Questo pescatore brasiliano è sopravvissuto 11 giorni in un congelatore in mezzo all’oceano


Schermata di Twitter Per 11 giorni, questo pescatore brasiliano sulla quarantina è stato costretto a sopravvivere senza acqua né cibo in un modesto congelatore nelle acque dell’Atlantico.

Schermata di Twitter

Per 11 giorni, questo pescatore brasiliano sulla quarantina è stato costretto a sopravvivere senza acqua né cibo in un modesto congelatore nelle acque dell’Atlantico.

INSOLITO – Uno scenario a metà strada Solo al mondo et Indiana Jones 4. Infatti, come il famoso archeologo avventuriero e il fattorino della FedEx disperso su un’isola, il pescatore brasiliano Romualdo Macedo Rodrigues ha potuto contare su un oggetto di uso quotidiano per sopravvivere in condizioni estreme.

Come riportato dalla stampa brasiliana dalla fine di agosto, questo pescatore brasiliano ha vissuto un’esperienza senza precedenti sopravvivendo 11 giorni in un congelatore nel mezzo dell’Atlantico, in seguito alla perdita della sua barca.

Lasciata la cittadina di Oiapoque per tre giorni di pesca sulla costa brasiliana, Romualdo Macedo Rodrigues è stato subito costretto a improvvisare dopo aver individuato delle crepe nella sua barca di legno, come si spiega al canale RecordTV. .

Mentre la sua barca inizia ad affondare nell’Atlantico, l’uomo di 44 anni è quindi costretto a testare la galleggiabilità di un congelatore presente sulla sua barca. “Quando ho visto che non c’era via d’uscita, ho preso il congelatore e me ne sono andato”, dice il pescatore allo spettacolo Domingo Espetacular.

Secondo le stime della stampa brasiliana, l’uomo – che non sa nuotare – è andato alla deriva per 11 giorni finendo a circa 450 km dal luogo in cui è affondata la sua barca. A parte la paura di incontrare uno squalo, era soprattutto l’acqua a preoccupare di più Romualdo Macedo Rodrigues: ” L’acqua ha iniziato a filtrare nel congelatore. E l’ho tirato fuori a mano. Ho iniziato a disperare “, confida ancora.

Salvataggio e andare dietro le sbarre

L’11 agosto un gruppo di pescatori surinamesi avvistò in lontananza la barca improvvisata e decise di avvicinarsi ad essa, scoprendo all’interno Romualdo Macedo Rodrigues, denutrito e assetato. Quest’ultimo stima di aver perso cinque chili durante questa prova.

“Il pescatore Romualdo Macedo Rodrigues ha trascorso 11 giorni alla deriva in un congelatore nel mezzo dell’Atlantico dopo che la sua barca è affondata. I soccorsi sono stati effettuati dai pescatori che hanno trovato l’ordigno galleggiante in mare, al largo del Suriname”.

Sfortunatamente per lui, questo salvataggio non segna la fine dei suoi guai. Una volta a terra e dopo aver ricevuto i primi soccorsi in Suriname, il pescatore è stato subito arrestato dalla polizia. Senza documenti, è stato poi rinchiuso in cella per 16 giorni a Paramaribo, la capitale, senza alcuna spiegazione del motivo della sua detenzione.

Infine estradato a Belém nel nord del Brasile dopo aver ricevuto diverse visite dalle autorità brasiliane, Romualdo Macedo Rodrigues parla del suo ritorno a casa come ” il giorno più importante » della sua vita, senza dimenticare di menzionare il suo salvatore: « Quel congelatore, per me, era Dio. Un miracolo ».

Vedi anche su L’HuffPost: questo skipper francese è sopravvissuto 16 ore in una bolla d’aria all’interno della sua barca capovolta

Leave a Comment