sports

Warriors, Kings traggono vantaggio dal blockbuster

Warriors, Kings traggono vantaggio dal blockbuster


Warriors, Kings tra i vincitori sotto il radar nello scambio “Spida” è apparso originariamente su NBC Sports Bayarea

Donovan Mitchell ha una nuova casa. E non è nell’Empire State.

Giovedì, secondo quanto riferito, gli Utah Jazz hanno ceduto la tre volte All-Star Guard ai Cleveland Cavaliers in cambio di Collin Sexton, Lauri Markkanen, Ochai Agbaji, tre selezioni al primo turno e due scambi di scelte.

Ora che la polvere si è posata e “Spida” inizierà a girare la sua tela nella Eastern Conference, chi è emerso come vincitore dopo l’accordo? Chi sono i perdenti? È tempo di speculare.

Vincitore: bozze fittizie nello Utah

I Jazz dovranno aprire una nuova unità di archiviazione per tutti i plettri del primo round e gli scambi di plettri che hanno acquisito quest’estate.

All’inizio della bassa stagione, lo Utah ha ricevuto quattro future scelte al primo turno e uno scambio di scelte (oltre a un piccolo villaggio di giocatori di ruolo) dai Minnesota Timberwolves in cambio di Rudy Gobert.

Nell’accordo “Spida” di giovedì, il Jazz ha ricevuto tre scelte non protette al primo turno e due scambi di scelte. Ciò significa che lo Utah ora ha i diritti su 13 scelte al primo turno (inclusi tre potenziali scambi) attraverso il Draft NBA 2029.

Anche la svendita a Salt Lake City probabilmente non è finita. I Jazz hanno ancora Bojan Bogdanovic, Jordan Clarkson, Mike Conley e Malik Beasley, tra gli altri, che potrebbero ricevere interessi commerciali prima della scadenza.

I fan del jazz potrebbero dover aggiungere Tankathon ai preferiti come nuova home page del browser.

Perdente: Sigh, i Knicks

Anche prima dell’inizio della bassa stagione, Mitchell sembrava destinato ad atterrare a New York.

Secondo quanto riferito, il grande uomo All-Star Julius Randle e un paio di dirigenti dei Knicks hanno infastidito il front office dello Utah sedendosi a bordo campo durante la prima partita della serie di playoff del Jazz contro i Dallas Mavericks. Mitchell è un fan di lunga data dei New York Mets, ma le voci sul commercio si sono mosse di nuovo quando lui partecipato a una partita al Citi Field quest’estate.

Tuttavia, secondo quanto riferito, i colloqui commerciali tra Jazz e Knicks sono falliti.

Adrian Wojnarowski di ESPN ha riferito giovedì, citando fonti, che New York ha rifiutato di “includere Quentin Grimes in uno scambio con RJ Barrett” lunedì sera, aprendo la porta ai Cavaliers per intrufolarsi e raccogliere “Spida”.

Uff. Potrebbe non invecchiare bene.

Vincitore: Cavs contendenti

Dalla stagione 1998-99, i Cavaliers sono stati nove volte ai playoff. Tutte e nove le apparizioni erano con LeBron James nel roster.

Ora, i Cavaliers stanno aggiungendo Mitchell alla loro coppia di All-Stars in Darius Garland e Jarrett Allen, per non parlare di Caris LeVert, Kevin Love e Ricky Rubio che escono dalla panchina.

Addio, torneo di gioco. Ciao, playoff di basket.

Perdente: LeBron James

Come sappiamo, James ha lasciato Cleveland per i Los Angeles Lakers dopo essere stato travolto dai Warriors nelle finali NBA del 2018. Certo, James ha vinto un titolo con i Lakers in bolla, ma dove sono adesso?

Cleveland è giovane e potrebbe giocare fino alla fine della prossima estate.

I Lakers, nel frattempo, sono vecchi. Stanno ottenendo un deludente 11° posto in Occidente e potrebbero aver bisogno di assumere un terapeuta per affrontare il dramma nella loro corte di difesa tra Patrick Beverley e Russell Westbrook appena acquisiti. Anche “Space Jam 2” in uscita l’anno scorso non aumenta il curriculum di James durante il suo mandato a Hollywood.

Tuttavia, James sembra essere un fan del mestiere e felice per Cleveland.

Vincitore: possibilità di playoff di Kings

Per partecipare al torneo play-in, i Kings devono essere migliori di cinque squadre nella Western Conference. La vendita di fuoco dello Utah li mette nella cantina della conferenza insieme alla ricostruzione di Oklahoma City Thunder, San Antonio Spurs e Houston Rockets.

Ciò significa che Sacramento deve solo finire con più vittorie di un’altra squadra dell’Ovest e vincere una o due partite di torneo play-in per fermare la siccità di 16 anni.

Lakers? Pellicani di New Orleans? Blazer da pista Portland?

Ne basta uno.

Vincitore: Warriors, altre speranze dell’Occidente

Non ci sarà un percorso facile per le finali NBA dall’altra parte del girone.

I Jazz non avrebbero mai potuto contendersi la corona della Western Conference, ma lo scambio per Mitchell rende i Cavaliers un’altra minaccia in Oriente. Tra i Milwaukee Bucks e il campione in carica della conferenza Boston Celtics, per non parlare di Kevin Durant che ha sistemato le cose con i Brooklyn Nets e i Philadelphia 76ers, l’Est è accatastato.

Quando i Warriors hanno appreso l’ultima corsa ai playoff con Boston che hanno giocato due partite consecutive nelle ultime due serie prima delle finali NBA del 2022, ogni partita giocata in più conta.

Anche il percorso attraverso l’Occidente non sarà un gioco da ragazzi, ma questo commercio non fa altro che aiutare i contendenti dell’Occidente come Golden State.

Perdente: Stephen A. Smith

Povero ragazzo.

Vincitore: Brian Windhorst

“Cosa sta succedendo nello Utah?”

Windhorst ha prodotto il meme più virale della offseason NBA ipotizzando che i Jazz stessero vendendo la squadra poco prima di trasferire Gobert.

Dopo che lo scambio è stato segnalato, Mitchell ha persino usato il meme di Windhorst per riconoscere che si stava dirigendo a Cleveland.

Scarica e segui il podcast Dubs Talk

Leave a Comment