la sua trasferta a Lille il 21 agosto, e che potrebbe essere così anche quando il PSG andrà a Reims, Auxerre o Troyes. Un club infastidito anche dalla reazione di Mbappé. “ Ha fatto un pasticcio, l’ha preso alla leggera.abbiamo spiegato all’interno del PSG, sempre per RMC.

Se il treno è usato molto raramente dai club di L1, è molto più utilizzato dall’altra parte della Manica. Il Liverpool, all’inizio di agosto, era passato in particolare a Londra per affrontare il Fulham. Più in generale, gli spostamenti tra Manchester o Liverpool e la capitale vengono effettuati principalmente in treno piuttosto che in aereo, con un viaggio di circa due ore. Interrogato lunedì sera, il clan Galtier non ha voluto reagire” subito “, scegliendo di ” concentrati sul gioco “Champions League contro la Juventus, questo martedì (21).

Nel frattempo, François Ruffin, deputato della LFI alla somma, interrogato questa mattina su Francia Inter, ha argomentato con calma, ma con determinazione: “ Sono a favore della costrizione, ma della costrizione organizzata democraticamente. Non dovrebbero esserci jet privati ​​che fanno Parigi-Nantes. Quando vivi a Parigi, hai tutti i treni che desideri alla Gare Montparnasse, Gare du Nord, Gare de l’Est o Gare d’Austerlitz. È necessario riportare le élite, non solo le élite calcistiche, ma anche le élite economiche e politiche, con i piedi per terra! »

Leave a Comment