football

OM troppo solido per i promossi da Auxerre / Ligue 1 / J6 / Auxerre-Marseille (0-2) / SOFOOT.com

OM troppo solido per i promossi da Auxerre / Ligue 1 / J6 / Auxerre-Marseille (0-2) / SOFOOT.com


In attesa delle partite di PSG e Lens, l’Olympique de Marseille si è offerto un po’ di sfizio portandosi in vantaggio in Ligue 1. L’AJ Auxerre non ha potuto fare molto per impedire ai Focei di raggiungere i propri obiettivi questo sabato (0-2), il promosso dimostrandosi impotente contro un avversario che ne conferma la solidità.


Modificata

Auxerre-Marsiglia 0-2

Ma : Gerson (8e) e Sanchez (84e)

L’Abbé-Deschamps ha suonato tristemente vuoto il 10 febbraio 2021 per l’ultimo ricevimento dell’Olympique de Marseille, nel terzo round della Coupe de France. Niente a che vedere con l’atmosfera di questo sabato. Un recinto strapieno, 17.035 tifosi che aspettano solo di vibrare, ma all’arrivo, stesso risultato dell’anno scorso: nonostante una formazione titolare in gran parte ridisegnata (sette cambi rispetto alla squadra partita mercoledì contro il Clermont), il vicecampione di La Francia era al di sopra dei promossi e rimane logicamente imbattuta.

Gerson, il telefono sta squillando

Con il sorriso sulle labbra durante la conferenza stampa del giorno prima del match, aveva accennato Jean-Marc Furlan “piccoli difetti da sfruttare” all’Olimpico di Marsiglia. Sicuramente esistono, ma i giocatori di Igor Tudor non hanno lasciato alcuna possibilità di sfruttarli al proprio avversario. L’odore dei fumogeni nel parcheggio per i visitatori non si è ancora dissipato quando Jonathan Clauss ha già fatto visita a Benoît Costil (3e). Cinque minuti dopo, Cengiz Ünder prende il raffreddore e trova il palo, ma Gerson la segue e la spinge nelle retrovie (8e). Il brasiliano prevede anche il doppio, ma sbaglia qualche centimetro per anticipare l’uscita di Benoît Costil (13e), prima di eliminare Paul Joly e scontrarsi con il portiere icaunais (18e).


Il possesso è equilibrato, ma Marsiglia serenità. Come Leonardo Balerdi, tutto contegno all’uncinetto Nuno Da Costa (23e). Chancel Mbemba dà il tono con l’autoritarismo nel duello con lo stesso Da Costa (14e) e imperiale su mongolfiere. Il numero 99 si concede addirittura una salita in area avversaria e un tiro, troppo crossato (42e). L’AJA ha colpito il bersaglio solo una volta in questo primo atto, quando Gideon Mensah ha messo a segno un tiro dalla distanza… proprio su Pau López (35e). Il simbolo dell’impotenza icaunaise, nonostante l’invidia di Gauthier Hein, non avaro di sforzi dalla sua parte.

Sanchez a tavola

L’AJA ha preso in mano la situazione al rientro dagli spogliatoi e le cross di Mathias Autret hanno fatto rabbrividire l’Abbé-Deschamps (47e57e). Lanciato da Da Costa, Hein si precipita in porta con passi lunghi, ma schiaccia troppo il tiro, ostacolato dalla buona rimonta di Sead Kolašinac (61e). Joly pensa anche al pareggio, ma vede la sua testa radersi la cifra (66e). Finora discreti in attacco, i marsigliesi rispondono grazie ai loro sostituti. Nuno Tavares scuote il palo, segue Alexis Sánchez, ma Costil ricaccia indietro (67e). Stessa conclusione per l’altro sudamericano, Luis Suárez, in pivot (75e).

Il cileno invece non lascia scampo al portiere quando subentra su cross di Mattéo Guendouzi, dopo un’azione intelligentemente portata avanti da Amine Harit (84′e). Il suo terzo gol in Ligue 1, a conferma dell’esito della partita. L’AJ Auxerre non ha battuto l’OM dalla doppietta di Dennis Oliech a Vél’ nel dicembre 2009 e cadrà nella seconda parte della classifica durante il fine settimana. Con 16 punti su 18 e un terzo foglio pulito di fila, i Focesi si offrono almeno qualche ora al vertice della Ligue 1. Il semaforo è verde prima del ritorno in Champions League mercoledì. E finché OM manterrà questa solidità, sarà possibile sognare.

Auxerre (4-1-4-1): Costil – Joly, Jubal, Coeff, Mensah – Touré – Raveloson (Niang, 57e), Hein (Sinayoko, 69e), Sakhi, Autret (Perrin, 69e) – Da Costa (M’Changama, 79e). Allenatore : Jean-Marc Furlan.

Marsiglia (3-4-3) : Lopez – Balerdi, Mbemba, Kolasinac – Kabore (Gueye,e), Veretout, Rongier, Clauss (Tavares, 46e) – Gerson (Guendouzi, 59).e), Suárez (Harit, 81e), Ünder (Sánchez, 59e). Allenatore : Igor Tudor.

  • Risultati e classifiche Ligue 1

    Di Quentin Ballue, ad Auxerre

  • Leave a Comment