LIV Golf si ribella in un focoso scambio con Keith Pelley, CEO di DP World Tour


Lee Westwood – LIV Golf si ribella in un focoso scambio con l’AGM Keith Pelley del DP World Tour – GETTY IMAGES

Il tono è stato fissato per la settimana di punta del DP World Tour in una focosa AGM lunedì mattina, quando i ribelli della LIV – tra cui Lee Westwood, Ian Poulter e Sergio García – hanno interrogato l’amministratore delegato Keith Pelley.

Diciotto giocatori della serie finanziata dall’Arabia Saudita giocheranno nel campionato BMW PGA di questa settimana al West Course e, nonostante non inizi prima di giovedì, hanno già fatto sentire la loro presenza.

Come rivelato da Telegraph Sport la scorsa settimana, il Tour ha anticipato scene scomode quando LIV Golf ha noleggiato un aereo per volare tutta la notte da Boston per assicurarsi che i suoi giocatori di golf sarebbero stati alla clubhouse di Wentworth in tempo per l’incontro.

Il gioco non è terminato al The International fino a poco prima di mezzanotte, ora del Regno Unito, con Dustin Johnson che dava 40 piedi per un’aquila per prendere il primo premio di $ 4 milioni e Westwood che ha raccolto più di $ 1 milione al quarto – ma erano appena oltre il Surrey 10 ore dopo.

Westwood, García, Poulter e altri hanno sfidato Pelley a rivelare i dettagli dell ‘”alleanza strategica” con il PGA Tour, oltre a questioni come potenziali sanzioni in arrivo sui giocatori della LIV dopo che il circuito statunitense ha emesso divieti a tempo indeterminato.

Tuttavia, Pelley è stato in grado di proteggersi con il caso giudiziario che si svolge a febbraio, in cui i rinnegati cercheranno di ribaltare le multe e le sospensioni di $ 100.000 inflitte dal DP World Tour, ex Tour europeo di giugno.

“KP ha battuto bene”, ha detto un giocatore del Tour a Telegraph Sport. “Ha bloccato il suo terreno e lo ha gestito con disinvoltura. Tuttavia un giocatore LIV ha avuto una diversa interpretazione del procedimento.

“Non abbiamo ricevuto tutte le domande che volevamo e Keith ha continuato a rispondere che ‘siamo nel mezzo di una causa legale in corso, quindi non posso darti una risposta'”, ha detto il giocatore a Telegraph Sport. “Ha anche detto che il DP World Tour è stato un percorso verso il PGA Tour, ma non ha detto ‘feeder tour’. Almeno, ora le sue risposte sono per iscritto”.

Westwood ha rifiutato di commentare quando gli è stata chiesta la sua opinione sull’incontro, anche se ha chiarito i suoi sentimenti sui legami più stretti con il PGA Tour in un’intervista con Golf Digest la scorsa settimana, in particolare con la nuova relazione che vedrà i primi 10 professionisti del La classifica di fine stagione del DP World Tour che si è guadagnata le carte PGA Tour ..

“Voglio dire, quale azienda o organizzazione regala le sue 10 migliori risorse alla fine di ogni anno, specialmente a un rivale o concorrente?” ha detto Westwood. “Non sono convinto dell’alleanza strategica perché ho visto come si è comportato il PGA Tour negli anni. Non c’è stato molto ‘dare’. Sono sempre stati dei bulli… Ho raccontato a Keith e ad altri membri del suo consiglio come andrà tutto questo da 12 mesi ormai. Gli ho detto che mettersi a letto con il PGA Tour è stato un errore”.

La tesi di Westwood and Co è che il Tour avrebbe dovuto accettare un’offerta dall’Arabia Saudita nel 2021 che, secondo loro, sarebbe ammontata a oltre $ 1 miliardo e che avrebbe potuto creare il quartier generale di Wentworth come seri rivali del dominio americano.

Pelley, tuttavia, ha respinto questo, informando i suoi membri a giugno che “materialmente questo non era un buon affare per l’European Tour” e che “le cifre non erano affatto vicine a quelle sbandierate nei media e nelle sale dei giocatori in passato un paio di mesi”. L’argomento è diventato sempre più personale e inevitabilmente questo ha alimentato il risentimento da entrambe le parti.

Molti negli spogliatoi lealisti sono arrabbiati per il fatto che i giocatori del LIV abbiano deciso di apparire all’evento da 8 milioni di dollari a Wentworth, prendendo posto ai colleghi di rango inferiore. Quindici giorni fa, Rory McIlroy ha detto che avrebbe “lottato per lo stomaco” vedendo i ribelli a Wentworth e Matt Fitzpatrick lo ha definito “imbarazzante, un po’ strano e deludente”.

Domenica Paul McGinley, l’ex capitano della Ryder Cup e membro del consiglio del Tour, ha affermato in un’intervista che “nessun giocatore di golf nel tour europeo vuole che i giocatori della LIV siano coinvolti nei nostri tornei”, anche se dopo Gonzalo Fernández-Castaño, il sette volte Vincitore del tour, è andato su Twitter per opporsi a quel commento, è stato obbligato a chiarire che intendeva “ogni giocatore passato e presente con cui ho parlato”.

La tensione è alta e gli eventi dell’AGM sono destinati solo ad alimentare l’inimicizia. A Westwood e compagni è stato impedito di apparire nel pro-am di mercoledì e non saranno tra i gruppi in primo piano in TV. Considerano questi come inutili offese e hanno promesso di andare di nuovo testa a testa con Pelley alla riunione dei giocatori di martedì sera.

“Keith ha detto che trascorrerà l’intera ora a fare domande sull'”alleanza strategica” e su LIV e qualsiasi altra preoccupazione”, ha detto un insider. “I ribelli potrebbero trovare più facile sondare le loro risposte in un ambiente meno formale. Dovrebbe essere ancora più piccante”.

Leave a Comment