golf

Justin Suh vince il campionato KFT, ora completamente esente per la stagione da rookie del PGA Tour

Justin Suh vince il campionato KFT, ora completamente esente per la stagione da rookie del PGA Tour


Per tre anni Justin Suh ne ha sentito parlare. Come nell’estate del 2019, si è unito a Collin Morikawa, Viktor Hovland e Matthew Wolff per un servizio fotografico dopo il loro presser pre-torneo al Travellers Championship, eppure era ancora l’unico dei quattro nella ripresa che non aveva fatto al PGA Tour.

Mentre Morikawa, Hovland e Wolff hanno tutti vinto il Tour – Morikawa è un due volte vincitore importante, e Hovland, insieme a Morikawa, un Ryder Cupper – Suh, quattro volte All-American alla USC, ha combattuto un infortunio e ha dovuto farsi le ossa sui livelli di lega minore del Tour.

Ora, però, Suh ha riscritto la didascalia di quella famosa foto.

Da sinistra: Viktor Hovland, Collin Morikawa, Justin Suh e Matthew Wolff, sponsor esenzioni per il Travellers Championship 2019 – e ora tutti sono arrivati ​​al PGA Tour.

PGA Tour

Suh ha conquistato la sua carta Tour poche settimane fa come uno dei primi 25 classificati del Korn Ferry Tour in punti della stagione regolare. Ma domenica al Victoria National, ha migliorato il suo status vincendo il Korn Ferry Tour Championship e diventando uno dei due giocatori che sono completamente esenti per la stagione 2022-23 del PGA Tour (il collega Will Gordon di Vanderbilt è l’altro come il miglior vincitrice di punti solo per le finali).

“Molte conferme… è solo molto gratificante”, ha detto Suh. “Al college, ho imparato a vincere, sono arrivato al numero 1 nella classifica amatoriale e ho vinto il Korn Ferry Tour e ho progredito in quel modo, è fantastico”.

Per essere finito come il miglior guadagno in punti combinati di stagione regolare e finali, Suh riceve anche un posto al Players Championship e agli US Open del prossimo anno.

È un enorme risultato per Suh, che ha lottato con il suo lotto iniziale di esenzioni dallo sponsor del PGA Tour mentre soffriva di un infortunio al polso sinistro, saltando sei dei sette tagli quell’anno prima di partire per giocare al PGA Tour Latinamerica. La pandemia ha ucciso più slancio e Suh ha trascorso i due anni successivi rimbalzando tra tour di sviluppo e inizi occasionali del PGA Tour e KFT.

Lo scorso novembre, nella fase finale della Q-School, Suh stava fissando in faccia lo status di KFT condizionale fino a quando non ha birdato due delle sue ultime quattro buche e ha prosciugato un 5 piedi per il par nell’ultima per assicurarsi otto partenze garantite su KFT per il 2022.

Suh ha poi recuperato il tempo perso alla grande, accumulando nove top-10 nella KFT in questa stagione e finendo settimo a punti in vista delle finali. Questa settimana, sapendo che doveva vincere per assicurarsi lo status di esenzione completa al Tour la prossima stagione, si è imposto il vantaggio di 54 buche e poi ha tirato 4 under 68 domenica per finire a 21 under, due colpi di distanza dal prodotto dell’Oklahoma State Austin Eckroat.

“Siamo stati vicini così tante volte durante la stagione”, ha detto Suh. “È stato fantastico dimostrare a me stesso che posso vincere”.

Punteggi a tutto campo dal Korn Ferry Tour Championship

Eckroat, laureato alla PGA Tour University nel 2021, è stato tra i 25 giocatori che hanno guadagnato carte Tour tramite le finali. È passato dal T-64 al terzo posto nella lista dei punti delle finali con la sua seconda prestazione da solista.

Altri notabili si uniranno a Eckroat per assicurarsi le loro carte alle finali:

• Gli ex clienti abituali del Tour David Lingmerth, Joseph Bramlett, Austin Cook, Henrik Norlander, Ryan Armour, Brice Garnett e Brian Stuard

• L’ex protagonista dell’Illinois Nick Hardy, che ha riguadagnato il cartellino dopo un anno da rookie segnato da un inizio lento e da un infortunio

• I membri del DP World Tour Dean Burmester, Thomas Detry e Matti Schmid

• Kyle Westmoreland, che era T-52 al Victoria National battendo Joey Garber per i 25th e carta finale. Garber aveva birdwatchato ciascuna delle sue ultime quattro buche domenica prima di finire T-12 e 26th nei punti finali. Westmoreland, che ha servito cinque anni nell’Air Force prima di iniziare il suo inseguimento al PGA Tour a metà del 2019, è il primo diplomato dell’Air Force Academy a guadagnare la sua tessera PGA Tour.

Leave a Comment