Vincitori e vinti in Donovan Mitchell scambiano con Cavaliers


Con una verbosa mossa giornalistica, ho intenzione di affondare un coltello nel cuore di questa storia nel primo paragrafo: non sapremo chi sono i veri vincitori e vinti di questo mestiere per anni. Forse sette anni. Ci sono solo molte variabili. Non sappiamo come saranno quelle scelte che Cleveland invia nello Utah quando le trasmetteranno. Non sappiamo se Donovan Mitchell sarà felice a lungo a Cleveland e resterà. Ci sono molte, molte domande.

Ma da dove siamo oggi, è un buon giorno per essere Donovan Mitchell e i Cavaliers.

Ecco i vincitori e i vinti dello scambio di successo di Mitchell con i Cavaliers. Innanzitutto, ecco come si presenta lo scambio:

I Cavalieri ricevono: Donovan Mitchell

Ricezione jazz: Tre scelte non protette al primo turno (2025, 2027 e 2029), i diritti a due scambi di scelte (2026 e 2028), Lauri Markkanen, Collin Sexton e Ochair Agbaji.

VINCITORE: Donovan Mitchell

Voleva uscire dallo Utah. Forse prima dello scambio di Rudy Gobert, ma sicuramente dopo.

Cleveland non è New York o Miami (le sue destinazioni preferite), ma Cleveland dà a Mitchell la possibilità di far parte di una squadra che sarà nel mix nell’est per anni. Mitchell giocherà in partite importanti in una squadra che, man mano che cresce e si sviluppa, potrebbe essere al vertice dell’Est in un paio d’anni.

L’atterraggio a Cleveland è una vittoria per Mitchell.

E, se è scontento, tra un paio d’anni Mitchell può uscire con la forza (gli rimangono tre anni con questo contratto, più un’opzione giocatore per la quarta stagione). Secondo Cleveland, Mitchell era eccitato e lo ha accennato su Twitter.

Inoltre, Cleveland ha pierogi migliori di New York o Miami.

VINCITORE: Cleveland Cavaliers

Questa è stata una mossa audace da parte dei Cavaliers, e intelligente sia perché possono permetterselo sia perché il 25enne Mitchell non cambia la linea temporale di questo giovane nucleo.

Al di fuori di quel “ragazzo di Akron”, i free agent d’élite non verranno a Cleveland. Il GM Koby Altman ha costruito questa squadra con scelte intelligenti al draft – Darius Garland ed Evan Mobley (per essere onesti, Mobley era la scelta ovvia nella loro posizione) – e un saggio scambio che ha portato Jarrett Allen alla 30a scelta nel draft. I Cavaliers avevano bisogno di un’altra stella per essere una vera minaccia in Oriente. Mitchell può essere quel ragazzo.

Cleveland ha avuto il 19esimo attacco in classifica nella NBA la scorsa stagione con Garland come il creatore di colpi principale (e unico di qualità). Ora i Cavaliers hanno uno dei backcourt più dinamici della NBA, due giocatori che possono tirare da tre livelli, guidare e schierare i compagni di squadra. Il rischio con questa zona di difesa è che sia Mitchell che Garland siano alti 6’1″ e non siano grandi difensori: questo potrebbe essere Portland East (dove Damian Lillard e CJ McCollum si sono divertiti a vedere che c’era un cappello a Portland nella postseason a causa delle loro dimensioni e difesa). Avere una prima linea di Mobley e Allen aiuta qui, sono due big mobili che sono protettori del cerchio d’élite. La scorsa stagione i Cavaliers erano sesti in campionato in difesa con una zona difensiva scarsa, che non è cambiata.

Quanto saranno bravi i Cavaliers in tre o quattro anni dipende da due cose: 1) Riusciranno a trattenere Mitchell dopo questo contratto? 2) Quanto è bravo Mobley. Sarà un’elite difensiva, ma può essere un’opzione numero 1 in attacco? Garland e Mitchell sono giocatori di livello All-Star, ma non necessariamente pietre miliari del franchise, i primi 10 ragazzi della lega. Mobiley ha il potenziale per esserlo. I Cavs dovranno trovare anche un’ala 3&D di qualità da abbinare agli altri quattro titolari.

