sports

Scott McLaughlin in pole mentre Penske governa

Scott McLaughlin in pole mentre Penske governa


Scott McLaughlin ha guidato un assalto di qualificazione del Team Penske, conquistando il primo posto nella formazione titolare per l’IndyCar Grand Prix di Portland di domenica.

I compagni di squadra Josef Newgarden e Will Power hanno preso i prossimi due posti nelle qualifiche, anche se Newgarden partirà ottavo a causa di una penalità in griglia. Ciò metterà fianco a fianco le Dallara-Chevrolets di McLaughlin e Power in prima fila per l’infida curva 1 di Portland.

“Credito a tutti al Team Penske”, ha detto McLaughlin a Kevin Lee di NBC Sports. “Non siamo stati grandiosi qui l’anno scorso, ma siamo tornati qui con tre hot rod. Ci stiamo spingendo tutti a vicenda, Will, Josef ed io. Ottenere la pole è ovviamente una grande cosa. Il potere della Chevy è fantastico. Non vedo l’ora che arrivi la gara”.

RISULTATI DI QUALIFICA: Fare clic qui per i risultati delle qualificazioni a Portland | Girone 1, Gruppo 1 | Girone 1, Gruppo 2 | Giro 2 l Giro 3

INDYCAR A PORTLAND: Dettagli per la visione di domenica sulla NBC

Tutti e tre i piloti sono in lotta per il campionato a due gare dalla fine. Power guida la classifica di tre punti su Newgarden.

A differenza dei suoi compagni di squadra, McLaughlin sta cercando il suo primo titolo e ha detto che le regole sono chiare su come le auto di Roger Penske gareggeranno tra loro.

“Sappiamo che quando ci assumiamo quello che dobbiamo fare”, ha detto McLaughlin, che ha guadagnato un punto con la pole e ora è indietro di 53 punti. “Quando vince la squadra, vinciamo tutti. Per me, devo solo concentrarmi su quello che sto facendo. Se posso essere in testa e togliere punti agli altri vincendo la gara, è esattamente quello che vogliamo fare.

“Finché non ne sarò matematicamente fuori, voglio continuare ad andare duro e continuare a provare a vincere le gare. Mi sento davvero bene in macchina. Stiamo costruendo cose davvero buone per il prossimo anno. Sono davvero orgoglioso di questo gruppo. Questi ragazzi e queste ragazze lavorano molto duramente e sono molto orgoglioso di loro. È davvero un grande testamento per loro”.

È la terza pole position in questa stagione per McLaughlin. Ha vinto dopo essere partito primo nell’apertura della stagione a San Pietroburgo, in Florida, ed è arrivato secondo dalla pole il mese scorso per le strade di Nashville, nel Tennessee.

Altri due contendenti al campionato hanno raggiunto l’ultimo round di qualificazione Fast Six: Alex Palou (quarto) e Pato O’Ward (quinto).

I compagni di squadra Scott Dixon (16°) e Marcus Ericsson (18°) dovranno mantenere vive le loro offerte per il campionato partendo più in profondità nel campo. Entrambi i piloti del Chip Ganassi Racing sono stati eliminati al primo turno di qualifiche.

Tutti i contendenti saranno in guardia all’inizio del primo giro poiché la curva 1 di Portland produce spesso un contatto alla bandiera verde.

“È sicuramente la svolta più imprevedibile” in IndyCar, ha detto Newgarden. “Quando va secondo i piani, va bene. Il più delle volte, ciò non accade”.

Ha detto Power: “Sì, un angolo così brutto. Un angolo così invitante e ampio. Non l’ideale per la penultima gara della stagione”.

Sabato pomeriggio i funzionari di IndyCar hanno distribuito un promemoria ai piloti e ai team che delineano le procedure di partenza per la gara di domenica.

La zona di accelerazione per il poleman sarà l’uscita della curva 12 (l’ultima curva) e i piloti che prendono una scorciatoia all’apice della curva 2 devono fare ogni sforzo per utilizzare la seconda chicane di uscita della curva 1.

Ecco la formazione di partenza di IndyCar per il Gran Premio di Portland di domenica sul Portland International Raceway di 1.964 miglia (posizione di qualificazione, numero dell’auto tra parentesi, pilota, motore, tempo e velocità):

RIGA 1

1. (3) Scott McLaughlin, Chevrolet, 58.2349 (121.412)
2. (12) Volontà, Chevrolet, 58.4254 (121.016)

RIGA 2

3. (30) Christian Lundgaard, Honda, 58.4482 (120.969)
4. (10) Alex Palou, Honda, 58.5075 (120.846)

RIGA 3

5. (5) Pato O’Ward, Chevrolet, 58.6090 (120.637)
6. (7) Felix Rosenqvist, Chevrolet, 58.3475 (121.177)

RIGA 4

7. (26) Colton Herta, Honda, 58.3925 (121.084)
8. (2) Josef Newgarden, Chevrolet, 58.3129 (121.249)–**

RIGA 5

9. (27) Alessandro Rossi, Honda, 58.3983 (121.072)
10. (18) David Malukas, Honda, 58.4038 (121.061)

RIGA 6

11. (15) Graham Rahal, Honda, 58.4475 (120.970)
12. (21) Rinus VeeKay, Chevrolet, 58.5356 (120.788)

RIGA 7

13. (14) Kyle Kirkwood, Chevrolet, 58.4865 (120.889)
14. (77) Callum Ilott, Chevrolet, 58.1988 (121.487)

RIGA 8

15. (28) Romain Grosjean, Honda, 58.5097 (120.842)
16. (9) Scott Dixon, Honda, 58.2628 (121.354)

RIGA 9

17. (45) Jack Harvey, Honda, 58.5332 (120.793)
18. (8) Marcus Ericsson, Honda, 58.3064 (121.263)

RIGA 10

19. (60) Simon Pagenaud, Honda, 58.6898 (120.471)
20. (20) Conor Daly, Chevrolet, 58.4398 (120.986)

RIGA 11

21. (06) Helio Castroneves, Honda, 58.7534 (120.340)
22. (51) Takuma Sato, Honda, 58.6058 (120.643)

RIGA 12

23. (48) Jimmie Johnson, Honda, 59.1933 (119.446)
24. (29) Devlin De Francesco, Honda, 58.6127 (120.629)

RIGA 13

25. (4) Dalton Kellett, Chevrolet, 59.0082 (119.821)

**– Penalizzate sei posizioni in griglia per una penalità al motore

Formazione di partenza IndyCar a Portland: Scott McLaughlin in pole mentre le regole di Penske sono apparse originariamente su NBCSports.com

Leave a Comment