sports

I Cavaliers aggiungono l’All-Star G Mitchell, lanciati nella caccia al titolo dell’Est

I Cavaliers aggiungono l'All-Star G Mitchell, lanciati nella caccia al titolo dell'Est


CLEVELAND (AP) Con una mossa audace e inaspettata, i Cleveland Cavaliers hanno alzato notevolmente il loro profilo nella Eastern Conference.

Sono tornati nella caccia al titolo.

I Cavs hanno ufficializzato sabato l’acquisizione della tre volte All-Star Guard Donovan Mitchell in uno scambio con lo Utah, e possono iniziare a capire come integrare al meglio i suoi talenti nel loro giovane nucleo.

Considerati degli outsider per ottenere il giocatore dinamico per gran parte di questa bassa stagione, i Cavs sono entrati in picchiata e hanno messo insieme un pacchetto a cui i Jazz, che avevano offerte da diverse altre squadre, non hanno potuto resistere.

Cleveland ha inviato la guardia Collin Sexton, l’attaccante Lauri Markkanen e la guardia esordiente Ochai Agbaji nello Utah insieme a scelte al primo turno non protette nel 2025, 2027 e 2029. Le squadre si scambieranno anche i diritti di redazione al primo turno nel 2026 e nel 2028.

Sexton, che era un free agent limitato, ha firmato un contratto quadriennale da 72 milioni di dollari come parte del pacchetto, ha detto giovedì all’Associated Press il suo agente Rich Paul di Klutch Sports.

Aggiungendo Mitchell, i Cavs sono almeno entrati nella conversazione per contendersi nell’est sovraccaricato, dove Boston, Brooklyn, Miami, Milwaukee e Philadelphia sono tutti considerati degni del campionato.

“L’acquisizione di Donovan Mitchell ci ha presentato un’incredibile opportunità per portare a Cleveland uno dei giovani All-Star più dinamici della NBA”, ha affermato Koby Altman, presidente delle operazioni di basket dei Cavaliers. ”Già un talento speciale e collaudato a soli 25 anni, Donovan porta una mentalità competitiva che si adatta organicamente al gruppo principale di questa squadra.

“Siamo entusiasti di vedere l’impatto che qualcuno del calibro di Donovan può portare ai Cavaliers con la sua capacità di segnare il basket, ma anche di fare giocate per i suoi compagni di squadra”.

Per lo Utah, il massiccio smontaggio del roster continua. Il commercio di Mitchell è il secondo maggiore di quest’estate. Lo Utah ha anche assegnato il centro All-Star e la forza difensiva Rudy Gobert al Minnesota a luglio per una serie di scelte al draft.

Non è passato molto tempo da quando il tandem Mitchell-Gobert ha reso il Jazz una squadra da temere nella Western Conference. Ora, lo Utah sta ricominciando con un nuovo allenatore e almeno 13 scelte al primo turno nei prossimi sette anni.

A Cleveland, che due anni fa aveva una squadra di 22 vittorie, la ricostruzione è completa per una franchigia che si è abituata a vincere quando c’era LeBron James. Mitchell potrebbe essere stato il pezzo mancante.

Il 25enne dà a Cleveland il tipo di megastar che serve per vincere tutto. Pilota senza paura, marcatore esplosivo e creatore, Mitchell è un giocatore che mi dà la palla nel momento cruciale che alza il suo gioco e quello dei suoi compagni di squadra.

Potrebbe anche essere il più anziano statista in una formazione di partenza prevista con il playmaker All-Star Darius Garland (22 anni), il centro All-Star Jarrett Allen (24), l’attaccante Evan Mobley (21) e Isaac Okoro (21).

Mentre i Cavs hanno migliorato il loro totale di vittorie di 22 partite la scorsa stagione e si sono qualificati per il play-in game, la loro principale carenza era non avere qualcuno che potesse ottenere un punteggio costante e un’offesa stagnante.

I Cavs hanno cercato di affrontare la situazione negoziando per il piccolo forward Caris LeVert alla scadenza di febbraio. Tuttavia, è stato rallentato da un infortunio e ha lottato per adattarsi al sistema di JB Bickerstaff.

Mitchell ha segnato una media di 23,9 punti nelle sue cinque stagioni da professionista e giocherà al fianco di Garland, che è migliorato su tutta la linea nel suo terzo anno. È una zona di difesa più piccola – sia Mitchell che Garland sono elencati a 6 piedi-1 – quindi potrebbero esserci alcuni problemi difensivi, ma con Allen e Mobley di pattuglia, i Cavs hanno dimostrato la protezione del cerchione.

Cleveland non ha fatto i playoff da quando James ha lasciato per la seconda volta nel 2018, ponendo fine alla corsa di quattro anni dei Cavs verso le finali. Sono stati pazienti nel mettere le cose a posto per fare un altro tentativo con un titolo.

Mitchell li avvicina a uno.

Altro AP NBA: https://apnews.com/hub/NBA e https://twitter.com/AP-Sports

Leave a Comment