Ecco 5 cose che abbiamo imparato dalla vittoria per 21-10 dell’Ohio State su Notre Dame


Beh, non molti l’hanno visto recitare in quel modo.

L’Ohio State ha sconfitto Notre Dame 21-10 sabato sulla forza di una difesa ringiovanita che ha dovuto salvare un attacco di passaggio che era tutt’altro che esplosivo.

E la partita è stata sigillata con i Buckeyes che hanno battuto la palla a terra con un running back non chiamato Treveyon Henderson.

Guadare: The Best Damn Band in the Land mostra l’intervallo durante l’Ohio State vs. Notre Dame

I fan dell’OSU reagiscono alla vittoria di Notre Dame:“Il prossimo gioco interessante di Ohio State è tra 12 settimane?”

Ci sono moltissimi punti di vista con nuovi nomi che diventano eroi e la difesa forse diventa un punto di forza.

Ecco cinque cose che abbiamo imparato dal gioco:

3 settembre 2022; Columbus, Ohio, Stati Uniti; Un infortunato Ohio State Buckeyes wide receiver Jaxon Smith-Njigba (11) esce dall’huddle durante il terzo trimestre della partita di football NCAA contro il Notre Dame Fighting Irish all’Ohio Stadium. Ohio State ha vinto 21-10. Credito obbligatorio: Adam Cairns-USA TODAY Sports

È chiaro chi sia l’MVP offensivo dell’Ohio State e non è CJ Stroud

Il wide receiver Jaxon Smith-Njigba si è fatto male all’inizio del gioco e, una volta limitato, l’attacco dell’Ohio State ha perso la sua strada. Quando alla fine è uscito dal gioco zoppicando per l’ultima volta, l’offesa di passaggio è svanita. Stroud ha messo insieme due buoni drive per vincere, ma questo non è stato l’attacco potente che tutti si aspettavano.

Il valore di Smith-Njigba era chiaro a tutti. I giocatori nella “miglior sala ricevitori del paese”, come si definiscono, sono semplicemente bravi senza di lui. Con le partite facili in arrivo, cerca Smith-Njigba per guarire e l’attacco esplosivo che tornerà tra poche settimane.

3 settembre 2022;  Columbus, Ohio, Stati Uniti;  Ohio State Buckeyes tackle difensivo Ty Hamilton (58) affronta Notre Dame Fighting Irish running back Audric Estime (7) durante il terzo trimestre della partita di football NCAA all'Ohio Stadium.  Ohio State ha vinto 21-10.  Credito obbligatorio: Adam Cairns-USA TODAY Sports

3 settembre 2022; Columbus, Ohio, Stati Uniti; Ohio State Buckeyes tackle difensivo Ty Hamilton (58) affronta Notre Dame Fighting Irish running back Audric Estime (7) durante il terzo trimestre della partita di football NCAA all’Ohio Stadium. Ohio State ha vinto 21-10. Credito obbligatorio: Adam Cairns-USA TODAY Sports

È stata una specie di svolta per la difesa

Nel Fiesta Bowl di gennaio, Notre Dame ha segnato 35 punti e accumulato 551 yard contro la difesa dell’Oklahoma State di Jim Knowles. Certo, Knowles non c’era, ma è stata la sua creazione ad essere distrutta.

Sabato, con Knowles presente e chiamando per la prima volta i colpi allo stato dell’Ohio, i Buckeyes hanno escluso gli irlandesi nel secondo tempo e li hanno tenuti a 76 yard in corsa per la partita. Il linebacker Tommy Eichenberg sembrava veloce e fisico. I compagni linebacker Steele Chambers e Cody Simon sono stati veloci e duri. Le sicurezze erano aggressive. Gli schemi cambiano tra i fronti di quattro e tre uomini, con Jack Sawyer che si sposta e crea un po’ di confusione. La difesa dell’Ohio State non assomigliava per niente a quella dell’anno scorso.

3 settembre 2022;  Columbus, Ohio, Stati Uniti;  Ohio State Buckeyes tackle difensivo Michael Hall Jr. (51) saccheggia il quarterback irlandese di Notre Dame Fighting Tyler Buchner (12) nel quarto trimestre della partita di football NCAA tra Ohio State Buckeyes e Notre Dame Fighting Irish all'Ohio Stadium.  Credito obbligatorio: Kyle Robertson-USA TODAY Sports

3 settembre 2022; Columbus, Ohio, Stati Uniti; Ohio State Buckeyes tackle difensivo Michael Hall Jr. (51) saccheggia il quarterback irlandese di Notre Dame Fighting Tyler Buchner (12) nel quarto trimestre della partita di football NCAA tra Ohio State Buckeyes e Notre Dame Fighting Irish all’Ohio Stadium. Credito obbligatorio: Kyle Robertson-USA TODAY Sports

Ciao, Michael Hall Jr.

Chi ha 51 anni? Questo è ciò che molti spettatori chiedevano quando il tackle difensivo Michael Hall Jr. dominava un’eccellente linea offensiva di Notre Dame. Hall, un giocatore del secondo anno di Streetsboro di 6 piedi e 2, 290 libbre, ha avuto due contrasti la scorsa stagione. Sabato ha avuto quattro contrasti, tra cui un licenziamento, tre contrasti da solista e due contrasti per una sconfitta. Non poteva essere bloccato.

