cycling

Cédric Vasseur: “La caccia ai punti UCI cambia tutto…”

Transfert - Cédric Vasseur : «La chasse aux points UCI change tout...»


Passare attraverso Criterium Le Guidon d’Or a Ellemi Lunedì sera, il direttore generale della Squadra Cofidis, Cedric Vasseurha colto l’occasione per fare il punto sulle prestazioni della sua squadra in questa stagione, con già 16 vittorie all’attivo dall’inizio dell’anno – e l’ultima e forse la più bella – quella di Gesù Herrada Su il ritorno durante la 7a tappa! La corsa a Tour mondiale per il Tu credi sembra buono… ma Cedric Vasseur soprattutto vuole restare prudente: “Dobbiamo rimanere concentrati fino alla fine della stagione. Sentiamo ancora la forte concorrenza delle altre squadre. È logica. Stiamo lottando con 19-20 squadre per 18 posti. Ma è vero che la squadra sta facendo bene. E siamo abbastanza sereni con una forza collettiva. Forse la migliore di tutte le squadre che si battono per il mantenimento, quindi noi non riesco ad addormentarmi”.

Video – Cédric Vasseur durante il Criterium Le Guidon d’Or a Hellemmes

Trova la tua Pagina Trasferimenti 2022-2023 che verrà aggiornata regolarmente cliccando QUI

Già la sedicesima vittoria di Cofidis in questa stagione… dal 26 agosto alla Vuelta!

Ricordiamo che il 26 agosto sulle strade di Giro di SpagnaGesù Herrada, il 32enne spagnolo ha vinto dopo un incredibile scenario sulle strade che da Camargo portano a Cistierna. Per la seconda volta nella sua ricca carriera, ha vinto sulle strade di il ritorno e quindi offerto Tu credi il suo successo più prestigioso della stagione. “sei tuuna grande vittoria la scorsa settimana al Giro di Spagna con Jesus Herradariconoscere Cedric Vasseur. Tutte le vittorie sono belle. Ma vincere sulle strade di un Grand Tour è speciale. Vincere con uno spagnolo in casa in Spagna, c’è stata davvero adrenalina su questa tappa. Abbiamo visto il gruppo partire dietro. Non immaginavamo nemmeno che la fuga potesse arrivare fino in fondo. E poi nello sprint Gesù non è stato proprio il più veloce. Anche questa vittoria rappresenta una liberazione. Questa è una grande notizia per la squadra in un momento importante della stagione. Certo, non è il Tour de France. Ma per noi è sicuramente la vittoria più prestigiosa dell’anno”.

“Benjamin Thomas, probabilmente un vincitore di tappa del Tour de France”

Non dobbiamo dimenticare le prestazioni di Beniamino Tommaso in pista e su strada.È vero che con Benjamin abbiamo un obiettivo chiamato Parigi 2024aggiunto Vasseur. Gli deve quindi essere consentito di continuare a lavorare in pista. Ma lavorare con Benjamin è pura gioia. È un pilota sempre attento, fedele ai suoi obiettivi e a quelli della squadra. Possiamo vedere molto bene che riesce a combinare la strada e la pista. NONContinueremo quindi in questo modo. Notiamo anche che Benjamin continua a superare i livelli sulla strada. Sono convinto che non abbia ancora raggiunto il suo massimo, tutt’altro. Probabilmente è un vincitore di tappa del Tour de France, un pilota che può indossare una maglia distintiva. L’abbiamo visto di nuovo al Gran Premio di Plouay”.

“La caccia ai punti UCI cambia completamente le configurazioni di gara”

Prima di aggiungere: “Lun inseguire punti UCI cambia completamente le configurazioni di gara. Vediamo anche squadre più orientate alle vittorie di tappa che rotolano dietro una fuga. perché all’interno ci sono i corridori di una squadra in competizione… Stiamo assistendo a scenari un po’ insoliti. Ora dobbiamo accettarlo. È il gioco, come nel calcio dove quando sei in vantaggio negli ultimi minuti, giochi per tempo. Sappiamo che il mantenimento nel World Tour si gioca nell’arco di tre anni e non in una sola stagione. Abbiamo avuto un inizio di 2020 difficile con l’emergenza covid. Ma siamo diventati più forti. Il 2021 è stato molto meglio e il 2022 è un’annata eccezionale. Cofidis è l’undicesima miglior squadra al mondo nel 2022. Date le nostre risorse, è qualcosa di eccezionale”.

“Le gare nella regione hanno sempre un’attrazione speciale per noi. Ci piace vincere sulle strade delle Quattro Giornate di Dunkerque, ma anche al Grand Prix de Denain, al Grand Prix de Fourmies o a Isbergues. L’anno prossimo, ci avrà un campionato francese al Nord a Cassel. Vorremo andare a prendere una maglia che non vuole venire. Ma magari con un campionato francese nella regione, sorriderà. Se avremo l’opportunità di vincere a Fourmies e Isbergues, ovviamente non ce ne priveremo (come nel 2021 con Elia Viviani. Innanzitutto perché è un onore e un prestigio vincere nella regione. Abbiamo piloti capaci di farlo come Max Walscheid”.

Quale finestra di mercato per il Team Cofidis per il 2023?

“La finestra di mercato si è già mossa bene”conclude Vasseur. “In ogni caso, il nostro desiderio era quello di assicurarci i dieci migliori corridori poiché la classifica UCI si basa sui dieci migliori corridori dell’anno. Siamo l’11a miglior squadra al mondo quest’anno. Ciò significa che i dieci migliori dei nostri team sono di qualità. Il nostro desiderio con Thierry Vittu era quello di assicurarsi questa top 10 dimettendo Guillaume Martin, ma anche Ion Izagirre. Ci è voluto molto tempo, ma abbiamo annunciato queste estensioni all’inizio del Tour de France. Ora, stiamo cercando di rafforzare la squadra attorno a Guillaume Martin e Ion Izagirre. Ma anche Axel Zingle, che è la rivelazione della stagione. Stiamo cercando di rafforzare il treno di Bryan Coquard. Probabilmente ci saranno corridori che verranno annunciati nelle prossime settimane. Ma questi corridori lo faranno essere lì di più per preparare il terreno per la nostra top 10 poiché questa top 10 è ancora piuttosto eccezionale”.

Leave a Comment