football

Lens strappa il pareggio a Reims, lo Strasburgo non avanza, Lorient affonda l’Ajaccio

Lens strappa il pareggio a Reims, lo Strasburgo non avanza, Lorient affonda l'Ajaccio


Questi Lensoi hanno risorse inesauribili. Mentre si dirigeva verso la prima sconfitta stagionale e si riduceva a dieci, Loïs Openda è emerso all’83’ per strappare un pareggio questa domenica a Reims (1-1). Il belga è addirittura andato molto vicino al raddoppio proprio alla fine della partita. Prima di allora, Machado aveva lasciato i suoi compagni in inferiorità numerica falciando Ito nella posizione di ultimo difensore (67°). Il Reims ne approfitta cinque minuti dopo con Balogun, che confonde Samba nel suo controllo prima di spingere la palla a porta vuota. Sull’azione, Doumbia aveva ingannato tutta la difesa artesiana grazie a uno sfondamento in asse e un passaggio laser che aveva attraversato tutta la difesa.

I Blood and Gold hanno dominato fino a questi eventi avversi e non hanno abbassato la testa. Segno di una squadra che ha fiducia in se stessa e ha una forza collettiva impressionante. In assenza di Seko Fofana, che soffre ancora di un infortunio muscolare, sono subentrati Florian Sotoca e Openda. Il primo ha firmato il suo secondo assist e il secondo ha segnato il suo quarto gol. Anche se Lens ha visto la fine della sua serie di tre vittorie consecutive, ha preservato la sua invincibilità.

Lo Strasburgo può incolpare il Brest (1-1)

Il popolo di Strasburgo non si è reso la vita facile e ha perso l’occasione di vincere la sua prima vittoria questa domenica, a Brest (1-1). Hanno foldato sulla prima incursione bretone, iniziata dal buon gioco in pivot e dalla vista di Islam Slimani poi conclusa da Pierre Lees-Melou (6°). E hanno chiuso in dieci dopo che Sanjin Prcic si è asciugato i ramponi su Hugo Magnetti (30°). L’espulsione del centrocampista arriva due minuti dopo che Ludovic Ajorque ha pareggiato dal dischetto, con l’attaccante francese che ha finalmente aperto la sua rimessa laterale.

Lo Strasburgo aveva poi concretizzato il suo dominio e avrebbe potuto passare in vantaggio in inferiorità numerica ma l’Ajorque ha mancato il colpo di testa in tuffo (42°) e Jean-Ricner Bellegarde ha mancato la porta (45° + 1). Gli uomini di Julien Stéphan, anche lui espulso, avrebbero potuto vincere nella ripresa ma Kevin Gameiro è stato frustrato da una grandiosa parata di Bizot (90°+1). Gli alsaziani sono ancora in zona rossa.

Clermont sorprende il Tolosa (2-0)

Téfécé ha avuto il possesso palla, ha avuto la possibilità di aprire le marcature e poi pareggiare ma non ha avuto successo (o efficienza) e alla fine ha perso contro il Clermont (0-2). La promossa aveva fatto la miglior partenza: Dallinga ha colpito la traversa nei primi secondi e Zakaria Abukhlal ha visto il suo tentativo respinto sulla linea da un difensore del Clermont (45°+3). Di fronte, Clermont non aveva bisogno di tante situazioni per prendere il vantaggio.

Maxime Gonalons ha segnato il suo primo gol in campionato dalla stagione 2016-2017, quando ha giocato per OL. Il centrocampista francese ha saputo essere opportunista battendo un corner sul secondo palo (48°). Van den Boomen ha provato a rispondergli accendendo due micce sui calci di punizione diretti a fine gara ma Diaw è rimasto imperiale (86°) prima di essere salvato dalla sua traversa (90° + 8). Nel frattempo, Muhammed Cham si era assicurato la vittoria di Clermont in contropiede (90°+6).

L’Ajaccio perde ancora in casa contro il Lorient (0-1)

Le partite si susseguono e si assomigliano per l’ACA. Il club corso ha messo gli ingredienti necessari per fare bene in casa contro il Lorient ma le sue armi sono limitate e ha subito un’altra sconfitta (0-1). Mangani e Spadanuda avevano subito acceso il loro pubblico, senza trovare la rete e le azioni si sono susseguite nel secondo periodo, invano. Tutte queste azioni simboleggiavano la mancanza di forze offensive dell’Ajaccio, sorpreso in contropiede al rientro dagli spogliatoi. Risultato: la lanterna rossa è ancora bloccata in un punto dopo sei giorni.

Les Merlus ha segnato l’unico gol della partita dopo una perfetta uscita di palla. Moffi e Le Fée si uniscono nel cuore della partita e Ouattara infila la palla tra Leroy e il suo palo (51°). Le offensive del Lorient fino ad allora erano rimaste molto discrete ma non avevano bisogno di molto per offrire un’altra vittoria al proprio club. Grazie a questo successo, il Lorient si ritrova sesto con una partita in ritardo che giocherà questo mercoledì in casa contro il Lione (19:00).

Leave a Comment