3 settembre 2022;  Columbus, Ohio, Stati Uniti;  Ohio State Buckeyes tackle difensivo Michael Hall Jr. (51) celebra il suo sacco di Notre Dame Fighting Irish quarterback Tyler Buchner (12) nel quarto trimestre della partita di football NCAA tra Ohio State Buckeyes e Notre Dame Fighting Irish all'Ohio Stadium.  Credito obbligatorio: Kyle Robertson-USA TODAY Sports

3 settembre 2022; Columbus, Ohio, Stati Uniti; Ohio State Buckeyes tackle difensivo Michael Hall Jr. (51) celebra il suo sacco di Notre Dame Fighting Irish quarterback Tyler Buchner (12) nel quarto trimestre della partita di football NCAA tra Ohio State Buckeyes e Notre Dame Fighting Irish all’Ohio Stadium. Credito obbligatorio: Kyle Robertson-USA TODAY Sports

Avremmo dovuto sapere che stava arrivando qualcosa quando il coordinatore offensivo Kevin Wilson, interrogato sulla difesa dei Buckeyes, ha detto con stupore: “Rido sempre quando Mike Hall esce come (terza squadra). Voglio dire, andiamo amico. Cavolo, è il miglior tre che abbia mai visto in vita mia. Non ha tre.

Dopo sabato, è probabile che ora lo sia.

3 settembre 2022;  Columbus, Ohio, Stati Uniti;  Ohio State Buckeyes running back Miyan Williams (3) porta la palla dietro il blocco del guardalinee offensivo degli Ohio State Buckeyes Luke Wypler (53) su Notre Dame Fighting Irish linebacker JD Bertrand (27) nel quarto trimestre della partita di football NCAA tra Ohio State Buckeyes e Notre Dame combattono contro gli irlandesi all'Ohio Stadium.  Credito obbligatorio: Kyle Robertson-USA TODAY Sports

3 settembre 2022; Columbus, Ohio, Stati Uniti; Ohio State Buckeyes running back Miyan Williams (3) porta la palla dietro il blocco del guardalinee offensivo degli Ohio State Buckeyes Luke Wypler (53) su Notre Dame Fighting Irish linebacker JD Bertrand (27) nel quarto trimestre della partita di football NCAA tra Ohio State Buckeyes e Notre Dame combattono contro gli irlandesi all’Ohio Stadium. Credito obbligatorio: Kyle Robertson-USA TODAY Sports

La linea offensiva dell’Ohio State si flette in ritardo

Erano chiamati morbidi. Finezza. Sopravvalutato. E per gran parte del gioco, la linea offensiva dei Buckeyes sembrava davvero sopraffatta.

Ma con la partita in gioco, i pezzi grossi hanno finalmente iniziato a spostare i difensori di Notre Dame e il running back Miyan Williams ha solcato il campo. Forse stava finalmente entrando in un ritmo di gioco di corsa – che fine ha fatto stabilire la corsa? − e sapendo che non erano sempre in protezione passiva.

Ma la partita è stata vinta sulla linea nella frizione. È qualcosa di nuovo. Era la durezza.

“Vogliamo essere conosciuti come qualcosa di diverso dal talento”, ha detto l’allenatore Ryan Day.

3 settembre 2022;  Columbus, Ohio, Stati Uniti;  Ohio State Buckeyes wide receiver Emeka Egbuka (2) viene affrontato da Notre Dame Fighting Irish safety Brandon Joseph (16) dopo una cattura nel secondo trimestre della partita di football NCAA tra Ohio State Buckeyes e Notre Dame Fighting Irish all'Ohio Stadium.  Credito obbligatorio: Kyle Robertson-USA TODAY Sports

3 settembre 2022; Columbus, Ohio, Stati Uniti; Ohio State Buckeyes wide receiver Emeka Egbuka (2) viene affrontato da Notre Dame Fighting Irish safety Brandon Joseph (16) dopo una cattura nel secondo trimestre della partita di football NCAA tra Ohio State Buckeyes e Notre Dame Fighting Irish all’Ohio Stadium. Credito obbligatorio: Kyle Robertson-USA TODAY Sports

Ciao, Emeka Egbuka

Una domanda per tutta la bassa stagione era quale ricevitore si sarebbe fatto avanti e avrebbe tolto un po’ di pressione a Smith-Njigba. Sarebbe Julian Fleming, Marvin Harrison Jr., Emeka Egbuka o Jayden Ballard? (O ora, Xavier Johnson, ponendo la domanda posta ovunque, “Chi ha 10 anni?”)

Questa domanda ha avuto una risposta decisiva, poiché Egbuka ha ricevuto nove passaggi per 90 yard e un touchdown. Sembrava la versione dell’anno scorso di Smith-Njigba. Era veloce, sicuro ed elettrico. Ora, se riesce a smettere di lasciare che gli scommettitori colpiscano la palla sopra la sua testa…

Ricevi più notizie sul calcio dell’Ohio State ascoltando i nostri podcast

Questo articolo è apparso originariamente su The Columbus Dispatch: il football di OSU Buckeyes batte Notre Dame: 5 cose che abbiamo imparato

Leave a Comment