PERDENTE: i fan dei New York Knicks (e forse i Knicks)

Leon Rose e i Knicks hanno mantenuto la loro posizione e non hanno pagato più del dovuto per ottenere una stella. Se sei un fan dei New York Knicks, puoi renderlo positivo, come una pausa dai cattivi schemi del passato per l’organizzazione. Il pubblico “I Knicks hanno fatto la cosa giusta” può sostenere la loro argomentazione dicendo che le otto scelte al draft che non hanno scambiato per Mitchell (così come i giovani giocatori promettenti come Quinten Grimes e Obi Toppin) sono ancora lì. Possono essere utilizzati in un affare futuro.

Ma Mitchell era un giocatore che i Knicks avevano preso di mira: legami con New York, legami CAA, e voleva essere lì e assumere il ruolo di star a New York City. Questa era la nuova cosa sexy che i fan dei Knicks desideravano in gran parte e che sarebbero rimasti indietro. Molti fan dei Knicks hanno reagito come Stephen A. Smith.

I Knicks hanno oscillato e hanno mancato. Rose ha giocato stretto, mettendo solo due scelte non protette al primo turno nel mix, scommettendo che nessun altro avrebbe offerto di più e quindi fissando una scadenza artificiale. Poi, quando i Jazz non hanno rispettato quella scadenza, i Knicks hanno esteso RJ Barrett. I Knicks pensavano che il Jazz sarebbe tornato sulla pista da ballo, e lo fecero, ma con un nuovo partner. Rosa calcolata male.

I Knick sono migliorati in questa bassa stagione aggiungendo Jalen Brunson. Tuttavia, gli Hawks sono migliorati molto aggiungendo Dejounte Murray in coppia con Trae Young. I Cavaliers ora stanno molto meglio con Mitchell e Garland nella zona di difesa. I Knicks non hanno tenuto il passo con l’Oriente e potrebbe tornare a morderli in questa stagione. Forse questo funziona perché i Knicks ottengono il prossimo All-Star disponibile e lui è migliore (o più in forma), ma non commettere errori, è stato un errore.

VINCITORE: Utah Jazz

Danny Ainge voleva delle scelte. Ha avuto scelte.

Possiamo discutere se due scelte dei Knicks non protette sarebbero migliori di tre scelte dei Cavaliers che, se mantengono Mitchell e il resto del loro core, potrebbero essere negli anni ’20 in pochi anni. Ma Ainge ha accumulato scelte questa estate: sei non protetti, uno dei primi cinque protetti, più una serie di scambi. Riguarderà la stesura e lo sviluppo, ma i Jazz hanno intrapreso la strada della profonda ricostruzione e in quel contesto questo commercio funziona (anche se non è il bottino che speravano).

Un altro vincitore nello Utah: il nuovo allenatore Will Hardy. Se avesse dovuto iniziare il campo di addestramento con Mitchell nel roster, sarebbe stato un circo, con lui che rispondeva ogni giorno a mezz’ora di domande Mitchell. Ora, ottiene una tabula rasa per iniziare e costruire la sua cultura.

PERDENTE: Lauri Markkanen

Il miglior giocatore mai uscito dalla Finlandia è un solido giocatore NBA a cui è stato chiesto di giocare fuori posizione come tre la scorsa stagione a Cleveland. Ora viene ceduto ai Jazz, che dovrebbero spostarlo da qualche altra parte entro la scadenza dello scambio di febbraio. Markkanen potrebbe essere messo in mostra all’inizio dello Utah e fare numeri, ma è così che può essere spostato di nuovo (il suo contratto da $ 16,5 milioni in questa stagione e un po’ di più nei prossimi due anni lo rende anche un giocatore molto scambiabile).

Markkanen potrebbe voler tenere una “borsa da viaggio” vicino alla porta in questa stagione, perché potrebbe essere in movimento in qualsiasi momento.

VINCITORE: Collin Sexton

Sexton avrebbe dovuto giocare per l’offerta di qualificazione da $ 7,2 milioni e mettersi alla prova, quindi sperare di trovare un giorno di paga la prossima estate. Invece, ha firmato una proroga di quattro anni da 72 milioni di dollari come parte dello scambio – e i Jazz lo terranno in giro e gli daranno la palla in questa stagione. È un buon giorno per essere Collin Sexton.

Ecco di più sui Cavaliers

Secondo quanto riferito, Jazz scambierà Donovan Mitchell con i Cavaliers per Sexton, Markkanen, … I segni preferiti dai fan di Tacko Fall per giocare la prossima stagione in Cina Rapporti: i Cavaliers hanno messo alla prova le acque del commercio di Donovan Mitchell

Vincitori e vinti nello scambio di Donovan Mitchell con Cavaliers sono apparsi originariamente su NBCSports.com

Leave a Comment