sports

L’accordo di Russell Wilson è l’ultima prova che i contratti QB completamente garantiti come quelli di Deshaun Watson sono un valore anomalo

L'accordo di Russell Wilson è l'ultima prova che i contratti QB completamente garantiti come quelli di Deshaun Watson sono un valore anomalo


Quattro anni fa, Kirk Cousins ​​ha fatto l’inaspettato: ha firmato un contratto triennale completamente garantito da 84 milioni di dollari con i Minnesota Vikings. All’epoca era senza precedenti e molti si chiedevano se l’accordo di Cousins ​​avrebbe inaugurato per sempre una nuova era di mega contratti di quarterback.

Attraverso l’estensione di Russell Wilson di giovedì, non sembra così.

Altri ventitré contratti di quarterback pluriennali per un valore di almeno $ 50 milioni sono stati firmati da quando Cousins ​​ha firmato il suo contratto nel 2018. E fino a questa passata offseason, solo l’estensione del 2020 di Cousins ​​con i Vikings era completamente garantita.

Deshaun Watson ha riaperto le porte lo scorso marzo con un contratto quinquennale da 230 milioni di dollari che ha firmato dopo essere stato ceduto ai Cleveland Browns. La domanda allora è diventata: le squadre avrebbero cambiato idea sul dare ai quarterback il 100 percento dei loro contratti?

Da allora, ci sono state prove del contrario. Il giorno dopo che Watson ha firmato il suo mega-accordo il 18 marzo, i Los Angeles Rams hanno firmato Matthew Stafford per un contratto quadriennale da 160 milioni di dollari con 130 milioni di dollari garantiti. Sono molti soldi, ma non allo stesso livello di Watson. Derek Carr ha quindi firmato un’estensione di tre anni di 121,5 milioni di dollari un mese dopo con i Las Vegas Raiders con 65,27 milioni di dollari garantiti, circa il 53,73 percento.

Persino Kyler Murray, il cui accordo con gli Arizona Cardinals era leggermente superiore a quello di Watson a $ 230,5 milioni, ha guadagnato solo $ 189,5 milioni garantiti. E infine, i Denver Broncos hanno firmato Russell Wilson, che hanno scambiato per questa offseason, per un’enorme estensione di cinque anni, $ 245 milioni … con $ 165 milioni garantiti. Sia Murray che Wilson hanno ricevuto contratti di valore più di quello di Watson, ma nessuno dei due poteva eguagliare il suo denaro garantito.

Il quarterback dei Denver Broncos Russell Wilson si riscalda prima di una partita di football della NFL pre-stagione contro i Buffalo Bills, sabato 20 agosto 2022, a Orchard Park, NY (AP Photo/Joshua Bessex)

Quindi, mentre i contratti di quarterback completamente garantiti una volta potevano sembrare l’onda del futuro, gli accordi di Cousins ​​e Watson non sembrano aver alterato drasticamente il modo in cui i team li strutturano. Possono ancora indicare Stafford, Carr, Murray e Wilson e affermano che è il loro punto di partenza, non Watson.

Lamar Jackson otterrà un contratto completamente garantito?

Questo è importante perché all’orizzonte ci sono diversi affari di quarterback di alto profilo che ipoteticamente potrebbero avviare il trend, a cominciare da Lamar Jackson.

Prima che Murray e Wilson firmassero quest’estate, a Jackson è stato chiesto se il contratto di Watson avrebbe influenzato il modo in cui negoziava il suo contratto con i Baltimore Ravens. Jackson ha negato pubblicamente che lo avrebbe fatto, spiegando che è “un uomo tutto mio”.

“Non mi preoccupo di cosa ottengono quei ragazzi”, ha detto ai giornalisti al minicamp obbligatorio a giugno.

[It’s fantasy football season: Create or join a league now!]

Ma mentre il resoconto delle sue negoziazioni è stato limitato, non c’è motivo di credere che Jackson non guarderebbe all’accordo di Watson e non vorrebbe lo stesso, o almeno simile. Il problema è che le tendenze storiche non indicano che i Ravens sarebbero l’ultima squadra della NFL a consegnare a un quarterback un accordo completamente garantito. I team negoziano tenendo conto dei precedenti e Cousins ​​e Watson sembrano anomalie piuttosto che la norma.

Gli altri due quarterback di successo con imminenti trattative contrattuali sono Justin Herbert dei Los Angeles Chargers e Joe Burrow dei Cincinnati Bengals. Entrambi sono giovani, incredibilmente talentuosi e idonei per un nuovo contratto dopo la stagione 2022. Ma a meno che qualcosa non cambi, sembra improbabile che nessuno dei due guadagni un contratto completamente garantito.

Entrambi sono sotto il controllo del club almeno fino al 2026 se le squadre esercitano le loro opzioni per il quinto anno e posizionano su di loro il tag di franchigia in stagioni consecutive. Più probabilmente, però, prima di allora ognuno arriverà a una sorta di estensione del contratto con le rispettive squadre.

C’è un mondo in cui i quarterback, e forse anche altre posizioni, iniziano a vedere accordi sempre più garantiti. Ma anche quattro anni dopo che Cousins ​​ha fatto la storia della NFL, quell’idea è ancora lontana dall’essere realizzata.

Leave a Comment