Rugby

Arrivato quest’estate all’ASM, Loïc Godener vuole ricominciare da capo

Arrivato quest'estate all'ASM, Loïc Godener vuole ricominciare da capo


Loïc Godener lo riconosce prontamente: “Dopo tre stagioni allo Stade Français dove ho giocato poco

, la mia venuta a Clermont costituisce una nuova partenza obbligatoria. Quando hai provato di tutto e non ha funzionato, devi sapere come andare avanti “, afferma la terza linea centrale, l’unico rookie di Clermont in bassa stagione nel pacchetto attaccante.

Infatti, quando ha ricevuto la proposta dall’ASM, il nativo di Nanterre non ha esitato a fare le valigie. “È venuta al momento giusto. Tuttavia, come tutti i parigini, avevo molti preconcetti su Clermont. Ma sono rimasto piacevolmente sorpreso dalla città, dalla gente”, racconta il giocatore che ad agosto ha festeggiato il suo 26esimo compleanno.

Di fronte allo Stade Français, Jono Gibbes (ASM Clermont) ha avuto l’imbarazzo della scelta per la composizione della sua XV

Ma è prima all’interno del suo nuovo club, in particolare a contatto con Fritz Lee “un giocatore straordinario”, che Loïc Godener ammette di essere tornato a prosperare. “Mi sento bene e si vede in campo. Ho ritrovato il piacere. Gli allenatori parlano con me, anche i miei compagni di squadra. Mi dà fiducia. Tutto è a posto per il momento per fare un buon lavoro. Questo è stato visto a Tolone(NdR: dove ha segnato una meta)

un po’ meno contro il Bordeaux dove avevamo poco pallone”. Loïc Godener

(vuoto)

“Attraverso il suo comportamento, il suo investimento, è stato in grado di guadagnare la fiducia degli spogliatoi”, afferma Jono Gibbes. premio

Le ambizioni, la forza lavoro, il futuro di Penaud… sette domande intorno alla stagione ASM

Ricevi la nostra newsletter ASM Match Day via e-mail e trova le informazioni essenziali ed esclusive sul tuo club preferito.

NL {“path”:”mini-registration”,”id”:”MT_Sports_ASM”,”accessCode”:”14179012″,”allowGCS”:”true”,”bodyClass”:”ripo_generic”,”contextLevel”:”KEEP_ALL “,”filterMotsCles”:”1|10|11|14|15|17123″,”gabarit”:”generic”,”hasEssentiel”:”true”,”idArticle”:”4179012″,”idArticlesList”:”4179012 “,”idDepartement”:”282″,”idZone”:”30603″,”motsCles”:”1|10|11|14|15|17123″,”premium”:”true”,”pubs”:”banniere_haute |article”,”site”:”MT”,”sousDomain”:”www”,”tagsArticle”:”#SFPASM2022″,”urlTitle”:”coming-this-summer-al-asm-loic-godener-want- ricominciare”} Loïc Godener ammette di essere stato conquistato anche dal progetto sportivo, certo, ma anche dalle relazioni umane. “Per me è importante. Abbiamo parlato in particolare del mio post-carriera. Inizierò ad allenare l’Under 12 del club. Con Didier(Ritiro)

, vedremo come posso passare i miei diplomi di allenatore “, afferma il giocatore che questo sabato (17:00) troverà la sua ex squadra allo stadio Jean-Bouin. Uno snobismo divertente per l’inizio di stagione. “Una partita particolare, necessariamente”, conclude l’interessato.

Nelle ultime tre stagioni allo Stade Français, Loïc Godener ha giocato 42 partite, di cui 25 da titolare nella Top 14.

Leave a Comment