sports

Clayton Kershaw ritorna tra gli sviluppi più preoccupanti per il lancio dei Dodgers

Clayton Kershaw ritorna tra gli sviluppi più preoccupanti per il lancio dei Dodgers


Il lanciatore dei Dodgers Clayton Kershaw lancia durante il primo inning di una sconfitta per 5-3 contro i New York Mets giovedì. (Adam Hunger / Associated Press)

Quando i Dodgers sono rimasti in silenzio alla scadenza dello scambio, lo hanno fatto con l’aspettativa che il loro personale addetto al lancio sarebbe guarito negli ultimi due mesi della stagione.

Il primo giorno di settembre, tuttavia, hanno ancora tante domande quante risposte quando si tratta di salute sul tumulo.

Giovedì hanno ripetuto una sequenza familiare, ricevendo buone e cattive notizie su diversi bracci chiave.

Il buono: Clayton Kershaw ha brillato al ritorno da un infortunio alla schiena, lanciando cinque forti inning prima che i Dodgers ottenessero un vantaggio e perdessero contro i New York Mets 5-3 al Citi Field.

La sconfitta ha suggellato la prima sconfitta in serie dei Dodgers in più di un mese ed è arrivata per mano dei loro più grandi rivali nella corsa al gagliardetto della National League.

Gli sviluppi più preoccupanti si sono verificati prima del primo lancio.

Per la seconda volta negli ultimi due mesi, il soccorritore Brusdar Graterol è stato inserito nella lista degli infortunati, questa volta con quella che la squadra ha detto essere un’infiammazione al gomito destro.

Poi, durante la sua mischia pomeridiana, il manager Dave Roberts ha detto che l’avambraccio destro teso del titolare Tony Gonsolin “semplicemente non è progredito” abbastanza velocemente come inizialmente sperato e che il lanciatore riceverà una risonanza magnetica venerdì.

“In questo momento, in questo momento”, ha riconosciuto Roberts, “sì, siamo un po’ più sconvolti di quanto sperassimo”.

Il lanciatore iniziale dei Dodgers Tony Gonsolin lancia contro i Milwaukee Brewers il 17 agosto.

Il lanciatore iniziale dei Dodgers Tony Gonsolin lancia contro i Milwaukee Brewers il 17 agosto. (Morry Gash / Associated Press)

Nelle ultime cinque settimane della stagione regolare, potrebbe non esserci trama più importante per i Dodgers della salute in evoluzione del loro staff di lancio.

Già dalla scadenza, hanno recuperato Dustin May e Kershaw, che hanno rinunciato a una corsa su cinque inning nel finale di serie, ma hanno perso Walker Buehler a causa dell’intervento chirurgico di Tommy John e ora attendono maggiori informazioni su Gonsolin.

Graterol si unirà anche a Gonsolin nel tubo della risonanza magnetica venerdì, quindi il team può saperne di più su un problema al gomito che il destrorso ha detto è apparso durante la sua ultima uscita domenica.

“C’è una moderata preoccupazione”, ha detto Roberts di Graterol, che ha perso tempo ad agosto per un infortunio alla spalla. “Ovviamente è un ragazzo forte e fisico, ma averlo dentro e fuori, sano e non sano, è un po’ sconcertante”.

Mentre Blake Treinen dovrebbe essere attivato per l’apertura della serie della squadra contro i San Diego Padres venerdì, segnando il suo ritorno da un infortunio alla spalla che lo ha tenuto fuori da aprile, i Dodgers stanno ancora aspettando che altri quattro soccorritori infortunati tornino a metà -fino a fine settembre: Yency Almonte (che si è sentito bene dopo una sessione di bullpen del mercoledì), più Danny Duffy, Tommy Kahnle e Victor González (che sono tutti fuori per incarichi di riabilitazione).

“Ci sono state molte incoerenze per quanto riguarda il lato di lancio, mescolare e abbinare la penna, i titolari dentro e fuori, ei giocatori hanno fatto un ottimo lavoro nel sistemare le cinghie”, ha detto Roberts. “È stato diverso, ma abbiamo trovato un modo per farlo funzionare”.

Kershaw ha fornito la stabilità tanto necessaria giovedì.

Ha emesso tre walk nel primo inning, incluso un passaggio libero caricato su basi per aprire le marcature, prima di scrollarsi di dosso la ruggine e ritirare i suoi ultimi 13 battitori della giornata.

In un’uscita di 74 tiri, ne ha eliminati sei, ha lasciato solo altre due palle lasciare l’interno del campo e ha abbassato la sua ERA stagionale a 2,59.

“Aveva solo bisogno di un inning”, ha detto Kershaw, che non aveva lanciato da quando ha subito il suo secondo infortunio alla schiena della stagione il 4 agosto. “Per fortuna, ne è uscito non terribile, rinunciando solo a una corsa. E poi dopo ho potuto provare a fare alcune modifiche, a capire le cose”.

Dopo l’uscita di Kershaw, tuttavia, i Dodgers (90-40) hanno lasciato un vantaggio di 2-1 che avevano costruito sul secondo inning di Chris Taylor da due punti.

La difesa sciatta e il lancio di sollievo traballante hanno alimentato un paio di rally da due run per i Mets (84-48) nel sesto e nel settimo inning, con il secondo base Gavin Lux che ha giocato una palla a terra troppo lentamente nel sesto prima di comunicare male con Mookie Betts su un compare nel settimo.

Brandon Nimmo di New York scivola sul piatto per segnare davanti al ricevitore dei Dodgers Will Smith.

Brandon Nimmo di New York scivola sul piatto per segnare davanti al ricevitore dei Dodgers Will Smith durante il settimo inning di giovedì. (Adam Hunger / Associated Press)

“Chiaramente, per me, ci battiamo”, ha detto Roberts. “Per tutto questo viaggio non credo che abbiamo giocato alla grande in difesa. … Hanno giocato meglio a baseball per tutta la serie.

Roberts era ottimista su una cosa giovedì, speranzoso che Kershaw avrebbe resistito per la corsa allungata nonostante la lunga storia di disturbi alla schiena del lanciatore.

“L’abbiamo attribuito a una riacutizzazione”, ha detto Roberts. “Sentiamo solo che sarà sufficiente per fargli attraversare la stagione forte e in salute”.

I Dodgers faranno meglio a sperarlo.

A quasi un mese dalla scadenza del commercio, non sono ancora così sani sul tumulo come pensavano che sarebbero stati.

Questa storia è apparsa originariamente sul Los Angeles Times.

Leave a Comment